Airoldi Calcio Femminile: la prima squadra di Mister Ceriani

Una nuova stagione è alle porte, ultimi giorni estivi di pausa e di relax per le ragazze e poi si torna in campo per preparare al meglio il ...

Airoldi Calcio Femminile: la prima squadra di Mister Ceriani


Una nuova stagione è alle porte, ultimi giorni estivi di pausa e di relax per le ragazze e poi si torna in campo per preparare al meglio il nuovo campionato 20/21. Anche quest'anno, la squadra allenata da Mister Michele Ceriani, disputerà il campionato del CSI Calcio a 7 Categoria B. I presupposti sono dei migliori: 14 ragazze in rosa e tanti nuovi sponsor a supportare la squadra.

Gli sponsor principali della stagione saranno:
- Q-Quality Relax, che si trova a Castellanza: è più di un classico pub: è un'esperienza di Qualità. Da bere 7 birre artigianali di Qualità alla spina a rotazione, oltre a una selezione di più di 50 etichette di birra di Qualità, comprendenti stili brassicoli più disparati, con tanto di opzioni GLUTENFREE e Vegan. Vino selezionato e a km0, whisky, rum, gin e altri spirits premium per coloro che cercano un'alternativa al luppolo. Da mangiare: 24 diverse combinazioni i vostri panini/piadine di Qualità, taglieri con i migliori salumi e formaggi della tradizione, ma anche opzioni vegane e vegetariane.
- HK Style, azienda di Bergamo che si occupa di assistenza informatica avanzata: sistemi di business integrator d’eccellenza che prevedono progettazione, gestione e realizzazione di strutture IT. L’azienda è stata fondata nel 2007 da Stefano Biffi, attuale CEO. HkStyle si è evoluta nel tempo attraverso l’acquisizione di diversi professionisti con elevata esperienza in ambito informatico, mobile e comunicazione, che agiscono per generare risultati concreti e duraturi per i propri clienti, capitalizzando il patrimonio conoscitivo e relazionale di ognuno, all’interno della proposta di valore che la società fornisce ai propri Clienti.
Sarà un campionato tutto da vivere, insieme alla prima squadra, allo staff e all'intera Società Airoldi Calcio.

Calcio: Matuidi lascia la Juve, giocherà nell'Inter Miami

(Getty)
FRANCESCO LOIACONO - Dopo tre stagioni il francese Blaise Matuidi lascia la Juventus. Il centrocampista, nella prossima stagione, militerà all'Inter Miami di David Beckham in Mls in America. Matuidi con la Juve ha vinto tre scudetti una coppa Italia e una Supercoppa italiana.

Calcio. Immobile: "Ho spezzato un incantesimo: ho interrotto il duetto Messi-Ronaldo"

(Ansa)

"Pazzesco, io davanti a Ronaldo e Lewandowski, se rileggo l’albo d’oro al contrario quasi non ci credo: Messi Messi Suarez Ronaldo Ronaldo Messi Messi Ronaldo Messi. Ho spezzato un incantesimo, interrotto il duetto Leo-Cristiano. Per questo ho ringraziato la squadra, era il minimo che potessi fare" ha dichiarato l'attaccante della Lazio, Ciro Immobile, il quale ha conquistato la Scarpa D'Oro.

"Nessun rimpianto. Ho fatto quello che andava fatto. Se non mi fossi comportato così non avrei raggiunto la cifra record. Lo spogliatoio, i suoi equilibri prevalgono sul resto. Sono fili sottilissimi e non devono essere mai spezzati. Il calcio è un gioco collettivo, nel corso di una stagione sono tanti i momenti in cui si ha bisogno dei compagni, del passaggio in più, del pallone servito nel punto giusto e al momento giusto. Il buon gruppo ha un’ottima memoria. Prima del lockdown eravamo a un solo punto dalla Juve e, soprattutto, mentalmente a mille. Le partite le vincevamo prima ancora di giocarle. La sospensione ci ha danneggiato, è stata gestita male, pur se abbiamo tentato di fare le cose al meglio. Per qualcuno rimanere bloccato a Roma non è stato un bene, ammetto di averlo pensato. In particolare per gli stranieri: tre mesi lontani dalle famiglie, per combattere la solitudine condividevano il tempo, gli spazi, ma non è la stessa cosa. La nostra ripartenza è stata pessima, la partita che ha provocato i guasti maggiori, quella di Bergamo. L’abbiamo persa nonostante il doppio vantaggio, ci siamo ritrovati con un pugno di mosche in mano. È stata vissuta come la chiusura del ciclo più brillante che era cominciato proprio con la rimonta sull’Atalanta, il 3 a 3 della svolta. Ho intenzione di legarmi per sempre alla Lazio. Il rinnovo sarà triennale, quindi il contratto scadrà nel 2025 quando avrò compiuto 35 anni. Sono nato a Napoli e seguo gli azzurri sempre con affetto, ma quello che mi ha dato e mi sta dando la Lazio non ha prezzo" ha dichiarato ancora Ciro Immobile in un’intervista esclusiva a "Il Corriere dello Sport".

