Calcio. Totti: "Con la nuova vita da dirigente della Roma è cambiato tutto"

ROMA - "Con la nuova vita da dirigente è cambiato tutto" ha dichiarato l'ex capitano della Roma e dirigente Francesco Totti in una lunga intervista al Corriere della Sera.

"La vita, la testa, il fisico. Ero abituato a fare sempre le stesse cose: sveglia presto, colazione, allenamento. Come una macchina. Adesso devo programmare la giornata. L'impatto non è stato semplice. Ho chiesto alla società se potevo ricaricare le batterie per un po'. Avevo voglia di dare un taglio, liberare la testa, godermi i miei figli. Me lo hanno concesso e li ringrazio, così ho potuto cominciare con il piede giusto il nuovo percorso. Sono rimasto nel calcio, che per me è la vita. E' tutto. All'inizio parlavo da solo, come un matto: sono infortunato, sono squalificato, adesso rientro. Però adesso mi sono abituato. Un sogno nel cassetto? Tornerei indietro. Dal 2000 al 2010 stavo al top, anni fantastici. Me ne basterebbe uno solo".

0 commenti:

Posta un commento