Coni. Malagò: "Obiettivo dell'Italia alle Olimpiadi di Pyeogchang è di arrivare in doppia cifra"

ROMA - "L'obiettivo italiano alle prossime olimpiadi invernali di Pyeogchang è di migliorare quello che si è fatto a Sochi in termini di numeri di medaglie. Ne abbiamo vinte otto, ed in corso d'opera ce ne hanno consegnata un'altra per un caso di doping di un'atleta russa e ricordo che a Vancouver ne vincemmo cinque" ha dichiarato in conferenza stampa il presidente del Coni, Giovanni Malagò, al termine dei lavori della giunta nazionale del Coni svoltasi a Palazzo Vecchio a Firenze.

"In epoca non sospetta ho detto che saremmo andati in doppia cifra di medaglie alle olimpiadi invernali. Ci siamo andati vicino all'ultima edizione. Andare in doppia cifra alla prossima edizione di Pyeogchang significherebbe molto. Sono molto ottimista, sono convinto che faremo un risultato importante. Possiamo vincere l'oro in moltissime gare, pur non avendo tantissime certezze perché fare una discesa libera o una gara di short track ha dei rischi che magari chi fa i cento metri piani non ha. Però è il bello degli sport invernali, ma siamo molto ottimisti. Sugli sport invernali una medaglia di cui sarei contento se venisse ottenuta sarebbe quella di Nadia Fanchini, per ovvi motivi. Per ciò che riguarda gli sport sul ghiaccio, sarebbe bello andare a prendere una medaglia da una squadra sia essa la coppia dell'artistico o la danza, per dare dimostrazione che siamo un Paese che non ha solo un singolo che vince. E' stato dato al sottoscritto, da parte della giunta, la delega per completare la lista delle iscrizioni. Noi porteremo 121 atleti ad una olimpiade invernale, la più grande spedizione in termini numerici per una Olimpiade invernale dopo quella organizzata in casa a Torino. La giunta inoltre ha confermato i premi da dare ai medaglisti, con i valori 150 mila euro per ogni medaglia d'oro, 75 mila euro per ogni medaglia d'argento, e 50 mila euro ai vincitori di medaglia di bronzo".

0 commenti:

Posta un commento