Mountain bike: tutti i dettagli sui percorsi della Marathon del Bosco Quarto

FOGGIA - E’ quasi ai nastri di partenza la quarta edizione della Marathon del Bosco Quarto in programma a Monte Sant’Angelo domenica 25 giugno 2017, sesto appuntamento stagionale dell’Iron Bike.

Grazie agli sforzi organizzativi del sodalizio Mtb Monte Sant’Angelo, la manifestazione porterà in uno dei polmoni verdi della Puglia il circus degli amanti delle gare fuoristrada per ammirare in sella a una mountain bike un angolo di paradiso dello Sperone d’Italia.

Entrare nel Bosco Quarto è come fare un tuffo nella natura incontaminata: un’estensione di 8.000 ettari in cui dominano un esteso querceto a prevalenza di Cerro, maestosi Carpini bianchi e un rigoglioso sottobosco di agrifogli.

La gara regina è la marathon di 57 chilometri con 1200 metri di dislivello: partenza assistita da Piazza Beneficenza, si prosegue per via Giuseppe Garibaldi a Monte Sant’Angelo, passaggio di fronte la suggestiva Basilica di San Michele Arcangelo (Patrimonio Unesco) e spazio al via agonistico. Tra pendenze e fondi variabili, tratti di sottobosco, terreno battuto, pietraie, si attraversano uno dei tratti più belli e suggestivi del Parco Nazionale del Gargano. Si scende per il sentiero dei pellegrini (Madonna degli Angeli) per poi addentrarsi negli 8000 ettari di estensione del Bosco Quarto, per dirigersi verso il punto più alto Monte Spigno circa 1200 metri di altitudine su fondo battuta a pendenza regolare a tratti fatto di saliscendi. Da qui si scende tramite un tratto in pietraia abbastanza tecnico e veloce prestando attenzione fino a quota 400 metri sulla valle del purgatorio, deviando poi per rientrare nel Bosco Quarto passando per un tratto tecnico con variazioni di medie pendenze.

Si scende per la valle Cappelluccia fino a risalire per un tratto di 800 metri con fondo in cemento con pendenza al 17%. Giù di nuovo in una discesa veloce e insidiosa, dove occorre la massima prudenza. Alla fine della discesa si percorre un single track suggestivo per giungere a ridosso del tratto in salita di circa 8 chilometri che porta al traguardo abbastanza tecnico e impegnativo.

La mediofondo di 35 chilometri presenta un dislivello generale di 800 metri circa. I primi 20 chilometri sono comuni alla marathon fino alla deviazione a valle Ragusa dove i due percorsi si separano per poi dirigersi, dopo aver percorso un single track suggestivo, verso l'ingresso del Bosco Quarto per poi virare a destra e scendere giù per la valle Cappelluccia e percorrere fino all'arrivo lo stesso percorso della marathon.

0 commenti:

Posta un commento