Visualizzazione post con etichetta Calcio. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Calcio. Mostra tutti i post

Calcio femminile: l'Italia pareggia 0-0 con l'Olanda a Sittard nelle qualificazioni agli Europei

Nazionale Femminile di Calcio fb

FRANCESCO LOIACONO -
L’Italia Femminile ha pareggiato 0-0 contro l’ Olanda a Sittard nella penultima partita di ritorno del Gruppo 1 della Lega A delle qualificazioni agli Europei che si disputeranno in Svizzera nel 2025. Nel primo tempo al 6’ Barbara Bonansea delle azzurre è andata vicina al gol. Al 7’ Lineeth Beerensteyn delle olandesi ha sfiorato la rete. Al 27’ Valentina Giacinti dell’ Italia non è riuscita a concretizzare una buona occasione. Al 41’ un colpo di testa di Barbara Bonansea è stato salvato sulla linea di porta dalla mediana Vivianne Miedema. Nel secondo tempo al 17’ Sherida Spitse dell’ Olanda con una conclusione di sinistro non ha inquadrato la porta. Al 21’ Vivianne Miedema delle olandesi con un tocco al volo di destro ha colpito la traversa. Al 94’ la squadra di Andrea Soncin è rimasta in dieci poiché Agnese Bonfantini è stata espulsa per doppia ammonizione. 

Nell’altra gara di questo Gruppo la Norvegia ha pareggiato 1-1 con la Finlandia a Helsinki. L’ Olanda è prima in classifica con 8 punti. L’ Italia è seconda con 6 punti insieme alla Norvegia. La Finlandia è quarta con 5 punti. Nell’ ultima partita di ritorno le azzurre giocheranno martedì 16 luglio alle 19 contro la Finlandia a Bolzano al “Druso” e dovranno vincere per qualificarsi agli Europei. Se invece l’ Italia pareggerà dovrà sperare che la Norvegia perda a Oslo contro l’ Olanda nell’ altro incontro di questo Gruppo. Se la squadra di Andrea Soncin concluderà questo Gruppo al terzo posto in classifica dovrà vincere gli spareggi che si disputeranno tra la fine di ottobre e l’ inizio di dicembre per qualificarsi agli Europei.

Euro 2024: l'Inghilterra batte l'Olanda e vola in finale

Uefa Euro 2024

L'Inghilterra ha conquistato un posto in finale a Euro 2024 battendo l'Olanda con un risultato di 2-1. La squadra inglese affronterà la Spagna per il titolo, domenica 14 luglio alle ore 21, all’Olympiastadion di Berlino. Questa sarà la seconda finale consecutiva di un Europeo per l'Inghilterra, che cercherà di riscattarsi dopo la sconfitta subita contro l'Italia a Wembley.

La cronaca della partita

Primo tempo

A Dortmund, l'Inghilterra ha iniziato la partita con determinazione, prendendo l'iniziativa del gioco. Tuttavia, è stata l'Olanda a sbloccare il risultato in contropiede grazie a Xavi Simons. Il giovane talento olandese ha approfittato di un'opportunità rapida per portare in vantaggio la sua squadra.

Il pareggio inglese

La reazione inglese non si è fatta attendere. Harry Kane ha pareggiato i conti su rigore, ristabilendo l'equilibrio nel match. L'episodio è stato cruciale per rimettere l'Inghilterra in carreggiata e rilanciare le loro speranze di vittoria.

Azioni chiave

L'Olanda ha cercato di rispondere e Denzel Dumfries è stato protagonista di due episodi chiave. Prima ha salvato sulla linea una conclusione di Phil Foden, poi ha colpito la traversa con un potente colpo di testa. Foden, a sua volta, ha colpito il palo con un tiro da fuori area, sfiorando il gol del vantaggio per l'Inghilterra.

Gol della vittoria

La partita sembrava destinata ai tempi supplementari, ma al 90', proprio allo scadere, Ollie Watkins ha segnato il gol decisivo per l'Inghilterra. Il suo tiro preciso ha battuto il portiere olandese, assicurando così la vittoria e l'accesso alla finale.

Verso la finale

Con questa vittoria, l'Inghilterra si prepara a disputare la finale contro la Spagna. Gli inglesi sperano di ottenere la loro prima vittoria in un Campionato Europeo, cercando di dimenticare la delusione della finale persa a Wembley contro l'Italia. La sfida all’Olympiastadion di Berlino promette di essere un evento emozionante, con entrambe le squadre pronte a dare il massimo per conquistare il titolo continentale.

Spagna in finale: spettacolo a Monaco di Baviera

Uefa Euro 2024 fb

MONACO DI BAVIERA - La Spagna ha offerto una prestazione memorabile a Monaco di Baviera, qualificandosi per la finale degli Europei dopo dodici anni di attesa. L'incontro contro la Francia è stato ricco di emozioni e azioni spettacolari, culminando con un trionfo spagnolo per 2-1.

