Volley. Serie B1 femminile: il Volley Maglie riparte da Deborah Liguori

MAGLIE - Motori riaccesi, si riparte verso una nuova avventura, ed è sempre un momento emozionante. In casa Volley Maglie sogni e speranze cominciano a prendere forma sulle fondamenta di una rassicurante certezza fornita dalla presenza in panchina del riconfermatissimo Emiliano Giandomenico.

L’obiettivo è quello di sempre: entusiasmare il pubblico, divertirsi, far sempre un passo in avanti rispetto a quanto già fatto, ma sopratutto continuare a dar lustro all’etichetta di club serio, organizzato e ambizioso, che da un po’ di anni il volley nazionale ha ampiamente certificato. Succede così sempre più spesso, che chi capita da queste parti ci lascia anche un po’ di cuore e alla prima occasione che si presenta, torna a riprenderselo. Come è accaduto per il primo tassello della nuova stagione agonistica, trattandosi di un grande, importante e gradito ritorno : Deborah Liguori, ventottenne romana, attaccante-ricevitore tra i più affidabili in B1, torna a riprendersi la maglia rossoblu n. 12 , dalla quale si era separata esattamente un anno fa per andare ad Aprilia, città dove risiede insieme al suo ragazzo, riuscendo a centrare il traguardo play-off. I supporters magliesi potranno così tornare ad ammirare le grandi qualità della forte atleta laziale, alla quale erano già molto affezionati : seria, discreta e riservata fuori dal campo, potente, combattiva e indomabile in gara, dove dal posto quattro garantisce percentuali realizzative ragguardevoli. “Torno con piacere in un ottimo ambiente, nel quale è evidente mi sono trovata davvero bene – confessa Deborah Liguori – Maglie infatti offre le migliori condizioni che un’atleta può chiedere per esprimersi al massimo. Dirigenti seri, competenti e riservati, pubblico caldo e affettuoso, ed è già tanto, ai quali si aggiunge la competenza e l’esperienza di un ottimo tecnico e la sua grande fiducia nei miei confronti. Comprendete bene quindi i motivi per i quali sono di nuovo nel Salento, più motivata che mai, pronta a dare il meglio di me per questa società che tanto mi ha cercata e voluta.” Sul taccuino del diesse Antonio Mattei il suo nome era in cima alla lista degli obiettivi di mercato, a dimostrazione del valore e della stima che le riservano nel club del presidente Andrea Bavia, come tiene a rimarcare il trainer Giandomenico. “La conosco molto bene, come atleta e come persona e sono felicissimo di riaverla con noi perché è un elemento completo, esperto, capace di assicurare equilibrio dal punto di vista tattico, nel pieno della sua maturità sportiva – ha dichiarato il tecnico rossoblu – Nella squadra che ho in mente, lei ci sta proprio bene. La sua grande voglia di vincere, le sue ambizioni e le sue forti motivazioni, corrispondono alle nostre. E’ la prima atleta della nuova stagione e non potevamo ripartire meglio.”Una “mano pesante”, che ora tutti gli appassionati salentini di questo sport attendono di rivedere all’opera, pronti ad ammirarne le grandi qualità tecnico-agonistiche di attaccante-ricevitore, sia in prima che dalla seconda linea. “Siamo molto contenti di aver riportato in rossoblu un’atleta di grande valore, in grado di garantire notevole spessore al nostro sestetto – ha commentato il diesse Mattei – Continueremo ad operare sul mercato puntando su giocatrici in grado di mettere a disposizione del gruppo quelle caratteristiche che riteniamo fondamentali per chiunque debba vestire la maglia del Volley Maglie : serietà, abnegazione, spirito combattivo, forte senso di appartenenza e orgoglio da vendere”.

Per quel che riguarda Deborah Liguori, romana, ventotto anni il prossimo 29 agosto, 179 centimetri, è una schiacciatrice tra le più prolifiche della serie B1, dove nell'ultima stagione ha trascinato il Giò Volley Aprilia nei play-off promozione. Di lei si può ben dire che indiscutibilmente rappresenta una giocatrice di primo piano, molto apprezzata nel volley che conta, le cui gesta sportive iniziano ancora quattordicenne con l’Ostia, per poi consacrarsi nelle giovanili del Fonte Roma Eur, tra i due migliori vivai dell’epoca. Il debutto in A2 con la maglia della Virtus Roma avviene a diciannove anni, per poi andare a irrobustire la propria tempra in B1 con Fidia Roma, Ast Latina e Mercato San Severino. Le sue qualità sembrano un pochino sprecate e allora ecco tornare la A2 a farle l’occhiolino, con due brillanti stagioni a Santa Croce sull’Arno e Frosinone. Poi l’arrivo a Cisterna nel 2013, dove recita da protagonista per due stagioni, fino all’arrivo a Maglie nell’estate 2015, dove si mette in mostra con un girone di ritorno semplicemente strepitoso. Finita la stagione accetta l’offerta di Aprilia, fino ai giorni nostri con il suo graditissimo ritorno nel Salento.

0 commenti:

Posta un commento