Calcio. Serie B: Bari-Parma, si riaprirà il fortino biancorosso?

di NICOLA ZUCCARO - Dopo il Palermo è il turno del Parma. Un'altra big che alla pari della temporanea capolista della B 2017-2018 punta al ritorno in Serie A, rappresenterà per il Bari di Fabio Grosso l'altro esame che servirà a testare la maturità dei biancorossi quali attuali titolari della seconda posizione nella graduatoria del campionato cadetto. E' quanto dovrà essere dimostrato dal fischio di inizio del Sig. Marco Piccinini della Sezione di Forlì, alle 20.30 di giovedì 21 dicembre 2017.

Pur condizionato dalla bassa quota dei tifosi paganti (4.154 i biglietti venduti fino alla serata di mercoledì 20 dicembre), il Bari cercherà di far sua la gara, sia per salutare il 2017 del San Nicola con un successo dinanzi al pubblico amico, sia per smentire  - dopo il successo in quel di Perugia - la nomea di squadra formato trasferta ma di riprendere, al contrario, il trend positivo in casa.

A cancellare le due uniche sconfitte interne presso l'Astronave inflitte sinora dal Venezia e dal Palermo, dovrà maggiormente provvedere il tridente offensivo composto da Improta, Nenè e Galano (risultato decisivo nell'1-3 del Curi di sabato scorso) contrapposto a quello del Parma, rappresentato da Di Gaudio, Baraye e da Roberto Insigne. A entrambi i  reparti offensivi il compito di scaldare una serata fredda (stando alle previsioni metereologiche previste sul capoluogo pugliese) ed in special modo a quello biancorosso che dovrà cancellare l'ultimo precedente in Serie B risalente alla stagione 2008-09, quando il Bari di Antonio Conte capitolò per 0-2 contro il Parma allenato da Guidolin.

Un ko da cancellare anche in virtù del recente confronto in Coppa Italia del 6 agosto scorso, quando i galletti sconfissero i ducali per 2-1, accedendo alla fase successiva della Tim Cup. Ma in questa pazza quanto imprevedibile Serie B sarà tutt'altra storia. 

0 commenti:

Posta un commento