Il Match

Al 6’, Fabian Ruiz ha sfiorato subito il vantaggio per la Spagna, andando ad arpionare un pallone di testa servito da Yamal. Tuttavia, la Francia è stata la prima a segnare. Il gol dei francesi è nato da una combinazione tra Kylian Mbappé e Randal Kolo Muani, entrambi originari di Bondy, vicino Parigi. Mbappé ha effettuato un cross perfetto che Kolo Muani ha trasformato in rete con un colpo di testa preciso.

Nonostante il gol subito, la Spagna non si è demoralizzata. Al 21’, il giovane prodigio Lamine Yamal ha eluso la marcatura di Adrien Rabiot con una finta, calciando poi a giro e infilando il portiere francese Mike Maignan. L’esultanza di Pedri, con mani sulle guance e occhi spalancati, rifletteva lo stupore di tutti.

Il secondo gol della Spagna, al 55’, è stato altrettanto spettacolare. Dani Olmo, dopo aver saltato Tchouaméni con una giocata nello stretto, ha calciato di destro, con una leggera deviazione di Koundé che ha mandato la palla in rete.

A questo punto, la Spagna ha iniziato a gestire la partita con maggiore serenità. Jesus Navas si è ripreso dopo un inizio difficoltoso, mentre Cucurella ha continuato a essere fischiato dal pubblico tedesco a causa del fallo di mano contro la Germania.

Deschamps ha tentato di cambiare le sorti del match inserendo Griezmann, Barcola e Camavinga. L’occasione più chiara per la Francia è capitata sui piedi di Theo Hernández al 75’, ma il suo tiro è finito alto.

Gli ultimi minuti hanno visto l’ingresso di Olivier Giroud, il miglior marcatore della nazionale francese con 57 reti, ma anche lui non è riuscito a cambiare il risultato. Dembélé e Mbappé hanno creato qualche pericolo, ma non è stato l’Europeo di Kylian, come dimostrato dal suo tiro altissimo a 5 minuti dalla fine dopo un dribbling.

Gli "olè" del pubblico spagnolo hanno accompagnato gli ultimi minuti del match. Prima del triplice fischio, l'allenatore spagnolo de la Fuente ha regalato una standing ovation a Yamal, il giovane che con la sua magia ha riportato la Spagna in finale.

La Spagna ringrazia la classe e il talento di un sedicenne, Lamine Yamal, che con un gol da museo ha firmato una vittoria storica. La Roja torna in finale dopo 12 anni, pronta a lottare per il titolo europeo con la forza di una squadra giovane e talentuosa.

Turchia eliminata dall'Olanda: il sogno di Montella dura solo 70 minuti

Uefa Euro 2024

Il sogno della Turchia di Vincenzo Montella di tornare in semifinale dell'Europeo, a sedici anni di distanza dal memorabile traguardo del 2008, è svanito in soli sei minuti. Durante il quarto di finale contro l'Olanda, disputato ieri, la squadra turca era riuscita a portarsi in vantaggio grazie a un gol di Akaydin al 35' minuto, alimentando le speranze di un ritorno tra le migliori quattro del continente.

Ma è stato proprio al 70' minuto che il sogno si è infranto. L'Olanda, guidata dal tecnico Ronald Koeman, ha iniziato una rapida rimonta. Prima è stato l'interista Stefan De Vrij a pareggiare i conti, sfruttando una disattenzione della difesa turca. Solo sei minuti dopo, un'autorete di Mert Muldur ha sancito il definitivo 2-1 a favore degli Oranje, spegnendo le speranze della squadra di Montella.

Con questa vittoria, l'Olanda ha conquistato un posto in semifinale, un traguardo che mancava dal 2004. La sfida successiva per gli uomini di Koeman sarà contro l'Inghilterra, in programma il 10 luglio alle 21 a Dortmund.

Per la Turchia e il suo allenatore Vincenzo Montella, resta l'amarezza di un'occasione persa, ma anche la consapevolezza di aver disputato un torneo combattuto, riportando la squadra tra le migliori otto d'Europa.

La Spagna supera la Germania: 2-1 ai supplementari e approda in semifinale

Uefa Euro 2024 fb

In una partita avvincente e ricca di colpi di scena, la Spagna ha battuto la Germania per 2-1 nei tempi supplementari, conquistando un posto nelle semifinali di Euro 2024. La squadra di Luis de la Fuente ha mostrato grinta e determinazione, sbloccando il risultato con Dani Olmo al 51° minuto, subendo il pareggio di Wirtz all’89°, e trovando il gol decisivo di Merino al 119°. Un match che ha tenuto tutti col fiato sospeso fino alla fine, culminato con l'espulsione di Carvajal al 120° minuto per un fallo su Musiala.

Il primo tempo

La partita è iniziata subito con intensità. Dopo appena 54 secondi, la Spagna ha registrato il primo tiro in porta con un mancino di Pedri, bloccato da Neuer. Purtroppo, dopo sei minuti, Pedri ha dovuto lasciare il campo per infortunio, sostituito da Dani Olmo.