Il Tennis Giotto è campione regionale a squadre Under12


Il Tennis Giotto ha trionfato nel campionato regionale a squadre Under12. Gianmarco Cartocci, Raffaele Ciurnelli e Lorenzo De Vizia sono i tre ragazzi nati nel 2008 che, accompagnati dal maestro Alessandro Caneschi, hanno meritato per il secondo anno consecutivo la vittoria del titolo toscano e che hanno così conquistato l’accesso alla successiva fase nazionale di macroarea, al termine di un torneo impeccabile in cui non hanno lasciato agli avversari nemmeno un punto.

La finale è stata giocata in trasferta sui campi dello Sporting Club Montecatini e ha visto il Tennis Giotto imporsi per 2-0 in virtù dei successi di Ciurnelli su Matteo Gribaldo per 6-4, 5-7 e 10-2, e di Cartocci su Gianluca Fabiani per 6-3 e 6-1, chiudendo così i giochi già nei due singoli. Nei turni precedenti, invece, gli aretini avevano superato con il punteggio di 3-0 il Tc Pistoia in semifinale e il Ct Pontedera ai quarti, rendendosi dunque protagonisti di una vera prova di forza. Questo risultato è stato accompagnato dalla qualificazione per la fase di macroarea che, dal 18 al 20 settembre, vedrà sfidarsi le migliori squadre emerse dai campionati regionali del centro Italia per definire i nomi delle finaliste dei campionati italiani. Con questo trionfo a squadre, tra l’altro, il Tennis Giotto ha dato seguito ai successi ottenuti nel campionato regionale individuale con Ciurnelli e nel campionato regionale di doppio con Ciurnelli-De Vizia, riuscendo così nell’impresa di aggiudicarsi tutti i titoli toscani in palio nell’Under12.

Questa vittoria impreziosisce una stagione positiva per le squadre giovanili del circolo che sono riuscite a ben figurare in numerose categorie. Tra le formazioni rimaste fino all’ultimo in corsa per il titolo sono rientrate l’Under16 maschile (con Filippo Pichi, Alessandro Ponticelli e Filippo Tanini) e l’Under12 femminile (con Alessia Ceccarelli, Camilla Farsetti, Emma Loffredo e Sofia Pierdonati) che, dopo essere arrivate in semifinale, si sono arrese nella finale per il terzo-quarto posto rispettivamente contro Sporting Club Montecatini e Ct Lucca. Sabato 8 agosto, invece, sarà una giornata decisiva per l’Under14 maschile formata da Alberto Capaccioli, Giorgio Carcani e Flavio Valois che, sconfitta in semifinale dal Ct Firenze, giocherà la finale per il terzo-quarto posto con il Ct Prato: in caso di vittoria, questa squadra guadagnerà l’accesso alla fase di macroarea. "I campionati regionali giovanili a squadre - commenta il direttore sportivo Francesco Benci, - hanno confermato la qualità di un vivaio che si è dimostrato capace di arrivare ai vertici di molte categorie dall’Under12 all’Under16. Facciamo ora il tifo per l’Under14 maschile, ma intanto festeggiamo una nuova vittoria nell’Under12 che conferma il valore di un gruppo di ragazzi che torneranno in campo per la fase di macroarea con l’obiettivo di rientrare nelle final-eight che assegneranno il titolo italiano".

Europa League, troppa Inter per il Bayer Leverkusen: a Dusseldorf finisce 2-1

(ANSA/EPA)
DUSSELDORF - I nerazzurri di Antonio Conte battono 2-1 il Bayer Leverkusen nel quarto di finale di Europa League giocato a Dusseldorf ed accedono alla semifinale. Le reti tutte nel primo tempo. A segno Barella e Lukaku per l'Inter, Havertz per la formazione tedesca. L'arbitro ha concesso due rigori all'Inter, uno per tempo, ma in entrambe i casi, dopo aver consultato il var, li ha poi convertiti in punizioni a favore del Leverkusen.

