Basket. Silac Angel Manfredonia, buona la prima

VIESTE - La SILAC “G. Angel” Manfredonia parte con il piede giusto all’ esordio stagionale del campionato di serie C di pallacanestro maschile, battendo a domicilio per 75-98 il Vieste, squadra giovane e dinamica.

Un risultato per nulla scontato, ma che costituiva un obiettivo minimo per la squadra di coach Ciociola, scattata ai nastri di partenza con l’intento di recitare un ruolo di primo piano nel  proprio panorama cestistico.

Infatti, va riconosciuto che di fronte ad un avversario più coriaceo del previsto, capace di pungere con Tommaso Lauriola (23), i biancoazzurri ospiti con Vuovolo (9) in quintetto a sostituire l’indisponibile Bialkoswki, hanno dovuto lottare per assicurarsi il distacco finale.

La partenza della SILAC è singhiozzante in difesa, con la squadra ospite che concede molti spazi, subendo le iniziative e l’entusiasmo in attacco dei padroni di casa.

La conseguenza è una sostanziale parità, rotta dalla tripla finale di capitan Gramazio (9 punti e 10 assist) che chiude il primo quarto sul 17-25.

A metà del secondo quarto il distacco rimane praticamente invariato, i padroni di casa tentano la carta della difesa a zona, sferzata subito da Sansone (13) e Jonikas (30) che consentono il primo distacco significativo (+14 sul 33-47) al riposo lungo.

L’intervallo serve al Vieste per recuperare energie ed entusiasmo e tentare di ribaltare l’inerzia della partita, mentre il Manfredonia riprende il terzo quarto esattamente come aveva cominciato il primo. Le buone iniziative offensive di Markovic (25) producono un mini-parziale (25-22) che entusiasma il pubblico di casa.  I ragazzi di coach Ciociola però non si scompongono e si affidano all’attento lavoro difensivo in pressing comandato da Gramazio, alla classe di Rubbera (16) ed alle realizzazioni di Antonio Padalino (11), riuscendo a controllare i ritmi di gioco e ristabilire le distanze (58-69) con i tiri liberi realizzati da Nicola Padalino (6) al termine del terzo periodo.

La SILAC cambia definitivamente marcia, mentre il Vieste non riesce proprio a contenere Jonikas, autentica enciclopedia cestistica consultabile sul parquet, che con la sua intelligenza tattica unita alla fisicità sui due lati del campo, alle iniziative vicino a canestro ed alle scelte al tiro sempre oculate, danno fiducia a tutto il gruppo, che piazza un parziale di 18-29 e si permette il lusso del debutto in campo, con realizzazione, del baby Grasso (classe 2001), riuscendo a portare a casa con merito la prima vittoria stagionale con il 75-98 finale.

A fine gara il coach Ciociola analizza la gara confermando che “siamo stati poco concentrati in partenza in difesa. Poi è aumentata la tensione agonistica con conseguente velocità di esecuzione anche in attacco. Lavoreremo in settimana per migliorare alcuni aspetti della gara, in vista del significativo impegno in programma già domenica.”

Prossimo impegno per la “G. Angel” Manfredonia è l’esordio casalingo al PalaScaloria di domenica prossima contro la “corazzata” Corato, vogliosa di riscattare la battuta di arresto registrata all’esordio.

Palla a due alle ore 19:00.

Tabellini:

SUNSHINE BASKET VIESTE: Vieste, M. Lauriola 6, Compagnoni 3, Hoxha 8, Markovic 25, Argentieri, Pietrafesa, T. Lauriola 23, Santos 11, Ruggeri, Ragno, Carosi n.e.
SILAC “ANGEL” MANFREDONIA: Sansone 13, B. Rubbera, Jonikas 30, Bialkowski n.e., Vuovolo 9, Gramazio 9, A. Padalino 11, N. Padalino 6, Prencipe, P. Rubbera 16, Miscio, Grasso 4.

0 commenti:

Posta un commento