Al 14° minuto, Lamine Yamal ha calciato una punizione per la Spagna, ma la palla è finita fuori. La Germania ha risposto con un colpo di testa di Havertz al 20°, parato da Unai Simon. Poco dopo, Raum è stato ammonito per un fallo su Carvajal, seguito dall’ammonizione di Le Normand al 29°.

Nonostante le occasioni per entrambe le squadre, il primo tempo si è concluso sullo 0-0, con la Spagna che ha attaccato di più e la Germania pericolosa in alcune ripartenze.

Il secondo tempo

La ripresa è stata altrettanto intensa. Al 47° minuto, Nico Williams ha servito Yamal, il cui cross è stato raccolto da Morata, ma il suo tiro è finito alto. Quattro minuti dopo, è arrivato il vantaggio della Spagna: Morata ha servito Yamal sulla destra, il cui traversone è stato finalizzato da Dani Olmo.

La Germania ha reagito al 75° minuto, con Füllkrug che ha colpito il palo dopo essere stato strattonato da un difensore spagnolo. All’81°, Havertz ha tentato un pallonetto che è finito di poco alto. Il pareggio è arrivato all’89°, con un tiro di Wirtz che si è infilato nell’angolino.

I tempi supplementari

Nel primo tempo supplementare, Oyarzabal ha sfiorato il gol con un tiro a giro al 103°. Müller ha risposto due minuti dopo con un assist per Wirtz, il cui tiro è finito fuori di poco.

Nel secondo tempo supplementare, la Germania ha continuato a spingere, ma è stata la Spagna a trovare il gol decisivo al 119° minuto: un traversone di Dani Olmo è stato colpito di testa da Merino, che ha siglato la rete della vittoria.

Al 120°, Carvajal è stato espulso per un placcaggio su Musiala, ma la Spagna ha mantenuto il vantaggio fino al fischio finale.

Germania 2024: il Portogallo avanza ai quarti dopo i rigori contro la Slovenia

Uefa Euro 2024

LIPSIA – In una serata carica di tensione e colpi di scena, il Portogallo ha superato la Slovenia ai rigori con un netto 3-0, qualificandosi per i quarti di finale di Germania 2024, dove affronterà la Francia. I 120 minuti regolamentari sono stati dominati dai portoghesi, con gli sloveni che si sono difesi con ordine, ma il destino della partita si è deciso solo dagli undici metri.

La partita

Durante i tempi regolamentari, il Portogallo ha mantenuto il controllo del gioco, cercando di sfondare il muro difensivo sloveno senza successo. La squadra di Fernando Santos ha mostrato una solida organizzazione e un costante pressing offensivo, ma la difesa slovena, guidata da un eccezionale Jan Oblak, ha retto bene.

I supplementari

Nei tempi supplementari, la partita ha vissuto momenti di grande intensità. L'arbitro Daniele Orsato ha assegnato un rigore al Portogallo per un fallo su Diogo Jota, ma Cristiano Ronaldo si è fatto ipnotizzare da Oblak, che ha parato il tiro del capitano portoghese. Poco dopo, un errore del veterano Pepe ha permesso a Benjamin Sesko di trovarsi a tu per tu con Diogo Costa, ma anche il portiere del Porto ha risposto presente, mantenendo il risultato sullo 0-0.

La serie dei rigori

Il portiere del Porto, Diogo Costa, è diventato l'eroe della serata durante la serie finale dei rigori. Ha parato tutti e tre i tiri sloveni, consegnando al Portogallo una vittoria netta per 3-0. I rigori sono andati come segue:

  • Ilicic (Slovenia): parato
  • Cristiano Ronaldo (Portogallo): gol
  • Balkovec (Slovenia): parato
  • Bruno Fernandes (Portogallo): gol
  • Verbic (Slovenia): parato
  • Bernardo Silva (Portogallo): gol

Verso i quarti

Il Portogallo ora si prepara ad affrontare la Francia nei quarti di finale, in un match che promette spettacolo e grande intensità. La squadra portoghese, galvanizzata dalla vittoria ai rigori, dovrà mantenere alta la concentrazione e continuare a mostrare la solidità difensiva e l'efficacia offensiva che l'hanno contraddistinta finora.

Con una prestazione eccezionale di Diogo Costa e una squadra determinata a fare bene, i portoghesi guardano con fiducia al prossimo impegno contro i campioni del mondo in carica. La sfida contro la Francia sarà un banco di prova fondamentale per misurare le ambizioni del Portogallo in questo Europeo.

Euro 2024: Svizzera-Italia 2-0, azzurri fuori già agli ottavi


BERLINO – Sfuma il sogno degli Azzurri di proseguire il cammino a Euro 2024. La partita inizia con una Svizzera aggressiva, determinata a mettere subito in difficoltà gli Azzurri. Al 19', uno schema su punizione coinvolge Barella e Di Lorenzo, ma quest'ultimo manca il pallone trovandosi comunque in posizione di fuorigioco. Poco dopo, un'occasione per gli elvetici vede Embolo impegnare seriamente Donnarumma, che para con sicurezza.

