Calcio. Bari: Floro Flores e Brienza faranno ancora la differenza?

di NICOLA ZUCCARO - E' il 91' di Bari - Foggia, quando Floro Flores (appena subentrato a Cissè), involandosi sulla fascia, disegna un cross basso per Galano. Il n.10 dei galletti (foggiano di nascita, tanto da non esultare al contrario dei suoi compagni che raggiungono, esultanti, la Curva Nord) spinge in rete e a porta vuota la palla del definitivo 1-0 che consegna alla compagine biancorossa la momentanea vetta della classifica.

Al triplice fischio, scavalcato il Parma (sconfitto a Carpi per 2-1) ed il Palermo (inutile il 3-0 in casa dell'Avellino), si scatena il tripudio sugli spalti (toccate le 35.000 presenze al San Nicola, alle 12.30 del 26 novembre) e all'esterno dell'Astronave.

Un epilogo inimmaginabile, fino al precedente quarto d'ora, quando la gara, dopo una prima frazione di gioco - molto tattica e poco entusiasmante - cambiava volto per l'inserimento, oltre che di Floro Flores, anche di Brienza. Entrambi (si perdoni la rima) hanno fatto ancora la differenza come in occasione degli incontri interni contro Ascoli e Pescara, subentrando a gara in corso e cambiando il volto della stessa, a favore del Bari.

La strategia applicata da Fabio Grosso e rivelatasi vincente, anche in occasione del derby con il Foggia, confermerà il San Nicola quale fortino dei biancorossi? E' la domanda che introduce (dopo la trasferta a Chiavari contro l'Entella del 3 dicembre alle ore 17.30) la prossima quanto attesissima sfida interna. Al San Nicola arriverà il Palermo, per il confronto in programma, sempre nell'orario precedentemente menzionato, domenica 10 dicembre 2017.

0 commenti:

Posta un commento