Calcio a 5, main round euro 2018: buona la prima, l'Italia batte 2-1 la Bielorussia

TBILISI - Soffre, va sotto e rimonta. Al New Sports Palace di Tbilisi (dov'è presente anche il presidente della Divisione Calcio a cinque, Andrea Montemurro), l'Italia batte 2-1 la Bielorussia e conquista i primi tre punti del gruppo A del Main Round, validi per la qualificazione a Euro 2018 che si giocherà in Slovenia dal 20 gennaio al 10 febbraio. Decidono la partita Cavinato e Calderolli, in risposta all'iniziale vantaggio avversario con Zhigalko. Partita dal sapore particolare per Lima ed Ercolessi: il primo taglia il traguardo delle 100 presenze, il secondo scavalca Grana e diventa il primatista assoluto (114). Nell'altra gara del girone, Georgia e Olanda impattano sullo 0-0. Domani, sempre alle 13 e in diretta streaming, la gara contro l'Olanda.

LA CRONACA Primo tempo di alti e bassi. Gli Azzurri faticano a creare occasioni pericolose nei primi minuti e rischiano di andare sotto: al 5' Goncharov non arriva per un soffio sul pallone, poi Zhigalko non inquadra la porta dalla distanza. Il più pericoloso dell'Italia è Lima, sia da palla inattiva (destro al volo su assist di Fortino), sia dal limite dell'area di rigore, con un destro su cui si avventa Honorio che non riesce a pungere da pochi passi. Molitierno è costretto a fare gli straordinari sul tiro di Krykun, poi è solo Italia. A tal punto che il c.t. Tolmach chiama il time out per riordinare le idee. Ma la musica non cambia, perché Merlim va vicinissimo al vantaggio in due occasioni. Nel finale, altra parata di Molitierno su Zhigalko. Nella ripresa l'Italia prova a dare la scossa, ma è la Bielorussia a passare in vantaggio al 7'. Errore di Bordignon nei pressi del centrocampo, contropiede letale degli avversari che finalizzano con Zhigalko. Il pareggio arriva 3' più tardi con il più classico schema su fallo laterale: tocco corto di Lima per Cavinato, che col sinistro mette il pallone all'incrocio dei pali. Il vantaggio arriva subito dopo e nasce dalla stessa mattonella: stavolta Lima fa un passaggio a tagliare tutto il campo per Calderolli, che – appostato sul secondo palo – fa 2-1. A 86 secondi dalla fine, entra Zhigalko portiere di movimento, ma la musica non cambia fino al suono della sirena.

INTERVISTE  Il capitano Gabriel Lima è entusiasta per le 100 presenze in Azzurro: “È un onore, nonostante si sentano tante cose brutte su di noi. Solo io, la mia famiglia e i miei compagni sanno quanto cuore, sacrificio, passione e amore metto per questa maglia”. Così il match winnter dell'incontro: “Segnare è sempre bello – dice Fabricio Calderolli – ma la cosa più importante è farlo per il bene della squadra. L'errore che non dobbiamo commettere domani è quello di non prendere gol all'inizio, altrimenti la strada si fa in salita. Dobbiamo essere più attenti in difesa”.

ITALIA-BIELORUSSIA 2-1 (0-0 p.t.)
ITALIA: Molitierno, Ercolessi, Lima, Fortino, Calderolli, Romano, Schininà, Honorio, Boaventura, Patias, Merlim, Cavinato, Bordignon, Putano. Ct. Menichelli

BIELORUSSIA: Golovnyov, Rogovik, Zhigalko, Rabyko, Goncharov, Olshevski, Silivonchik, Chernik, Gusakov, Aleinikov, Krykun, Gorbenko, Chekhovski, Scherbachenya. Ct. Tolmach

MARCATORI: 6'22'' s.t. Zhigalko (B), 10'13'' Cavinato (I), 11'23'' Calderolli (I)

AMMONITI: Zhigalko (B)

ARBITRI: Admir Zahovič (Slovenia), Ozan Soykan (Turchia), Norbert Szilágyi (Ungheria) CRONO: Shota Kukhilava (Georgia)

UEFA FUTSAL EURO 2018 – MAIN ROUND DI QUALIFICAZIONE*

GRUPPO A

Prima giornata (sabato 8 aprile)
ore 13.30 ITALIA-Bielorussia 2-1
ore 16.00 Georgia-Olanda 1-1
Seconda giornata (domenica 9 aprile)
ore 13.30 Olanda-ITALIA
ore 16.00 Georgia-Bielorussia
Terza giornata (martedì 11 aprile)
ore 13.30 Bielorussia-Olanda
ore 16.00 ITALIA-Georgia

CLASSIFICA: Italia (d.r. +1) 3 punti, Georgia (0) e Olanda (0) 1, Bielorussia (-1) 0

* alla manifestazione si qualificano le vincitrici dei sette gironi del Main Round; le sette seconde classificate e la migliore terza si affronteranno invece negli spareggi, in programma con la formula delle gare di andata e di ritorno.

0 commenti:

Posta un commento