L'Italia prova a reagire con Chiesa, che rientra e calcia con il destro, ma la deviazione di Akanji manda la palla in angolo. Gli svizzeri continuano a dominare e al 37' trovano il gol del vantaggio con Freuler. Gli elvetici sfiorano il raddoppio poco dopo con Rieder, ma Donnarumma si supera, deviando sul palo e poi in angolo.

Nella ripresa, la squadra di Yakin parte forte e trova il raddoppio dopo pochi secondi con una rete di Vargas. Al 52', l'Italia è vicina al gol, ma una deviazione di Schar termina sul palo, lasciando ancora a secco gli Azzurri che non combinano quasi nulla sino a fine match. Italia fuori agli ottavi, Spalletti non ha saputo imprimere il suo gioco agli azzurri che sono sembrati spenti e opachi sin dai primi minuti di un match fondamentale per il loro cammino agli Europei.

Europeo di calcio 2024: ripartono gli ottavi di finale con Italia-Svizzera

Nazionale italiana di calcio fb

Dopo una pausa di due giorni, l'Europeo di calcio riparte oggi con gli attesi ottavi di finale. Sarà l'Italia, campione in carica, a riaprire le danze alle ore 18 a Berlino con la sfida che vedrà gli azzurri di Luciano Spalletti affrontare la Svizzera. Questo incontro sarà il 62esimo confronto tra le due nazionali, un duello iniziato nel lontano 1911. Il bilancio storico sorride agli italiani con 29 vittorie, 8 pareggi e 24 sconfitte.

Il precedente a Euro 2020

L'ultimo confronto tra Italia e Svizzera in un campionato europeo risale a Euro 2020, giocato a Roma il 16 giugno 2021, a seguito del posticipo causato dalla pandemia di Covid-19. In quell'occasione, la selezione di Roberto Mancini si impose con un netto 3-0, un risultato che gli azzurri sperano di replicare oggi.

Il ritorno all'Olimpico di Berlino

L'incontro di oggi avrà luogo all'Olimpico di Berlino, lo stesso stadio dove l'Italia conquistò il suo quarto titolo mondiale il 9 luglio 2006. Questo ricordo glorioso aggiunge un elemento di motivazione per la squadra italiana, che ha avuto un avvio incerto in Euro 2024 ma punta a proseguire il torneo con una prestazione convincente.

L'avversario svizzero

La Svizzera, sebbene considerata un'avversaria di vecchia data, ha dimostrato un sorprendente rendimento nella fase a gironi di questo Europeo. La compattezza e la solidità in campo della selezione elvetica sono ben note e temute da Spalletti, che ha sottolineato la necessità di una prestazione attenta e determinata da parte dei suoi uomini.

Le aspettative per gli ottavi

Il match odierno è carico di aspettative, con l'Italia che cerca di difendere il titolo conquistato nel 2020 e la Svizzera pronta a dimostrare la sua crescita e competitività sul palcoscenico europeo. Entrambe le squadre mirano a superare questo turno e avanzare verso i quarti di finale, in un torneo che promette emozioni e colpi di scena fino alla fine.

Con un bilancio storico favorevole e il ricordo del trionfo mondiale di Berlino, gli azzurri sperano di regalare ai tifosi una prestazione memorabile e di continuare il loro cammino in Euro 2024 con rinnovata fiducia e determinazione.

AIMC Puglia: bilancio positivo per il 57esimo raduno di Andria “Diavoli tra gli Ulivi”

ANDRIA - Si è positivamente concluso il 57esimo raduno dei Milan club di Puglia, organizzato dal coordinamento regionale dell’AIMC e dal Milan club di Andria e dall’associazione “Andria rossonera”. Nel corso della due giorni, i tifosi rossoneri hanno avuto modo di incontrare Filippo Galli, uno dei protagonisti dei periodi più vincenti della storia milanista. Assieme al tre volte campione d’Europa e cinque volte campione d’Italia, tanti altri ospiti che amano il Milan: il giornalista e scrittore Luca Serafini, lo storico tifoso della Curva Sud il “Barone” Giancarlo Capelli e il presidente AIMC Nazionale Giuseppe Munafò. Questa è stata l’occasione per i club di confrontarsi con l’idea e l’obiettivo di continuare ad agire come una vera famiglia. Giuseppe De Candia, presidente regionale AIMC, è soddisfatto e dà appuntamento al prossimo raduno: «Siamo orgogliosi di quanto avvenuto ad Andria. La presenza di Galli, così come di Serafini, del Barone e del presidente Munafò - dichiara il numero uno dell’AIMC Puglia - conferma ancora una volta la centralità della Puglia, feudo del tifo rossonero in Italia. Dopo la Lombardia siamo la regione con più club. Ringrazio il coordinamento regionale e inoltre Giuseppe Massaro, presidente del Milan club andriese, e Davide Scamarcio presidente di Andria rossonera per il gran lavoro svolto. Siamo già in prima linea per preparare al meglio raduno numero 58».

