Le bocce un gioco per vecchi? Sbagliato, quanti giovani campioni in Italia

Sin da bambini siamo stati abituati all'idea che le bocce erano prettamente un gioco per vecchi. Magari insieme ai nostri nonni siamo andati anche a vedere le loro partite o addirittura abbiamo passato il tempo in spiaggia con gli amici a cercare di avvicinare il pallino nascosto nella sabbia. Niente di più sbagliato, le bocce sono uno sport di primissimo livello e, specialmente in Italia, si sta affermando ad altissimi livelli con tanti giovani campioni che ottengono risultati positivi nei tornei individuali ed a squadre.

Per chi non lo sapesse le bocce oltretutto diventerà nel 2024 anche sport olimpico quindi saranno ancora di piùgli sportivi che si avvicineranno ad esso con la speranza di vincere una medaglia olimpica ed entrare nella storia della Federbocce italiana. Come detto l'Italia è una delle nazioni che presenta tanti giovani atleti in questo gioco, una speranza in più per il futuro. La domanda potrebbe nascere spontanea: perchè un giovane dovrebbe avvicinarsi alle bocceanzichè a sport più antichi e blasonati come calcio, basket o pallavolo? Senza nulla togliere agli sport sopra citati, le bocce nascono in primis più che come sport di agonismo e prestanza fisica, come un modo per aggregare le persone, per migliorare i rapporti personali e permettere di vivere la vita comune con altri appassionati in maniera leggera e divertente. Come detto non ci sarà sforzo atletico nelle bocce ma di certo c'è agonismo, passione, impegno psicologico. Alle volte il gioco delle bocce sembra ricordare gli scacchi, ogni mossa nasconde una possibile insidia per l'avversario e spesso bisogna ricorrere a qualche trucco del mestiere per uscirne fuori (e nell'esempio specifico...una bella bocciata!).

Parliamo ora in generale dello sport delle bocce: le regole sono davvero semplici, si lanciano delle sfere rigide e si ottiene uno o più punti per quante bocce sono più vicine ad una sfera di diametro inferiore, chiamato pallino, lanciato alternativamente dalle squadre in campo. Esistono quattro tipi differenti di specialità delle bocce con regole più o meno simili: Raffa, che si pratica con bocce di formato più grande ed in materiale sintetico, Volo, che si pratica con bocce di dimensioni più grandi ed in metallo, Petanque che al contrario si gioca con bocce di dimensioni inferiori alle prime due in infine bocce alla libera (non praticata ufficialmente in Italia) che si svolge su terreni non regolari che presentano buche, sassi o pendenze. Si può giocare in tutti i casi uno contro uno (individuale), due contro due (coppie), tre contro tre (terne) fino ad un massimo di quattro contro quattro (quadrette). L'assegnazione dei punti avviene in base alla vicinanza della boccia al pallino, via via gli altri finchè non si individua una boccia avversaria. Infine parliamo dei colpi delle bocce. In particolare sono due: l'accosto vale a dire un tiro di precisione che viene effettuato con destrezza ed attenzione per cercare l'avvicinamento al pallino e la bocciata, un tiro più forte che mira a colpire le bocce avversarie per liberare il proprio campo di gioco.

0 commenti:

Posta un commento