Calcio: Josè Mourinho esonerato dal Manchester United

(Getty) Cambio nei Red Devils: Josè Mourinho non è più l'allenatore del club. Dopo due anni e mezzo, si chiude l'esperienza d...

Calcio: Josè Mourinho esonerato dal Manchester United

(Getty)
Cambio nei Red Devils: Josè Mourinho non è più l'allenatore del club. Dopo due anni e mezzo, si chiude l'esperienza dello Special One all'Old Trafford: i Red Devils, in una nota, hanno annunciato che il tecnico portoghese "ha lasciato il club con effetto immediato.

Il club ringrazia Josè per il lavoro svolto al Manchester United e gli augura il meglio per il futuro". La guida della squadra sarà affidata a un tecnico ad interim fino al termine della stagione, e qui si parla di Michael Carrick, e nel frattempo la società lavorerà per individuare un nuovo allenatore.

Calcio. Serie C: il Monopoli pareggia, la Virtus Francavilla Fontana, ko il Bisceglie

di FRANCESCO LOIACONO - Giornata positiva a metà la diciassettesima di andata per le squadre pugliesi del girone C di serie C. Il Monopoli ha pareggiato 1-1 fuori casa con la Cavese. Nel primo tempo i biancoverdi pugliesi sono passati in vantaggio con Mangni su rigore dato per un fallo di Tumbarello su Paolucci. I campani hanno replicato. Un tiro di Palomeque è stato deviato in angolo dal portiere Pissardo. Una conclusione di Rosafio su punizione ha centrato la traversa. Nel secondo tempo la Cavese ha pareggiato con Heatley, rovesciata al volo su cross di Rosafio. Il Monopoli è sesto in classifica con 25 punti.

La Virtus Francavilla Fontana ha vinto 1-0 a Brindisi contro la Paganese. Nel primo tempo i pugliesi propositivi. Un tiro di Albertini è finito di un soffio fuori. Nella ripresa i campani sono rimasti in dieci. Espulso Gori per un fallo su Monaco. I pugliesi sono andati in gol con Sarao di destro su passaggio di Lugo Martinez. Hanno insistito. Un tiro di Monaco è stato respinto in corner dal difensore Nacci. Sparacello di sinistro ha centrato il palo. La Paganese è andata vicina al pareggio. Un destro di Scarpa ha visto la valida opposizione con le mani del portiere Nordi. La Virtus Francavilla Fontana è tredicesima a quota 16. Il Bisceglie ha perso 1-0 a Rieti. Decisiva per i laziali la rete realizzata da Maistro con un tiro rasoterra nel secondo tempo. Il Bisceglie è sedicesimo con 14 punti.

Serie A calcio donne: la Pink Bari perde 1-0 allo stadio San Nicola contro la Roma

di FRANCESCO LOIACONO - Nella decima giornata di serie A di calcio donne la Pink Bari ha perso 1-0 allo stadio “San Nicola” contro  la Roma. Nel primo tempo le pugliesi insidiose. Un tiro di Erika Santoro non ha inquadrato la porta. Una rovesciata di Francesca Pittaccio ha sfiorato il palo. La Roma è passata in vantaggio al 28’ con Anna Serturini su rigore concesso per un fallo di mano di Deborah Novellino su cross della Pugnali.

Nel secondo tempo una conclusione di Deborah Novellino ha visto la valida opposizione con le mani della portiera Pipitone. Nel debutto della Pink Bari allo stadio “San Nicola” dopo che fino a qualche settimana fa la squadra di Roberto D’Ermilio aveva giocato le gare in casa sempre a Bitetto, ci sono stati 1400 spettatori. Sconfitta immeritata per le pugliesi. Sono ultime in classifica con 4 punti insieme all’Orobica Bergamo. Sabato 22 dicembre la Pink Bari giocherà fuori casa con l’Atalanta. Le bergamasche hanno pareggiato 0-0 in trasferta col Milan.

Insidia spagnola per Juve e Lazio: sorridono le altre italiane

di PIERO CHIMENTI - Si sono svolti a Nyon i sorteggi per gli ottavi di Champions. Male la Juventus, che pesca l'Atlantico Madrid, con un sapore di derby per Cr7: di fatto era la più insidiosa tra le squadre di seconda fascia. Gli uomini di Allegri giocheranno l'andata al Wanda Metropolitan il prossimo 20 febbraio, con il ritorno il 12 marzo.