È tutto pronto per il 57° raduno AIMC Puglia, "Diavoli tra gli Ulivi", che si svolgerà ad Andria sabato 22 e domenica 23 giugno. Ospite d’onore Filippo Galli, difensore del Milan per tredici anni dal 1984 al 1997. Scudetti, Champions League e Coppe Intercontinentali ne hanno scandito una brillante carriera accanto a fuoriclasse come Franco Baresi e Paolo Maldini, impareggiabili compagni di reparto. Da Milano ha risposto presente Giuseppe Munafò, presidente AIMC nazionale, e Luca Serafini, giornalista, scrittore e cofondatore di Milan Community. A organizzare l’evento il coordinamento regionale AIMC Puglia, retto dal presidente Giuseppe De Candia, che ha trovato terreno fertile nel Milan club andriese del presidente Giuseppe Massaro e nell’associazione Andria Rossonera del presidente Davide Scamarcio. Se la giornata di sabato, ai piedi di Castel del Monte, sarà l’occasione per un primo approccio davanti al trofeo della Champions vinta ad Atene sul Liverpool nel 2007, il vero e proprio raduno si svolgerà il giorno dopo. Tutti i tifosi dei club pugliesi si ritroveranno presso la masseria Cariati a partire dalle 11 in via Vecchia Spinazzola.

Europei 2024: Italia-Croazia finisce 1-1, azzurri agli ottavi di finale

Nazionale italiana di calcio fb

VITO FERRI.
LIPSIA - La partita tra Italia e Croazia, valida per gli Europei 2024, si è conclusa con un pareggio 1-1, un risultato che permette agli Azzurri di Luciano Spalletti di avanzare agli ottavi di finale. Un incontro emozionante, carico di tensione e colpi di scena, che ha visto entrambe le squadre lottare fino all'ultimo minuto.

Primo tempo: dominio croato

La partita non è iniziata nel migliore dei modi per l'Italia. Nei primi minuti, gli Azzurri hanno sofferto le incursioni dei croati, guidati da un ispirato Luka Modric. La superiorità della Croazia si è concretizzata nel secondo tempo, quando un fallo di mano di Frattesi su un cross croato ha portato all'assegnazione di un rigore.

Gigione Donnarumma ha negato la gioia a Modric con una straordinaria parata su un tiro rasoterra alla sua sinistra, ma la gioia italiana è durata poco. Dopo un'altra grande parata di Donnarumma su un tiro di Budimir, Modric ha ribattuto in rete da due passi, portando in vantaggio la Croazia.

Secondo tempo: la rimonta degli Azzurri

Con l'inizio del secondo tempo, Spalletti ha deciso di cambiare le carte in tavola, inserendo Chiesa al posto di un poco lucido Dimarco, aumentando così il peso offensivo della squadra. L'Italia ha iniziato a schiacciare la Croazia nella sua metà campo, ma il gol del pareggio sembrava non arrivare.

Al 62', un'altra occasione per l'Italia: un bel colpo di testa del centrale di difesa ha sfiorato la traversa. Spalletti ha effettuato ulteriori cambi, inserendo Scamacca per Raspadori, e Fagioli e Zaccagni per Jorginho e Darmian. Un'altra grande occasione è arrivata quando Livakovic non è riuscito a intercettare un cross basso di Chiesa, ma nemmeno Scamacca è riuscito a segnare da due passi.

Il gol della speranza

Quando le speranze sembravano svanire, al 98', un tiro a giro di Zaccagni ha regalato agli Azzurri il pareggio sul filo di lana. Un gol che ha fatto esplodere di gioia i tifosi italiani e ha garantito la qualificazione agli ottavi di finale, ormai insperata.

Conclusioni

La partita contro la Croazia ha dimostrato il carattere e la determinazione della squadra di Spalletti. Nonostante le difficoltà iniziali e lo svantaggio, gli Azzurri non hanno mai mollato, trovando la forza di reagire e conquistare un risultato prezioso. Ora l'Italia si prepara ad affrontare gli ottavi di finale con rinnovata fiducia e ambizione, pronta a lottare per un posto tra le migliori d'Europa.

A Gelsenkirchen non c'è partita: Spagna-Italia finisce 1-0

Nazionale italiana di calcio fb
GELSENKIRCHEN - Nel confronto tra le due grandi squadre del girone B, la Spagna si impone con autorità su un'Italia che lotta per tutta la partita. Il risultato finale di 1-0 riflette il dominio spagnolo, che si assicura la vittoria del girone con una giornata d'anticipo.

L'incontro è stato caratterizzato dal controllo spagnolo sin dall'inizio: una formazione più veloce, potente e tecnicamente superiore ha messo sotto pressione gli Azzurri per l'intera durata della partita. Solo grazie a alcune parate decisive di Gianluigi Donnarumma l'Italia è riuscita a rimanere in piedi fino agli ultimi istanti.

Il momento decisivo arriva al 55º minuto, quando un cross preciso dalla sinistra di Nico Williams, deviato da Alvaro Morata, trova un tocco sfortunato sulla gamba di Riccardo Calafiori e finisce in rete dopo un intervento di Donnarumma. È quanto basta alla Spagna per capitalizzare la propria superiorità sul campo.

