Visualizzazione post con etichetta Juventus. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Juventus. Mostra tutti i post

Serie A, tre volte Juventus. Rimonta sulla Lazio

(via Juventus Fb)
ANTONIO GAZZILLO
- La Juve c’è. Dopo la vittoria nel turno infrasettimanale contro lo Spezia, i bianconeri hanno battuto anche la Lazio con un 3 a 1 maturato in rimonta. Al 14' è stata la squadra biancoceleste a portarsi in vantaggio con Correa. Kulusevski ha regalato palla all'argentino che si è involtato verso la porta e, dopo aver dribblato Demiral, ha battuto Szczesny. Il pareggio è arrivato al 39'. Rabiot ha calciato sul primo palo da posizione defilata, sorprendendo Reina.

La rimonta si è concretizzata nella ripresa grazie ad una doppietta di Morata. Al 57' l’attaccante spagnolo ha finalizzato un contropiede, condotto da Chiesa, con un tiro potente che si è insaccato all'incrocio dei pali. Al 60' ha trasformato un calcio di rigore concesso per un fallo di Milinkovic Savic su Ramsey. Nell’attesa dei match di Inter e Milan, la Juventus non vuole cancellare il suo nome dalla lista per la lotta scudetto finale.

Juve-Spezia 3-0: gol di Morata, Chiesa e Ronaldo

(via Juventus Fb)
TORINO - Con tre gol nell’ultima mezzora dopo l’ingresso di Morata e Bernardeschi la Signora torna al successo dopo il pari di Verona e si porta a 49 punti, terza a -7 dall’Inter e -3 dal Milan a parità di partite giocate. Netto il cambio di qualità con l’ingresso di Morata, che non segnava in campionato da due mesi e mezzo. Bernardeschi ha messo la firma sui primi due gol, mentre Cristiano Ronaldo tocca la pietra miliare dei 767 gol in carriera, raggiunta prima di lui da Pelè.

Juve, una positiva nella Under 19 donne

(via Juventus Women Fb)
TORINO - La Juventus ha reso noto che “nel corso dei controlli previsti dal protocollo in vigore, è emersa la positività al Covid-19 di una calciatrice della formazione U19. In ossequio alla normativa e al protocollo le giocatrici entrano da oggi in isolamento fiduciario domiciliare. La società è in costante contatto con le autorità sanitarie competenti”.

Serie A, la Juventus non passa a Verona. È 1-1

(via Juventus Fb)

ANTONIO GAZZILLO
- La Juventus non è riuscita ad espugnare Verona ed accorciare le distanze dalle rivali. Come nel march d’andata, la squadra di Juric ha bloccato i bianconeri sull'1 a 1. Le reti sono arrivate entrambe nella ripresa. Al 49' il 19esimo gol del solito Cristiano Ronaldo ha sbloccato il match.
 
Chiesa, dopo aver ricevuto la palla in verticale da Ramsey, ha servito il portoghese in area, abile a mettere in rete da pochi passi. Al 77' ci ha pensato Barak a pareggiare i conti. Dopo una bella azione collettiva, un cross di Lazovic ha pescato in area il giocatore di nazionalità ceca il quale ha battuto Szczesny con un colpo di testa imperioso.

Buffon sanzionato per frase blasfema

ROMA - Il tribunale federale nazionale ha sanzionato Gigi Buffon con un'ammenda di 5.000 euro. Il portiere della Juventus è stato deferito dalla Procura della Figc per aver pronunciato una frase contenente un'espressione blasfema in occasione della gara con il Parma dello scorso 19 dicembre.

Champions, Juventus sconfitta dal Porto. Chiesa tiene viva la speranza

(via Juventus Fb)
ANTONIO GAZZILLO - Nella gara di andata degli ottavi di Champions League, la Juventus è uscita sconfitta dallo stadio Do Dragao dove il Porto ha superato i bianconeri per 2 a 1. Gli uomini di Pirlo pagano caro due disattenzioni all’inizio dei due tempi. Al 2’ Bentancur, nell’intento di passare la palla a Szczesny, ha regalato un assist al giocatore avversario Taremi, libero di mettere a segno la rete del vantaggio.

Al 46’ Manafa, dopo essersi incuneato nella difesa bianconera immobile, ha servito a centro area Marega, bravo a battere l’estremo difensore avversario. All'82' il gol di Chiesa, su assist di Rabiot, ha accorciato le distanze e tiene viva la speranza in vista della gara di ritorno, dove la Juventus non potrà più permettersi di sbagliare.

Napoli-Juventus 1-0: Insigne stende i bianconeri, Gattuso sorride

(via Juventus Fb)
STELLA DIBENEDETTO - Dopo l'eliminazione dalla Coppa Italia, il Napoli torna alla vittoria battendo in campionato la Juventus. Decisivo un calcio di rigore trasformato da Lorenzo Insigne che ha steso i bianconeri regalando tre punti importanti a Gattuso e alla propria squadra. In gol importante per Insigne che è tornato sul dischetto dopo l'errore in Supercoppa e siglando la rete numero 100 con la maglia del Napoli. Battuta d'arresto per la Juventus che si piega al Napoli dopo aver collezionato sette partite senza sconfitte.

