Calcio a 5: l'Olympique Ostuni ospita il Cassano nell’ultima casalinga

OSTUNI (BR). I grandi momenti derivano da grandi opportunità. E questa è quella che avrà domani l’Olympique Ostuni, questa è quella che ha meritato in questo suo primo difficilissimo campionato nazionale. Una partita, solo 40 minuti… e poi potrebbe essere grande festa in casa gialloblù.

Un muro davanti all’obiettivo. Un muro che potrebbe essere l’ultimo. Un muro chiamato Cassano. Un muro difficile da abbattere, ma non indistruttibile. Ma al di là di quel muro c’è la gloria. Quella gloria che dal 19 Agosto cercano Francesco Castellana e i suoi uomini. Ora è giunto il momento. Il momento di aprire quel cassetto nel quale è custodito, ormai da otto lunghissimi mesi, il sogno di Quartulli e compagni.

Sabato 1 aprile, alle ore 16, Olympique Ostuni – Cassano, il PalaGentile di Viale dello Sport deve trasformarsi in una bolgia, e il vero ostunese non può mancare, bisogna spingere i ragazzi verso l’obiettivo, tutti insieme, perché, quando le formiche si uniscono, possono spostare anche un elefante.
Occhi sulle tavole ostunesi, orecchie rivolte a Campobasso e Manfredonia, entrambe a 24 punti, impegnate rispettivamente contro Cus Molise e Giovinazzo, perché se queste due non dovessero fare risultato pieno, e l’Ostuni (26 pt), dovesse trionfare, si potrà finalmente stappare quella bottiglia di champagne ormai in frigo da troppo tempo.Una partita, solo 40 minuti… fino a che, sul campo, le gambe peseranno talmente tanto da non poterle muovere, fino a che gli occhi non vi si chiuderanno dalla stanchezza, fino all’ultima goccia di sudore… e fino a che, dagli spalti, non vi mancherà il fiato per l’ultimo coro che spinga questi fantastici guerrieri alla vittoria.

Alla vigilia parla Adrian Ramirez:

Sei arrivato nell’Olympique Ostuni da pochi mesi ma hai fatto subito apprezzare le tue qualità. Come ti stai trovando in questa formazione?

Mi sono trovato bene dal primo momento tanto in prima squadra come in under. Penso che siamo tutti bravi ragazzi, una squadra con umiltà, che lavora tantissimo e cercheremo come al solito di dare il massimo anche nella prossima gara, sono già molto legato a questi colori. Ho un buon rapporto con la squadra e con la dirigenza, ho fatto grandi amicizie, mi stanno trattando benissimo e ad Ostuni sono felice. 

Che apporto ti sta dando mister Castellana e mister Greco per la tua crescita personale?

Mister Greco mi da e ci da molta fiducia anche fuori del campo, quella fiducia di cui tutti giocatori hanno bisogno per sentirsi importanti in una squadra, ho stretto una buona amicizia con lui. Anche il mister Castellana mi ha dato tutta sua fiducia ed ha creduto in me dal primo giorno. Sono contento, perché ogni giorno imparo qualcosa di nuovo con lui e mi piace il suo modo di lavorare e il modo di vedere questo sport. É un grandissimo allenatore.

Sabato arriva una partita fondamentale per raggiungere l’obiettivo stagionale, la matematica salvezza. Quanto vi siete preparati a questa partita, l’ultima in casa?

Credo che abbiamo preparato bene la partita di sabato, ci siamo allenati bene questa settimana. Per noi è una finale e sappiamo bene l’importanza di questi 3 punti. E l’ultima partita della stagione in casa e spero insieme a tutti i miei compagni di raggiungere subito la salvezza. Aspettiamo tanti tifosi perché la Serie B è patrimonio della Città.

0 commenti:

Posta un commento