Calcio. Champions League. Allegri: "Spero di battere il Monaco"

ROMA - La Juventus è pronta a dare l'assalto alla rocca del Principato di Monaco. Terreno di battaglia sarà il rettangolo verde dello Stade Louis II, scenario sul quale si consumerà il primo atto della semifinale di Champions League contro il Monaco di Leonardo Jardim che in stagione non ha mai perso in casa. "Spero che oggi sia la prima volta" ha dichiarato Massimiliano Allegri.

"Il Monaco gioca molto sulle verticali e ha ottimi giocatori, è una squadra diversa da quella di due anni fa. Guardando i dati ci si può immaginare la partita in un certo modo, ma le partite sono diverse una dall'altra. Bisognerà essere molto bravi, avere grande rispetto di questa squadra e mettersi nella testa che per arrivare in finale bisognerà giocare due partite giuste perché contro di loro sarà molto complicata. I dati dell'ultima partita di due anni fa dicono che il Monaco è cambiato in fase realizzativa e difensiva. È una squadra più propensa a fare la fase offensiva mentre la sensazione è che due anni fa avesse più solidità dietro. Jardim ha fatto un lavoro straordinario, è in semifinale di Champions ed è primo in campionato davanti al PSG che era candidato a vincere la Champions. Ha fatto un lavoro incredibile, c'è solo da fargli i complimenti. Prima dell'infortunio, Falcao era uno dei più forti al monto, ora sta tornando, è un giocatore straordinario, molto pericoloso. Falcao è un giocatore d'area, poi c'è il ragazzo (Mbappé, ndr) che è un giocatore con grande velocità così come Bernardo Silva. Higuain è stato acquistato per migliorare la squadra e il potenziale offensivo però sta facendo un'annata importante e non va valutato solo per i goals. La squadra sa quello che deve e non deve fare. Di sicuro, non dobbiamo fare come il primo tempo a Bergamo dove abbiamo fatto una partita sugli 80 metri e, per le caratteristiche dell'avversario, potremmo avere delle difficoltà".

0 commenti:

Posta un commento