Basket, Milano e Alessandro Gentile all'addio: Barcellona e Bamberg alla finestra

MILANO - Milano e Alessandro Gentile (Riccardo Sbezzi) si dicono addio. Il tormentato rapporto degli ultimi mesi tra Olimpia e il suo giocatore di più lunga militanza (quasi 5 anni, fu prelevato a metà dicembre 2011 da Treviso) sfocia in una separazione consensuale: l’ex capitano sarà girato in prestito all’estero fino al termine della stagione e in estate si discuterà dell’anno residuo del contratto rinnovato nel 2015 quando il presidente Livio Proli scelse di ripartire da Gentile - sacrificando Luca Banchi e Daniel Hackett - dopo l’eliminazione in semifinale contro Sassari.

La società lombarda ha seguito le indicazioni di Jasmin Repesa, il tecnico croato fortemente voluto 18 mesi fa da Alessandro col quale però il rapporto si è progressivamente incrinato. La destinazione più probabile per Gentile sarebbe il Barcellona, alle prese con diversi problemi fisici sul perimetro: il rapporto con il club catalano è favorito dalla presenza di Rodrigo De La Fuente, allenato da Nando Gentile a Roma e attuale g.m. dei blaugrana.

In alternativa sarebbe forte l'interesse del Bamberg, che potrebb garantire a Gentile spazi maggiori rispetto a quelli del Barça, valutazione importante anche nell’ottica della vetrina che l’atleta vorrebbe garantirsi in vista di un possibile sbarco NBA nell’estate 2017 quando è prevista una nuova finestra con escape dal contratto. Qualora l’ex capitano di Milano dovesse accasarsi in Eurolega potrà però essere tesserato solo nella finestra prevista tra il 29 dicembre e il 5 gennaio, ossia a cavallo tra il giorne d’andata e il ritorno.

0 commenti:

Posta un commento