Ora gli Azzurri devono affrontare il prossimo match con la Croazia, in programma lunedì alle 21:00, cercando almeno un pareggio per assicurarsi un posto agli ottavi di finale. La sfida sarà cruciale per la squadra di Luciano Spalletti, chiamata a reagire dopo una sconfitta che mette in luce le difficoltà contro avversari di alto livello come la Spagna.

Erling Haaland arriva in Italia: vacanza sul Gargano per il bomber del Manchester City


FOGGIA – Questa mattina, l'aeroporto Gino Lisa di Foggia ha accolto un ospite di eccezione: Erling Haaland, l'acclamato attaccante del Manchester City. La notizia dell'arrivo del bomber norvegese ha rapidamente fatto il giro del web e dei social media, scatenando l'entusiasmo dei tifosi e dei curiosi.

Destinazione: Gargano

Secondo le prime informazioni, Haaland sembrerebbe diretto sul Gargano, una delle perle della Puglia, per trascorrere una vacanza. La scelta del Gargano, con le sue spiagge incantevoli e paesaggi mozzafiato, non sorprende, visto che la regione è sempre più apprezzata come meta turistica anche da celebrità internazionali.

Reazioni sui social

Non appena la foto di Haaland all'aeroporto di Foggia è stata condivisa sui social, è diventata virale, attirando migliaia di like e commenti. I fan hanno espresso entusiasmo e orgoglio per la presenza di una stella del calcio mondiale nella loro regione.

Il fascino della Puglia

La presenza di Haaland sul Gargano rappresenta un ulteriore riconoscimento del fascino e dell'attrattiva della Puglia come destinazione turistica. La regione, con le sue ricchezze naturali, culturali e gastronomiche, continua a conquistare visitatori da tutto il mondo.

Turismo: Europei di calcio, il brand Puglia si promuove in Casa Azzurri


BARI - Turismo, il Piano Media Italia dell’Assessorato regionale al Turismo / Pugliapromozione ha preso il via con la partita degli Europei di Calcio a Iserlohn, in Germania, dove gli Azzurri di Spalletti hanno vinto contro l’Albania di Sylvinho. Seguirà il match contro la Spagna in programma il 20 giugno e, quindi, l'ultima partita contro la Croazia, il 24 giugno a Lipsia. Il 30 giugno la vincitrice del girone disputerà l'ottavo di finale contro una delle migliori terze classificate.

È in questo contesto internazionale degli Europei di Calcio 2024 che, nell’ambito del Piano Media Italia, la Puglia ha scelto di esserci negli spazi e servizi di comunicazione nel ruolo di partner istituzionale della Nazionale di Calcio maschile.

“Confermiamo con soddisfazione la collaborazione tra Regione Puglia e FIGC-Federazione Italiana Gioco Calcio, avviata già lo scorso anno, all’interno del nuovo Piano Media del Turismo – dice Gianfranco Lopane, assessore al Turismo della Regione Puglia - . Nell’ambito di Euro2024 in Germania, saremo al fianco della nostra Nazionale Italiana di Calcio maschile attraverso un’iniziativa di marketing volta ad accrescere la visibilità del brand Puglia. In ‘Casa Azzurri’ e sui canali digitali ci sarà l’hashtag WeAreinPuglia accompagnato dai nostri stemmi istituzionali: condividiamo con un pubblico internazionale la vicinanza e il supporto della nostra terra ai ragazzi che scenderanno in campo, agli staff, ai nostri tifosi e a tutte le professionalità italiane impegnate in questa grande competizione calcistica. Inoltre, avremo uno spot social sulla Puglia con alcuni beniamini della Nazionale come testimonial d’eccezione. Gli eventi sportivi ci permettono di veicolare i nostri valori di accoglienza e ospitalità, di una destinazione sana, inclusiva e sostenibile, in linea con lo spirito di solidarietà e condivisione proprio del calcio e di questo Campionato europeo. Naturalmente, in bocca al lupo all’Italia”.

Il brand Puglia nell’ambito di “Casa Azzurri” sarà sia nel sito della Nazionale che negli allestimenti del quartier generale, nei canali di promozione degli Europei nonché nel video che sarà realizzato e diffuso sui canali social, che conta una community di 16 milioni di follower.

Insomma, fino al 14 luglio gli Europei di Calcio 2024 faranno giocare su più “campi” anche la Puglia grazie alla strategia di comunicazione di brand dell’Assessorato regionale al Turismo / Pugliapromozione.

Italia-Albania 2-1: vittoria in rimonta per gli Azzurri all'Europeo

DORTMUND - Una doccia gelata dopo 23 secondi, poi un tiepido e rassicurante scroscio che vale i primi tre punti della Nazionale. Comincia con Italia-Albania 2-1 l'Europeo degli azzurri, con una vittoria in rimonta in quel Signal Iduna Park che risveglia dolcissimi ricordi di quando ancora era conosciuto soltanto come Westfalenstadion, nel 2006.