Sorride invece la Roma che incrocerà il Porto, squadra tosta da non sottovalutare che può contare dell'eterno Casillas tra i pali. In Europa League, nei sedicesimi, va male alla Lazio, l'ultima delle italiane ad uscire dall'urna che dovrà vedersela con il Siviglia degli ex italiani Muriel e André Silva. Impegni più agevoli per Inter e Napoli, rispettivamente abbinate con Rapid Vienna e Zurigo.

Icardi di rigore per il ritorno alla vittoria dell'Inter

di LUIGI LAGUARAGNELLA - L'Inter batte di misura l'Udinese ed è sufficiente un rigore trasformato col "cucchiaio" da Icardi per tornare a far sorridere i tifosi nerazzurri dopo le ultime delusioni europee.

Il rigore dell'argentino è stato concesso dopo il Var. La partita non è delle più semplici poiché gli uomini di Spalletti sono chiamati a vincere per forza. Perisic è in panchina, mentre in campo vanno Keita e Joao Mario. I nerazzurri sono più presenti sotto la porta di Musso nel primo tempo, ma mancano do precisione e cinismo soprattutto con Borja Valero e Keita.

L'Udinese corre e tiene botta. Diventa pericolosa nella ripresa con De Paul e Fofana. Poi arriva il rigore di Icardi. È il caso di dire per l'Inter di questo tempo: il solito Icardi.

Il Bari vola a 42 punti sul Rotonda, in zona Di Cesare

di NICOLA ZUCCARO - All'84' di Rotonda-Bari, accentrandosi dal lato destro del campo e scagliando un siluro che trafigge Oliva, Valerio Di Cesare risolve una gara spigolosa per i galletti su un rettangolo nuovamente ostico del "Mimmo Rende" di Castrovillari, dove il Bari pareggiò coi locali per 1-1, il 14 novembre 2018.

Per Di Cesare è la quarta segnatura di questo campionato e la seconda consecutiva, anch'essa giunta nei minuti finali, come l'1-0 che ha risolto l'ultimo incontro interno con il Troina, nel turno infrasettimanale celebratosi mercoledì 12 dicembre. Un bottino che, per quanto leggero sul piano numerico, si rivela essere pesante sull'assetto tattico, perché evidenzia la facilità dei difensori (oltre a Di Cesare, anche Mattera) nell'andare a segno, a discapito di un reparto offensivo che, nel confronto contro il Rotonda, ha confermato la propria sterilità.

Ma, a dover togliere le castagne dal fuoco, ha provveduto ancora una volta la difesa che si è confermata essere il miglior attacco di un Bari che salendo a 42 punti in testa alla classifica del Girone I, aumenta di 11 lunghezze il distacco dalla Turris, fermata sullo 0-0 in casa della Nocerina.

Serie A, Cagliari-Napoli 0-1: Milik regala la vittoria ad Ancelotti

di STELLA DIBENEDETTO - Con una punizione di Milik al 91', il Napoli batte il Cagliari e non perde la scia della Juventus, vittoriosa ieri contro il Torino. Gli azzurri ci sono ancora, ma per portare a casa i tre punti della vittoria devono soffrire parecchio contro un Cagliari che, dopo aver fermato la Roma, va vicinissimo al pareggio anche contro gli uomini di Ancelotti. Per il gol della vittoria, infatti, è necessario aspettare il 91' quando Milik, su punizione, trova la mossa magica.

Il primo tempo non regala grandi emozioni al pubblico. Il Napoli fatica a trovare il giusto equilibrio e le azioni sono poco efficaci. Il Cagliari potrebbe approfittarne ma la difesa azzurra è attenta. Nel secondo tempo, il Napoli scende in campo più deciso. Gli uomini di Ancelotti appaiono più convinti delle proprie mosse, ma la rete della vittoria arriva solo in pieno recupero. Grande gioia per gli azzurri che portano a casa tre punti molto importanti.

"Tutta la squadra ha mostrato una grande reazione dopo la sconfitta di Liverpool e sono contento della prestazione globale, nonostante le difficoltà che abbiamo avuto nel primo tempo dovute anche le assenze di Mertens e Insigne, che avevo tenuto a riposo per avere più freschezza e intensità. La sconfitta di Liverpool è stata un colpo forte, ma la reazione è arrivata molto prima di questa sera. Non avevo bisogno di Cagliari-Napoli per capire che questa squadra aveva risposto alla partita di Anfield", ha spiegato Ancelotti a Sky.