Calcio a 5, Euro 2016: la nazionale italiana è in Serbia

(Foto: CASSELLA)
La Nazionale italiana di futsal è in Serbia. Dopo circa un’ora e dieci minuti di volo gli Azzurri, partiti intorno alle 15.15 dall’aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino, sono arrivati a Belgrado, dove dal 2 al 13 febbraio è in programma la nona edizione del Campionato Europeo. Sedici i convocati del gruppo che ha partecipato al raduno di preparazione a Genzano di Roma che Roberto Menichelli ha voluto portare con sé, anche se il Ct in serata ha sciolto le riserve, consegnando alla UEFA la lista dei 14 giocatori che prenderanno parte all’Europeo in occasione della riunione organizzativa. Vinicius e il portiere Francesco Molitierno, però, resteranno aggregati in quanto il regolamento prevede che anche dopo la presentazione ufficiale della lista un giocatore possa essere sostituito per infortunio (comprovato da certificato medico), fino a tre ore prima l’inizio della gara inaugurale del torneo. Nel caso di Molitierno, la sostituzione del portiere per motivi fisici è prevista per tutta la durata dell’Europeo.

Il gruppo al completo della Nazionale si è sistemato, dopo un breve tragitto in pullman, allo Hyatt Regency Hotel. Subito fitto il programma: alle 19.30 l'incontro incentrato sul regolamento di gioco con Massimo Cumbo, osservatore/istruttore della UEFA; alle 21 è invece in programma il servizio fotografico ufficiale della UEFA. Il primo allenamento all’Arena Belgrado, il palazzetto con una capienza di 10.944 spettatori dove si giocheranno tutte le partite del torneo, è previsto per domani, lunedì 1° febbraio, al momento alle ore 17.

L'Italia si presenta a questa edizione da campione in carica e torna in campo dopo la sconfitta contro la Slovacchia, ottenuta nel Main Round di qualificazione al Mondiale in Colombia. “Sono del parere che i risultati precedenti non fanno i risultati futuri”, le parole del capitano Gabriel Lima dallo Hyatt Regency. “Anche prima di Euro 2014, in un'amichevole di preparazione, incappammo in una sconfitta e un pareggio con l'Ucraina, per non parlare del ko all'esordio contro la Slovenia. Poi però sappiamo tutti come è andata a finire. Molto dipende dal momento della squadra, e da capitano posso garantire che la condizione è ottima. In questi giorni abbiamo cercato di limare i nostri difetti, per cui siamo pronti”.

Gli Azzurri scenderanno in campo mercoledì contro l'Azerbaigian (ore 21, diretta tv su Eurosport). “Sarà il mio quarto Europeo, ognuno ti dà emozioni diverse e non vedo l'ora che inizi. Questo però sarà particolare, perché arriviamo da campioni in carica e tutte le avversarie avranno un occhio di riguardo nei nostri confronti. Dovremo mettere il triplo dell'attenzione, affrontare ogni partita al massimo senza pensare mai a quella dopo. Se ne sbagli una, rischi di andar fuori. La scorsa edizione ci ha insegnato che sarà fondamentale la testa. La forza mentale di un gruppo è più forte di qualsiasi tatticismo o tecnicismo”.

Come nel 2014, un ruolo fondamentale lo giocheranno i tanti tifosi che verranno in Serbia per sostenere i colori azzurri: “In Belgio sono stati meravigliosi, sembrava che stessimo giocando la finale in Italia. Conosco tante persone che ci seguiranno, tra queste ci sarà anche la mia famiglia. Il 4 febbraio, un giorno dopo il nostro esordio, mio figlio Miguel compirà un anno, spero di potergli regalare una vittoria e di passare con lui una piacevole giornata”.

IL CALENDARIO L’Italia è stata sorteggiata nel Gruppo D dell’Europeo; i campioni d’Europa in carica esordiranno mercoledì 3 febbraio alle ore 21 contro l’Azerbaigian, mentre domenica 7 febbraio se la vedranno alla stessa ora contro la Repubblica Ceca. Ai quarti di finale di Serbia 2016 - tutte le gare si giocheranno all’Arena Belgrado - accedono le prime due classificate di ciascuno dei quattro triangolari che compongono la fase finale.

I CONVOCATI (con i numeri di maglia)

PORTIERI
: 1 Stefano Mammarella (Acqua&Sapone Emmegross), 12 Michele Miarelli (Gruppo Fassina Luparense)

GIOCATORI DI MOVIMENTO: 2 Marco Ercolessi (Pescara), 3 Gabriel Lima (ElPozo Murcia), 4 Sergio Romano (Asti), 5 Luca Leggiero (Pescara), 6 Humberto Honorio (Gruppo Fassina Luparense), 7 Massimo De Luca (Asti), 8 Alessandro Patias (Benfica), 9 Rodolfo Fortino (Sporting Lisbona), 10 Alex Merlim (Sporting Lisbona), 11 Mauro Canal (Pescara), 13 Daniel Giasson (Gruppo Fassina Luparense), 15 Murilo Ferreira Juliao (Acqua&Sapone Emmegross)

LO STAFFRoberto MENICHELLI Commissario tecnico
Fabrizio DEL PRINCIPE Segretario
Carmine TARANTINO Collaboratore tecnico
Mauro CETERONI Preparatore dei portieri
Davide MARFELLA Collaboratore tecnico
Valerio VIERO Preparatore atletico
Nicola PUCCI Medico
Diego FALANGA Fisioterapista
Vittorio LO SENNO Fisioterapista
Fausto TESTA Responsabile dei materiali

0 commenti:

Posta un commento