L'avventura in Germania di Luciano Spalletti comincia malissimo, con un'ingenua rimessa laterale di Federico Dimarco dopo nemmeno mezzo minuto, lo scippo di Nedim Bajrami e la gran botta sotto l'incrocio a bruciare i riflessi di Gianluigi Donnarumma.

Già nel primo quarto d'ora altri due interisti rialzano l'orgoglio azzurro e nerazzurro: all'11' Alessandro Bastoni pareggia di testa su cross di Lorenzo Pellegrini, al 16' Nicolò Barella completa il sorpasso con un tiro di prima intenzione dopo un flipper in area. Poi ci prova anche Davide Frattesi, ma si ferma sul palo.

Giovedì 20 giugno la seconda partita della Nazionale, Spagna-Italia tra le due capolista del girone B di Euro 2024.

Serie A: Luca Gotti rinnova con il Lecce fino al 2026


FRANCESCO LOIACONO
- L'allenatore Luca Gotti ha ufficialmente rinnovato il suo contratto con il Lecce fino al 30 giugno 2026. Il precedente accordo sarebbe scaduto il 30 giugno 2024. Questa mossa conferma la fiducia del club verso Gotti, che è arrivato a Lecce lo scorso marzo in sostituzione di Roberto D'Aversa, esonerato dopo un incidente con un giocatore del Verona.

Il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani, e il responsabile dell'area tecnica, Pantaleo Corvino, si sono mostrati soddisfatti del lavoro svolto da Gotti, che è stato fondamentale per garantire la salvezza della squadra in Serie A.

Carriera e Contributo

Nella sua carriera, Gotti ha allenato diverse squadre, tra cui la squadra Allievi del Milan, il Pievigina, il Bassano, la Reggina, l'Italia Under 17, il Treviso, la Triestina, l'Udinese e lo Spezia. Inoltre, ha ricoperto il ruolo di vice allenatore per il Cagliari, il Parma, il Bologna e il Chelsea.

Il rinnovo del contratto è una conferma meritata per Gotti, che ha dimostrato le sue capacità nel guidare la squadra attraverso momenti difficili e garantire la sua permanenza nella massima serie del calcio italiano. Con l'estensione del contratto fino al 2026, il Lecce si prepara a proseguire il suo percorso sotto la guida esperta e competente di Luca Gotti.

Frattesi fa sorridere Spalletti: Italia-Bosnia 1-0 nell'amichevole pre-Europeo

Nazionale Italiana di Calcio fb

EMPOLI – L'Italia di Luciano Spalletti ha ottenuto una vittoria per 1-0 contro la Bosnia Erzegovina nell'amichevole pre-Europeo disputata allo stadio Castellani di Empoli. Il match è stato deciso da una rete di Davide Frattesi nel primo tempo.

La Partita

L'incontro è stato caratterizzato da un primo tempo equilibrato, con entrambe le squadre impegnate a studiare gli avversari e a trovare il giusto ritmo. La svolta è arrivata al 38', quando Federico Chiesa ha effettuato un preciso cross dalla destra. Frattesi, ben posizionato in area, ha colpito di prima intenzione, battendo il portiere bosniaco e portando l'Italia in vantaggio.

Secondo Tempo

La ripresa ha offerto poche emozioni, con i due tecnici che hanno approfittato dell'occasione per effettuare numerosi cambi e testare diverse soluzioni tattiche. La Bosnia ha cercato di reagire e di trovare il gol del pareggio, ma la difesa azzurra si è dimostrata solida e ben organizzata, neutralizzando ogni tentativo degli avversari.

Prospettive Future

Questa vittoria rappresenta un importante passo avanti nella preparazione della squadra azzurra per il prossimo Campionato Europeo. La squadra ha mostrato solidità difensiva e buone trame di gioco, confermando le aspettative del ct Spalletti. Con altri test in programma, l'Italia continuerà a perfezionare il proprio gioco per arrivare al meglio alla competizione continentale.

L'attenzione ora si sposta ai prossimi impegni amichevoli, dove la Nazionale cercherà di mantenere alto il livello di prestazioni e di continuare a costruire una squadra competitiva e ambiziosa.

L'Italia Femminile pareggia 1-1 contro la Norvegia nelle qualificazioni agli Europei


FRANCESCO LOIACONO
- Nel gruppo 1 delle qualificazioni agli Europei femminili del 2025, l'Italia si è scontrata con la Norvegia al "Paolo Mazza" di Ferrara in un match che ha visto entrambe le squadre lottare strenuamente per la vittoria. Alla fine, il risultato si è concluso con un pareggio 1-1, mantenendo vive le speranze di qualificazione per entrambe le squadre.

Primo tempo

Il primo tempo è stato caratterizzato da azioni incisive da entrambe le parti. Già al 2', Valentina Giacinti ha sfiorato il gol per l'Italia. Tuttavia, è stato al 6' che l'Italia ha preso il comando, con Manuela Giugliano che ha segnato un bellissimo gol su cross di Lucia Di Guglielmo. Nonostante gli sforzi della Norvegia, con Elisabeth Terland che ha colpito la traversa al 36', l'Italia ha mantenuto il vantaggio fino all'intervallo.