Nuoto. Cagnotto: "Ho deciso di lasciare. Scelgo la vita e la famiglia"

(Ansa)

"Eccoci qui. Vi avevo detto che verso settembre avrei deciso se continuare o meno la mia strada verso Tokyo. È stata una scelta davvero difficile. Da una parte la voglia di partecipare alla mia sesta olimpiade da mamma con il grande sogno di portare la bandiera e dall’altra il desiderio di allargare la famiglia. Ebbene sì, questa volta ho scelto la vita, la famiglia e poco dopo il destino ha voluto regalarmi una nuova vita dentro di me, già felice per la mia scelta" ha dichiarato la campionessa di nuoto, Tania Cagnotto.

"So che molti di voi volevano vedermi ancora una volta sul trampolino e mi spiace di avervi deluso, ma in questo lockdown, come sarà successo a tanti altri, ho avuto tempo di riflettere e capire cosa fosse più importante per me. Non avevo più quella forza di volontà (che per 20 anni mi ha guidato) di impegnarmi e sacrificarmi nel modo in cui un olimpiade lo richiede. Ho sempre onorato tutte le Olimpiadi e non potevo non farlo anche questa volta. Grazie a Francesca Dallapè per avermi convinta ad affrontare questa sfida pazzesca e di avermi fatto tornare a sognare qualcosa in grande come un Olimpiade da mamme. E ancora una volta grazie a tutti voi, che avete ricreduto in me. Voi che mi avete dato la forza di rimettere in moto la macchina, voi che mi avete sempre sostenuto con messaggi di stima e affetto. Vi prometto che vi renderò ancora partecipi della mia vita e comunque questo è solo un arrivederci al mondo dei tuffi perché credo di poter dare ancora qualcosa in un altra veste. E poi a Maya servirà un allenatrice" ha dichiarato ancora Tania Cagnotto in un lungo post su Instagram.

Un saggio on-line chiude la stagione della Ginnastica Petrarca

La stagione della Ginnastica Petrarca termina con uno speciale saggio on-line. La società aretina era tradizionalmente abituata ad anticipare lo stop estivo delle proprie attività con un saggio-spettacolo che riuniva in pedana tutte le componenti di ginnastica artistica, ginnastica ritmica e Gymnaestrada, andando a configurare un’occasione per mostrare i progressi vissuti in tutto un anno di allenamenti e per riunire atleti, tecnici, dirigenti e genitori. 

La recente situazione sanitaria ha impedito l’organizzazione di questo momento dal vivo, così la Ginnastica Petrarca ha pensato di creare un filmato celebrativo dove sono stati riuniti gli esercizi di tutti i suoi bambini e i suoi ragazzi che sono stati realizzati tra le mura di casa o direttamente in palestra. Il frutto di questo lavoro è un saggio on-line che è disponibile attraverso alcuni estratti sulla pagina facebook della società e che sarà inviato in versione integrale direttamente alle famiglie. "L’intenzione - commenta il presidente Simone Rossi, - era di salutare tutti i protagonisti della stagione sportiva 2019-2020, senza rinunciare al nostro saggio di fine anno. La recente emergenza sanitaria ci ha costretti a sfruttare le tecnologie per fare sport e ad adottare anche forme di allenamento in video-conferenza, dunque abbiamo deciso di utilizzare questi strumenti pure per realizzare un saggio unico e particolare che ogni famiglia potrà apprezzare solo a distanza ma che sarà comunque coinvolgente ed emozionante".

Il saggio on-line si apre con un’esibizione del gruppo di Gymnaestrada che dà vita ad una coreografia in palestra, con le ginnaste sempre distanziate nel rispetto delle misure previste dalla federazione per la prevenzione del contagio da Covid19. Successivamente scorrono le immagini degli esercizi individuali degli atleti agonisti che dalla metà di giugno hanno ripreso i loro allenamenti e che mostrano la ricchezza e la varietà di un movimento sportivo che spazia dai piccoli attrezzi della ginnastica ritmica ai grandi attrezzi della ginnastica artistica maschile e femminile, mentre uno spazio è dedicato anche ai bambini dei corsi di base che hanno proseguito la preparazione tra le mura domestiche in video-conferenza. La conclusione è un crescendo di emozioni attraverso le più significative fotografie realizzate durante la stagione a tecnici e atleti, con gli scatti dei gruppi sportivi e delle gare della prima parte dell’anno che si alternano ai ricordi delle iniziative attivate durante il periodo dell’emergenza sanitaria. "Il video - continua Rossi, - è un ulteriore strumento per dimostrare la vicinanza della società alle famiglie e, soprattutto, per ringraziare le stesse famiglie che si sono adeguate ai cambiamenti imposti dagli ultimi mesi. In questo senso, il più grande ringraziamento è indirizzato ai nostri tecnici che sono la più bella espressione della Ginnastica Petrarca e che hanno messo in moto ogni sforzo pur di portare avanti l’attività sportiva. L’appuntamento è ora fissato per la ripresa degli allenamenti nel mese di settembre".