Calcio. Torres: "E' stato solo uno spavento: spero di tornare presto in campo"

Solo un grande spavento. Fernando Torres ha voluto rassicurare i suoi tifosi dopo il ricovero in ospedale in seguito ad uno scontro aereo con Alex Bergantinos nei minuti finali dell'incontro al Riazor tra Deportivo La Coruna e Atletico Madrid, valido per la 25esima giornata della Liga e conclusosi sull'1-1.

"Grazie a tutti per esservi preoccupati per me e per i vostri messaggi di incoraggiamento. E' stato solo uno spavento. Spero di tornare molto presto!" ha dichiarato Fernando Torres sul suo account Twitter, uscito dal campo in barella e con il collarino e trasportato in ambulanza in ospedale, dove è stato sottoposto ad una doppia Tac che non ha evidenziato alterazioni o lesioni traumatiche. In campo, subito dopo l'impatto tra i due giocatori, c'è stato autentico panico, con il difensore uruguaiano José Gimenez che si è subito coperto il volto per paura fosse successo qualcosa di grave al suo compagno di squadra. Per fortuna l'ex milanista se l'è cavata con una botta e nulla più.

Dopo essere rimasto in osservazione per la notte e aver superato in mattinata nuovi esami clinici, Torres ha lasciato l'ospedale. Il club ha ribadito che l'attaccante, che ha subito un trauma cranico, "non è affetto da lesioni traumatiche a seguito del colpo alla testa ricevuto al Riazor". Torres dovrà osservare un periodo di riposo di 48 ore prima di tornare ad allenarsi. 

0 commenti:

Posta un commento