K1: Alessia Coluccia premiata a Palazzo Orsini

Come anticipato nei giorni scorsi si è tenuta questa mattina, presso il salone del sindaco di Palazzo Orsini, la cerimonia di premiazione della campionessa italiana di K1, specialità affine alla Boxe Thailandese, Alessia Coluccia.

C’erano, oltre all’atleta professionista, il sindaco Cosimo Montagna, l’Assessore allo Sport Andrea Coccioli, il vice sindaco Roberta Forte, l'Assessore alla cultura Daniela Vantaggiato e il maestro della Palestra Zen Shin di Galatina Antonio Buono.

Dopo le introduzioni di rito ha preso la parola il primo cittadino che ha elogiato la neo-campionessa italiana. “Il risultato conseguito dalla nostra concittadina è motivo di orgoglio per l’intera comunità galatinese. Alessia Coluccia si è distinta a livello nazionale portando in alto il nome di Galatina, sua e nostra città”.

“Questo è un momento di gioia – dice l’Assessore Andrea Coccioli. Alessia Coluccia, dotata di una straordinaria passione per le differenti discipline marziali, basti pensare che ha cominciato a praticarle a soli 7 anni, deve essere d’esempio per tutti quei giovani che praticano lo sport. Alessia ha regalato ai suoi genitori e a noi tutti una immensa soddisfazione. A lei e alla sua palestra, la Zen Shin del maestro Buono, l’applauso di noi tutti con l’augurio che il suo percorso di atleta di si arricchisca di nuovi splendidi traguardi”.

“Sono felicissima del risultato raggiunto, ha commentato la campionessa Alessia Coluccia. Ringrazio per questo il mio maestro, Antonio Buono, e i compagni di squadra. Se posso avvalermi di un titolo sportivo così importante il merito è anche loro”.

Al termine della cerimonia il sindaco Montagna ha consegnato alla campionessa Coluccia una targa a ricordo dell’impresa sportiva, valsa il titolo italiana nella specialità del K1.
Classe 1997, Alessia Coluccia, lo scorso 12 dicembre, nel "Palazzurri" di Trieste ha battutto la ventitreenne e favoritissima Agnese Stafuzza.

Sul quadrato di gara l’atleta galatinese ha dominato con il piglio di una combattente esperta, mettendo a segno una serie di tecniche che hanno fiaccato l'avversaria permettendole di conquistare l'agognato titolo dopo ben cinque lunghissime riprese da tre minuti ognuna. Alessia, dopo questa affermazione, ha fatto rientro a casa, nella sua Galatina, da professionista e da Campionessa Italiana: un onore per il territorio e per la sua scuola, la ASD Polisportiva Zen Shin di Galatina.

0 commenti:

Posta un commento