Vela: 32°Regata Velica Internazionale Brindisi-Corfù da record

Con grande successo si è conclusa la 32° Regata Velica Internazionale Brindisi-Corfù, tappa di 109 miglia del Campionato Italiano offshore organizzata dal Circolo della Vela Brindisi in collaborazione con il Marina Gouvia Sailing Club di Corfù (Grecia). Alle ore 11:00 in punto del 7 giugno 2017 le 119 imbarcazioni provenienti da 9 nazioni sono salpate dalla diga di Punta Riso a Brindisi per poi veleggiare nel canale d’Otranto verso le isole greche con un vento di maestrale che soffiava a 10 nodi.

La prima barca ad aver raggiunto Kassiopi, porto di Kerkjra il 9 giugno 2017, è Alizee. L’equipaggio della classe Orc A ha prevalso nella sfida che fino alle prime ore della notte, l’ha vista battagliare con Idrusa, il Farr 80’ di Montefusco Sailing Projet al comando di Paolo Montefusco campione mondiale di vela che rappresentava la Fondazione Telethon classificatasi al 3° posto.

Idrusa è la più grande imbarcazione da regata della Puglia. I risultati agonistici, la notorietà e la visibilità ottenuti non hanno mai subito negli anni cali, benché il confronto dell’equipaggio sia avvenuto con team avversari negli anni sempre più ricchi e performanti. La soddisfazione per i traguardi agonistici ottenuti naviga al fianco dell’apprezzamento che l’equipaggio di Idrusa ha ricevuto in ogni porto nel promuovere la "Vela Buona" che opera nel sociale e coinvolge le associazioni umanitarie e no profit.

Impegno ed emozioni che l’armatore Paolo Montefusco racconta così: "Dal 2015 siamo stati portacolori di Telethon ed abbiamo condiviso con Alba Mediterranea un’esperienza molto importante, regatando sia alla Brindisi – Corfù che alla 800 Martiri con otto ragazzi che nella loro vita avevano smarrito la giusta rotta. Dopo un percorso di recupero erano vogliosi di dimostrare che si poteva ripartire e vincere! Vederli perciò determinati, rispettosi dei ruoli e delle regole, efficienti ed affamati di vittoria è stato reciprocamente entusiasmante. Le precedenti esperienze di team building ci avevano dimostrato la validità dello scenario mare-barca-equipaggio, ma questi otto ragazzi intendevano esprimere qualcosa in più. Nel 2015 vederli sollevare a Corfù ed Otranto con occhi lucidi la coppa dei vincitori ne è stata la bellissima conferma".

Presenti al breefing equipaggi sul Lungomare di Brindisi in preparazione alla partenza in rappresentanza della Fondazione Telethon il coordinatore provinciale di Brindisi e Taranto Franco Cappelli e la dott.ssa Ileana Pizzolla coordinatrice in Oria (Br). La stessa afferma: "Abbiamo scelto di essere ambasciatori di questa missione perché ci riconosciamo nei valori a noi più cari: l’umanità,la passione e l’attenzione alla persona, a ogni singola persona. Perché crediamo che tutti abbiamo diritto a una speranza,una cura o quantomeno una diagnosi. E’ una missione che richiede tempo,denaro e tanta determinazione ma che ha permesso di raggiungere grandi risultati e sono proprio questi che spingono la Fondazione ad impegnarsi ancora di più per tutte le persone che chiedono alla ricerca risposte efficaci".

0 commenti:

Posta un commento