Calcio a 5. Olympique Ostuni: stop forzato ad Andria

OSTUNI (BR). Trasferta amara per l’Olympique Ostuni che esce sconfitta dal gommato di Andria in una gara convulsa decisa da pesantissime sviste arbitrali. L'Olympique, sottotono e meno brillante di quella vista nelle prime due partite, soffre ma tiene nel primo tempo concluso in vantaggio 1-0 prima di cadere vittima del proprio nervosismo e delle sbandate degli arbitri.

Senza Lotesoriere ma con Schiavone all'esordio Greco scende in campo con Basile, Fiorentino, Lacarbonara, Salamida e Boccardi. Manovra lenta degli ospiti che girano palla senza riuscire a rendersi realmente pericolosi. I padroni di casa, più rabbiosi e frizzanti riescono a portare giocate pericolose dalle parti di un attento Basile. L’Olympique difende bene senza andare molto in affanno riuscendo a trovare anche il vantaggio con un bel destro dalla distanza di Loconte.

Nella ripresa i ragazzi di Greco soffrono tremendamente sbagliando approccio. Il pareggio arriva però in una situazione sgradevole con Barnaba a terra vittima di una gomitata di Rutigliani. Nelle proteste dopo il gol a farne le spese é lo stesso Barnaba che rimedia il secondo giallo. Con l'uomo in più l' Andria trova il vantaggio portandosi sul 2-1. La partita salta con i nervi e gli arbitri iniziano la sagra del giallo sventolando cartellini da una parte e dall'altra. Rutigliani finisce sotto la doccia e l'Olympique trova il pareggio con Ferri che insacca sulla linea di porta. Nella confusione generale il secondo arbitro prova ad espellere Loconte per doppio giallo dimenticandosi del fatto che il 14 ostunese non fosse iscritto sul proprio taccuino. Negli ultimi 3 minuti va fuori anche Greco per intemperanze di tutta la panchina e per completare l opera viene assegnato un tiro libero per i padroni di casa che trasformano il 3-2 finale portando i primi 3 punti a casa.

"Sono amareggiato per la sconfitta arrivata in un modo del genere. Oggi abbiamo commesso diversi errori di approccio e di tenuta mentale" ha dichiarato al termine del match mister Christian Greco "Ce ne siamo andati di testa perdendo le redini di una partita che seppur giocata sottotono avevamo la possibilità di portare a casa. Meglio che certe cose succedano ora in modo da poterle correggere. Ora pensiamo alla prossima partita".

Al termine della gara è intervenuto anche Loconte che ha affermato: "È stata una partita molto combattuta come dimostra il risultato ma da parte nostra c’è il rammarico di aver fatto una prestazione negativa e al di sotto delle nostre vere potenzialità. Eravamo anche riusciti a finire in vantaggio il primo tempo, ma nel secondo non siamo rientrati in campo con il giusto atteggiamento l’Andria è riuscita a ribaltare il risultato e a vincere. Per fortuna sabato c’è una nuova partita e abbiamo subito l’occasione di rifarci davanti ai nostri tifosi". 

0 commenti:

Posta un commento