Calcio. Balata: "La Var in Serie B? Vorremmo averla già dal prossimo campionato"

ROMA - "La Var in Serie B? La vogliamo, la stiamo chiedendo, c'è un problema di costi, ma stiamo approfondendo questo tema e vorremmo già avere la Var dal prossimo campionato. Ritengo sia uno strumento utile, importantissimo che rende tutto più trasparente e più giusto" ha dichiarato il presidente della Lega calcio di Serie B, Mauro Balata, durante il programma 'La Politica nel pallone - su Gr Parlamento'.

"Questa nuova avventura al nostro interno sta andando molto bene. La B è una Lega fatta di idee, di innovazioni, di valori, di territorio. Le nostre società coprono gran parte del territorio nazionale, con milioni di appassionati, abbiamo un campionato avvincente e siamo cresciuti molto anche come prodotto televisivo, sono molto soddisfatto e mi trovo benissimo. Le prossime novità? Adesso bisogna cercare di superare questo momento di difficoltà e riportare serenità all'interno del movimento calcistico. Poi noi siamo un campionato che dà molto spazio ai giovani e all'italianità e vogliamo seguire questo percorso. Lo sviluppo dei settori giovanili e l'impiego dei talenti italiani, lo facciamo, e vogliamo proseguire su questa strada, anche con norme più stringenti, rispettando le normative comunitarie, per dare futuro anche alle rappresentative nazionali. Il campionato di Serie B è bellissimo, con partite appassionanti e squadre racchiuse in pochi punti. C'è un livello e un tasso tecnico molto importante. E' un prodotto che sta avendo molto successo e di cui siamo estremamente soddisfatti. Figc? A noi della Serie B interessava un confronto, anche approfondito sulle problematiche sorte a seguito dell'apertura della crisi federale, nel merito. Questo metodo, che noi abbiamo chiesto di seguire, se fosse stato applicato avrebbe prodotto dei risultati più felici. Noi in Assemblea Figc abbiamo lasciato libertà di coscienza ai nostri presidenti. Il commissariamento è stato una sconfitta per il mondo del calcio, credo sia un dato oggettivo, ma credo fosse dipeso anche dal fatto che probabilmente è stata aperta una crisi al buio, senza fare una disamina approfondita di tutti i problemi di cui gli altri parlavano, io non ero ancora stato nominato. Si è cercato di individuare prima gli attori protagonisti e poi di scrivere il copione".

0 commenti:

Posta un commento