Secondo tempo

Nel secondo tempo, entrambe le squadre hanno continuato a lottare per il gol. Elena Linari e Sofia Cantore hanno sfiorato la rete per l'Italia, mentre Karina Saevik ha avuto un'occasione pericolosa per la Norvegia. Tuttavia, è stata Frida Maanum a pareggiare per la Norvegia al 37', portando il punteggio sul 1-1. Nonostante gli sforzi dell'Italia per trovare il gol della vittoria, con Martina Lenzini che ha mancato di poco il bersaglio al 41', il punteggio è rimasto invariato fino al fischio finale.

Classifica e prossime partite

Con questo pareggio, l'Italia si posiziona al secondo posto in classifica con 5 punti, alla pari con la Norvegia. L'Olanda guida il gruppo con 7 punti, mentre la Finlandia è quarta con 4 punti. Le prossime due partite saranno cruciali per le azzurre, che dovranno cercare di vincere per qualificarsi agli Europei. Giocheranno il 12 luglio in trasferta contro l'Olanda e il 16 luglio in casa contro la Finlandia, in due sfide decisive che potrebbero determinare il loro destino nel torneo continentale.

Italia e Turchia non si fanno male: 0-0 al Dall'Ara

Nazionale italiana di Calcio fb
PIERO CHIMENTI - Finisce 0-0 l'amichevole tra Italia e Turchia in preparazione a Euro 2024. Partita con poche emozioni, con gli azzurri che nonostante hanno tenuto il campo in maniera ordinata, non sono riusciti a pungere. L'unica occasione importante, degna di nota per gli uomini di Spalletti, è il colpo di testa di Cristante sul finire del primo tempo, su cross di Pellegrini da calcio d'angolo.

E sono 15! Il Real Madrid trionfa in Champions League


LONDRA – Il Real Madrid aggiunge un altro capitolo glorioso alla sua storia, conquistando la Champions League per la quindicesima volta. Nella finale giocata a Wembley, gli spagnoli hanno battuto 2-0 il Borussia Dortmund, grazie ai gol di Carvajal e Vinicius Jr.

La partita inizia con il Borussia Dortmund in grande spolvero. I tedeschi dominano il primo tempo, mettendo più volte in difficoltà la difesa madrilena. La più clamorosa occasione per il Dortmund arriva quando Fullkrug colpisce il palo, lasciando i tifosi gialloneri con il fiato sospeso.

Nonostante le numerose opportunità del Dortmund, il primo tempo si chiude sullo 0-0. Nel secondo tempo, il Real Madrid cambia marcia. La squadra spagnola, guidata dalla loro esperienza e qualità, inizia a imporre il proprio gioco.

Il vantaggio arriva al 60esimo minuto con un colpo di testa di Dani Carvajal, che finalizza alla perfezione un cross preciso di Kroos. Il gol scuote il Borussia, che tenta una reazione, ma trova davanti a sé una difesa del Real solida e compatta.

Al 75esimo minuto, è Vinicius Jr. a chiudere i conti. Il brasiliano, con una delle sue tipiche azioni, penetra nella difesa avversaria e con un tiro preciso batte il portiere del Dortmund, siglando il 2-0 definitivo.

Il triplice fischio dell’arbitro sancisce il trionfo del Real Madrid, che alza per la quindicesima volta il trofeo più ambito del calcio europeo. Una vittoria che conferma il club spagnolo come la squadra più titolata della competizione e un punto di riferimento nel calcio mondiale.

La notte di Londra si tinge di bianco, con i tifosi madrileni in festa per un'altra impresa memorabile dei loro eroi.

Juventus, Alex Sandro dice addio con un gol nella vittoria contro il Monza

Juventus fb

TORINO – Dopo nove stagioni indimenticabili in bianconero, Alex Sandro ha dato il suo addio alla Juventus in grande stile, segnando un gol nella vittoria per 2-0 contro il Monza nell'ultima giornata di campionato.

Il match è stato aperto dalla rete di Federico Chiesa, che ha portato in vantaggio la Juventus con una giocata magistrale. Poco dopo, è stato Alex Sandro a raddoppiare, concludendo così la sua carriera in bianconero con una prestazione memorabile.

Al termine dell'incontro, i giocatori della Juventus hanno salutato i propri tifosi con un emozionante giro di campo, mostrando con orgoglio la Coppa Italia vinta pochi giorni fa.

Per il Monza, nonostante la sconfitta, la stagione si è chiusa con una nota positiva grazie alla salvezza conquistata in largo anticipo, dimostrando di essere una squadra solida e ben preparata per la Serie A.

L'addio di Alex Sandro segna la fine di un'era alla Juventus, dove il difensore brasiliano ha collezionato numerosi successi e ha lasciato un'impronta indelebile. I tifosi lo hanno salutato con un caloroso applauso, riconoscendo il suo impegno e il suo contributo alla squadra nel corso degli anni.