Calcio. Di Francesco: "Dalla Roma sono andati via giocatori importanti: li sostituiremo al meglio"

ROMA - "Non siamo una squadra ancora completa. Sono andati via giocatori importanti, ma sono convinto che li sostituiremo al meglio. E la risposta che arriva dalla campagna abbonamenti dimostra che la gente ci crede. Bisogna essere positivi per partire nel migliore dei modi e trasferire questa positività a tutto l'ambiente" ha dichiarato il nuovo allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, intervistato da 'Roma Tv' dal ritiro giallorosso di Pinzolo.

"Si lavora sicuramente bene in Trentino, mia mamma è di queste parti e ci auguriamo di sfruttare al meglio questa settimana, conoscendo i tanti giovani che sono in ritiro. Magari qualcuno di loro potrebbe rimanere costantemente con noi. Gli allenatori si lamentano sempre di questo e ora capisco il perché. Spostarsi di continuo e viaggiare, non lavorare con continuità nello stesso posto, non ti permette di crescere costantemente. Questo però lo sapevamo anche inizialmente, pertanto adatterò il mio lavoro in base alle esigenze. Del resto non è una cosa che spetta solo a noi, è come lamentarsi di giocare alle 12.30 o alle 20.30. Il calcio è cambiato, si è evoluto, e noi dobbiamo essere bravi a sfruttare ogni situazione al meglio. Questa settimana per me è un'ottima opportunità per capire un contesto e per toccare quello che mi piace un po' di più. Noi dovremo essere bravi a mantenere l'entusiasmo. Partire con il piede giusto fa piacere, magari anche la novità in panchina porta questo entusiasmo iniziale e dobbiamo alimentarlo con gli atteggiamenti giusti. Ho ereditato una squadra che ha fatto tantissimi gol e anche molto bene, però concettualmente i miei giocatori non devono girare per il campo ma avere un'idea precisa. Soprattutto agli attaccanti voglio trasferire questo pensiero: voglio dare loro la possibilità, giocando in un determinato modo, di essere incisivi".

0 commenti:

Posta un commento