Calcio. Allegri: "Contro la Lazio partita complicata: bisogna fare un salto importante"

TORINO - "La squadra ha fatto per sei anni dei grandissimi risultati ma ora abbiamo contro tutte le squadre del campionato. Le nostre rivali sono ancora più arrabbiate e vogliose di battere la Juve e noi dobbiamo migliorare e non concedere quello che abbiamo concesso in questo inizio di campionato" ha dichiarato l'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri alla vigilia della gara contro la Lazio.

"Il Napoli ha raggiunto una certa maturità, l'Inter sta crescendo, la Roma sta continuando su quello che ha fatto l'anno scorso, il Milan ha fatto una campagna acquisti importanti e la Lazio negli ultimi anni sta facendo cose importanti. Gli errori da non commettere sono quelli di non concedere campo, ripartenze. A Roma abbiamo fatto i primi 10-15 minuti molto bene, poi abbiamo concesso delle ripartenze e loro in campo aperto sono molto bravi. Domani è una partita complicata ma bisogna fare un salto importante per affrontare la stagione nel migliore dei modi e annullare momenti come quelli dopo il 2-0 sul Sassuolo, dopo il 2-0 sul Torino o come è successo a Bergamo, dove dopo il 2-0 abbiamo smesso non solo di giocare ma anche di difendere e questo ci è costato due punti. Su questo dobbiamo lavorare, altrimenti pensiamo troppo alla fase offensiva. Ma se cali un attimo nella fase difensiva sei in balia degli eventi. Dobbiamo migliorare altrimenti rischiamo di buttare via dei punti durante la stagione. Negli ultimi 10 anni solo un anno ha vinto la squadra con la seconda miglior difesa, l'Inter. Poi ha vinto il campionato la miglior difesa e alla fine questa cosa verrà fuori. Higuain ha migliorato la condizione, è motivato e farà un grande mese. Mandzukic è tornato e sta bene, può giocare. Domani in porta ci sarà Buffon, è tornato bello pimpante dalla nazionale, così come tutti gli altri. Anche Khedira sta bene ed è a disposizione, Marchisio sta lavorando in parte con la squadra e in parte svolge lavoro personalizzato. Per De Sciglio e Howedes ci vuole ancora un po' di tempo, così come per Pjaca. Pjanic sarà a disposizione per mercoledì, non voglio rischiarlo". 

0 commenti:

Posta un commento