Volley Capitanata: prima della pausa, impegno ad Andria

FOGGIA - La pausa arriva nel momento migliore. Si dice spesso così quando la giornata di pausa, causa campionato a squadre di numero dispari, arriva in un momento difficile. Così sarà in casa Volley Capitanata ma soltanto la settimana prossima, nell’ultima giornata di andata. Prima, oggi, ci sarà da onorare la sfida in casa della Pallavolo Andria, con tutte le difficoltà del caso, visto che la partenza dello schiacciatore La Rosa e l’infortunio di Marcone hanno lasciato dei vuoti difficilmente colmabili. Mentre per il palleggiatore foggiano la ripresa è vicina e dopo la sosta potrà tornare a pieno servizio (ha cominciato a camminare regolarmente ma ha difficoltà nel saltare) per sostituire La Rosa sarà necessario ricorrere al mercato, pur considerando la difficile situazione economica della società presieduta da Roberto Trucci.

La classifica comincia a dare le prime preoccupazioni, con i foggiani che, reduci da alcune sconfitte inaspettate, si ritrovano con 2 soli punti di vantaggio sulla “zona rossa” e i risultati devono arrivare gioco forza, se si vuole continuare a lottare per la permanenza nella B unica.
“Dobbiamo dare il massimo, e sono sicuro che i ragazzi lo faranno, come sempre”. È il messaggio che il tecnico foggiano Pino Tauro lancia ai suoi. “Massima concentrazione perché non possiamo permetterci altri errori, nono stante la situazione di emergenza”. Poi sarà il momento di analizzare il tutto al giro di boa e prendere le dovute decisioni su come proseguire, dando via al mercato foggiano.

UNDER 19 – Termina il campionato dell’Under 19 foggiana che si piazza al terzo posto nel girone. Con 16 punti in 8 gare, dietro la New Volley Lucera a 21 e il Volley Club Manfredonia a 17. Vittoria 3-1 nell’ultimo turno, contro l’Udas Cerignola (25-16, 21-25, 25-21, 25-16). “Ha giocato chi aveva avuto meno spazio – conferma coach Danilo Patt – e hanno giocato ad un buon livello. Purtroppo nel computo totale abbiamo deluso un po’ perche il terzo posto finale non era nelle nostre aspettative, visto che lo scorso anno siamo stati campioni ed eravamo i detentori del titolo. Forse abbiamo preso sottogamba l’impegno e ci siamo allenati poco. Ora spazio all’Under 17 e alla Serie D, alla ricerca dei playoff per entrambi”.

0 commenti:

Posta un commento