Ciclismo: Carbinia Bike, in rampa di lancio la stagione 2016

Con il 2016 si apre un nuovo capitolo dell’attività annuale sportiva della Carbinia Bike: sono dodici anni che il sodalizio di Carovigno, presieduto ad oggi da Angelo Lanzilotti, condivide la passione per le due ruote allo scopo di far conoscere agli occhi di tutti gli sportivi il fascino della Città della Nzegna (tradizione popolare e religiosa legata al culto della Madonna SS.Maria di Belvedere).

La nuova stagione si arricchisce di una novità e in modo particolare di una sfida lanciata da sei amici appassionati della bicicletta, Angelo Lanzillotti, Raffaele Filomena, Fabrizio Bertolini, Leopoldo Lerose, Oliviano Bresson e Pasquale Basile, uniti dalla passione per le due ruote e dal filo conduttore della solidarietà.

Pedalare X Donare è l’iniziativa ciclo-benefica del mese di aprile: da Mori a Carovigno scendendo dal Trentino verso la costa adriatica fino a raggiungere la città della Nzegna in una location che non ha eguali come traguardo finale di una pedalata storica ovvero il Castello di Carovigno al termine di un viaggio di 1000 chilometri e 8000 metri di dislivello suddiviso in sei frazioni: Mori-Carpi 166 chilometri (domenica 24 aprile), Carpi-Cesenatico 169 chilometri (lunedì 25 aprile), Cesenatico-Civitanova Marche 180 chilometri (martedì 26 aprile), Civitanova Marche-Ortona 140 chilometri (mercoledì 27 aprile), Ortona-San Giovanni Rotondo 166 chilometri (giovedì 28 aprile) e San Giovanni Rotondo-Carovigno 240 chilometri (venerdì 29 aprile).

Pedalare come primo obiettivo per la sensibilizzazione a favore di Admo (Associazione Donatori Midollo Osseo), al fine di vivere una giornata di sport e promozione del territorio dei luoghi attraversati dalla pedalata senza scordarsi di chi si trova in difficoltà e lavorando sinergicamente per trovare le risorse per contribuire ad una giusta causa e in compagnia di un professionista esemplare al servizio di tanti campioni del pedale: Alessandro Bertolini, il corridore trentino che ha terminato la carriera tra i prof nel 2012 (con 23 vittorie all’attivo e una convocazione azzurra al Mondiale di Stoccarda vinto nel 2007 da Paolo Bettini) e che sarà anche lui uno tra gli artefici del successo dell’iniziativa Pedalare X Donare.

Domenica 13 marzo si torna finalmente a pedalare con la Granfondo Castelli e Torri che apre ufficialmente il calendario 2016 del Giro dell’Arcobaleno.

La dodicesima edizione dell’evento granfondistico con partenza ed arrivo nella città della Nzegna, presenta molte novità a cominciare dal percorso che vede il coinvolgimento di San Michele Salentino, Ceglie Messapica, Cisternino ed Ostuni. Alla fine della discesa, dai Colli di Ostuni si riprende il vecchio percorso procedendo verso Fasano per la statale 16 Adriatica salendo verso la Gravina di Cisternino, ritorno verso Ceglie Messapica-San Michele Salentino e il traguardo a Carovigno in Piazza ‘Nzegna’ dopo 109 chilometri e un dislivello complessivo di 1200 metri.

Fino a martedì 1 marzo ci si può iscrivere alla quota di 25 euro, poi sale a 30 euro fino a martedì 8 marzo e non si accettano iscrizioni fino al giorno della gara (link alle iscrizioni http://www.icron.it/services/icronGO/elencoiscrittipubblico.php?idgara=2016007&raggruppa=ALF).

Il Trofeo della Nzegna è un altro appuntamento ciclistico molto sentito in città, griffato Cicloamatour e che vede ancora Carovigno coinvolta nel campionato ciclistico amatoriale di Puglia: domenica 8 maggio si corre sul classico circuito di 31 chilometri da fare per tre volte toccando tutte le marine di Carovigno.

Il ciclopellegrinaggio fino a San Giovanni Rotondo nel mese di settembre è un altro appuntamento nel novero delle iniziative targate Carbinia Bike, società che riprende a pedalare verso nuovi traguardi ma per il gusto di divertirsi e allo scopo di profondere quegli sforzi che possono generare ricadute positive per l’intera comunità di Carovigno sul piano sportivo e non solo.

0 commenti:

Posta un commento