Calcio. Ranieri: "La Var è una cosa superpositiva e naturale"

ROMA - "E' un'avventura difficile" ha dichiarato l'allenatore del Nantes Claudio Ranieri a 'Radio Anch'io Sport' su RadioUno.

"Siamo una squadra che si deve salvare e cerchiamo di farlo. Abbiamo un pochino il problema del gol ma nonostante questo abbiamo già raccolto sette punti e siamo in acque tranquille anche se non dobbiamo abbassare la guardia e rimanere vigili e attenti. Sono stato comunque accolto molto bene, sia dalla stampa che dai tifosi, magari si aspettano un altro miracolo ma bisogna lavorare duro e avere un pizzico di fortuna. Qui bisognerebbe che le Leghe facciano qualcosa, le piccole squadre devono avere qualcosa per avere dei campionati non dico equilibrati ma almeno interessanti. I soldi investiti contano tanto, non ti danno la certezza di vincere ma di stare ad alto livello sì. Quello che è successo al Leicester credo sia stato un fatto isolato, ma è bello poter sognare e qualche vota questi sogni si avverano. Spero di essere ricordato come un allenatore che ha lavorato in modo serio. Sono venuto qui per misurarmi, mi ha stimolato l'avventura, il campionato francese, l'importante è avere ben chiari i progetti e gli obiettivi. Non ho deciso di vivere all'estero, mi piace mettermi alla prova, finchè ho questa mentalità, questa ambizione di misurarmi, lascio sempre aperte tutte le porte. Riguardo la Var, è una cosa superpositiva e naturale con la tecnologia che c'è oggi".

0 commenti:

Posta un commento