Tennis, Serie D1: il CT Brindisi pronto ad affrontare Canosa nell'esordio playoff

Dopo il 4 a 0 schiacciante su Corsano (la cui formazione non è riuscita ad accedere ai playoff, ndr), adesso è solo tempo di vincere per poter andare avanti. Nuova sfida per i ragazzi del Circolo Tennis Brindisi pronti per l’esordio nella fase playoff del Campionato Regionale a Squadre di Serie D1 Maschile, in programma domenica 25 giugno 2017, a partire dalle ore 9.

Nella gara ad eliminazione diretta i biancazzurri (primi classificati del girone A), con l’obiettivo di accedere ai quarti di finale (andata e ritorno) per la promozione in serie C, affronteranno in trasferta la formazione del Tennis Court Canosa (squadra quarta classificata del girone D) la quale non avendo a disposizione una struttura con due campi da gioco, necessaria per questo campionato, ospiterà gli avversari del sodalizio brindisino sui campi del Tennis Village “Pietro Mennea” di Barletta.

Brindisi scenderà in campo con Giuseppe Pinto (cat. 3.3), Cristian Cai (cat. 3.4) e Antonio Parnasso (4 NC) che, fuori dalla formazione ufficiale, ma tesserato per il club di via Ciciriello e subentrato più volte durante la regular season ad alcuni dei colleghi titolari assenti, ha ormai di fatto conquistato il suo posto in squadra. Indisponibili Piero Cerasino (cat. 3.4), Mattia Ciarloni (cat. 4.1) e Gianluca Alparone (capitano, cat. 4.2).

Canosa potrà contare su Francesco Sansonna (cat. 3.5), Francesco Degni (cat. 3.5), Fabio Di Gennaro (cat. 4.4).

"Questo turno contro Canosa sarà impegnativo" afferma Gianluca Alparone, capitano del C.T. Brindisi "Speravamo che tra la fine della stagione regolare e l’inizio dei playoff ci fosse una breve pausa durante la quale avremmo potuto recuperare la formazione al completo rispetto al fatto che io e Cerasino saremo ancora una volta assenti. In ogni caso scenderemo in campo con un’ottima formazione che ha tutte le carte in regola per fare bene. Dovranno mantenere alta la concentrazione e dare il massimo, specie perché giocare in trasferta è sempre più complicato".

0 commenti:

Posta un commento