Ciclismo. Giro d'Italia: Jungels resta in maglia rosa, tappa a Reggio Calabria

REGGIO CALABRIA - Fernando Gaviria si conferma talento cristallino delle volate. Cresciuto nella palestra dei pistard, il colombiano della Quick-Step Floors approfitta del circuito di Messina per bissare il trionfo di Cagliari, marcando così la sua doppietta sulle strade del Giro del Centenario. Il sudamericano è più forte anche di un leggero errore di valutazione al momento di lanciare lo sprint: esce troppo presto, con il vento in faccia, e allora si ripara dietro la sagoma dell'irlandese Sam Bennett (Bora-Hansgrohe), destinato al terzo posto, per spegnere anche la rimonta del giovane bresciano Jakub Mareczko (Wilier Triestina-Selle Italia), costretto ad accontentarsi della seconda piazza.

"Un grande sprint, tutta la squadra ha lavorato per me, tutto è stato perfetto" ha dichiarato Fernando Gaviria "Quando e' partito Bennett avevo il vento in faccia, ho aspettato e sono stato premiato". Altri tre italiani nella top ten di giornata: sesto Kristian Sbaragli (Dimension Data), ottavo Roberto Ferrari (Uae Team Emirates) e decimo Enrico Battaglin (Lotto NL-Jumbo). Invariata la classifica generale, con il lussemburghese Bob Jungels (Quick-Step Floors) che mantiene la maglia rosa di leader con 6" e 10" di vantaggio sui britannici Geraint Thomas (Sky) ed Adam Yates (Orica-Scott).

Giovedì 11 maggio 2017 tappa sostanzialmente pianeggiante con alcune asperità nella prima parte ed finale in cima allo strappo di Terme Luigiane. Si salpa da Reggio Calabria (prologo nel 2005 e sede di ben nove tra partenze e arrivi) e tutto farebbe presupporre ad una giornata favorevole agli attaccanti, che siano o meno uomini di classifica.

0 commenti:

Posta un commento