Sul terreno del proprio stadio, il Napoli che, aveva perso quattro delle ultime sette partite, torna alla vittoria nel segno di Lorenzo Insigne che porta a casa tre punti importanti facendo sorridere nuovamente Rino Gattuso. La rete è arrivata al 31'. I bianconeri hanno pagato un contatto in area di Chiellini su Rrahmani. L'arbitro, inizialmente, non ha visto il contatto assegnando poi il calcio di rigore dopo aver visualizzato con il Var.

La Juventus ha provato a reagire, ma nonostante un secondo tempo con un forte possesso palla, non è riuscita ad acciuffare il pareggio. I bianconeri ci hanno provato con Ronaldo, poi Chiesa e Morata, ma la difesa del Napoli, questa sera, è apparsa insuperabile. Gattuso porta a casa i tre punti della vittoria permettendo così al Milan di poter allungare ancora.

Coppa Italia: la Juve pareggia con l'Inter e vola in finale

(via Juventus Fb)
TORINO - I nerazzurri falliscono l'impresa allo Stadium ed escono di scena. Dopo la vittoria per 2-1 dell'andata, agli uomini di Pirlo è bastato infatti il pareggio. In finale la Vecchia Signora se la vedrà con la vincente di Atalanta-Napoli.

Serie A, la Juventus non si ferma: battuta anche la Roma

(via Juventus fb)
ANTONIO GAZZILLO - La Juventus si è imposta per 2 a 0 sulla Roma nell’anticipo della ventunesima giornata di serie A, rispondendo alla vittoria dell’Inter a Firenze. Dopo la vittoria in Supercoppa, la squadra di Pirlo non si è più fermata mettendo a segno tre vittorie di fila in campionato. A sbloccare il risultato nel match delicato con i giallorossi ci ha pensato il solito Ronaldo. Al 13' il fenomeno portoghese ha messo in rete con un colpo da biliardo dal limite dell’area, imprendibile per l’estremo difensore giallorosso.

Nella ripresa i bianconeri hanno raddoppiato grazie ad un autogol di Ibanez. Al 69' un cross basso di Kulusevski ha trovato la deviazione del difensore brasiliano nell'intenzione di anticipare Ronaldo. La vittoria permette alla Juventus di portarsi al terzo posto, superando la Roma e portandosi a cinque punti di distacco dall'Inter con una partita in meno.

Il nuovo centrocampo della Juve sta risollevando Pirlo

L'inversione di rotta è ben evidente: da quando Andrea Pirlo ha messo al centro del villaggio, nel cuore del centrocampo bianconero, Weston McKennie, Arthur e Rodrigo Bentancur, la squadra ha cominciato a inanellare una serie di risultati convincenti. E oltre ai risultati, una serie di prestazioni finalmente in linea con le aspettative che si avevano a inizio stagione per una squadra reduce da una massiccia campagna di rinforzamento nella sessione estiva di calciomercato.

I primi mesi stagionali della Juventus e di Andrea Pirlo sono stati più difficoltosi del previsto, a dispetto delle scommesse online che indicavano la Juventus come principale candidata al titolo di Serie A mentre ora si ritrova appaiata, se non superata, da Inter e anche Milan. 

Con l'inizio del girone di ritorno, i dati bianconeri in merito all'utilizzo dei centrocampisti sono piuttosto eloquenti: fino a poche giornate fa, Pirlo non era ancora riuscito a trovare una quadratura definitiva del cerchio. La Juventus è in possesso di una rosa profonda ma con delle contraddizioni di fondo tra le caratteristiche dei giocatori presenti, e questo ha reso complicata un'amalgama che ancora oggi non è giunta alla soluzione finale. Durante i primi mesi, l'allenatore ha optato per un centrocampo a due, cambiando poi idea in corsa con l'utilizzo di un centrocampo a tre, chiaramente la soluzione migliore per porre fine alle tante imbucate difensive a cui è stata sottoposta la Juve per larghi tratti del campionato.

790 minuti per Ramsey e Arthur, 973 per McKennie, 1029 per Rabiot e 1302 per Bentancur: da questi dati, riferiti all'utilizzo in Serie A, si intuisce come fino a poche giornate fa le idee nella testa dell'allenatore fossero ancora poco chiare. La disfatta subita nella partita contr l'Inter a San Siro in campionato, con un centrocampo formato da Bentancur, Rabiot e Ramsey resosi protagonista di una prestazione indecorosa, ha confermato al tecnico la necessità di un repentino cambio di passo.

Non è un caso che tre giorni dopo, a partire da un'altra partita decisiva quale la Supercoppa Italiana vinta contro il Napoli, il reparto sia stato rivoluzionato, inserendo un centrocampista tecnico come Arthur, capace di gestire il ritmo della squadra e il possesso palla, e McKennie, con la sua dose di fisicità e inserimenti indispensabili per la fase offensiva della squadra. La recente partita contro i partenopei, ma anche quelle successive con Bologna e Sampdoria, ha chiaramente testimoniato la necessità di porre al centro del centrocampo alcune figure con continuità.

Arthur, McKennie, Bentancur: questo sembra il trio capace, McKennie, Bentancur: questo sembra il trio capace di dare più garanzie alla manovra della Juventus sia in fase offensiva che in fase difensiva. I troppi cambiamenti nei primi mesi di campionato non hanno aiutato la squadra nell'ottenere una sua chiara fisionomia, e questo si è tradotto in una preoccupante altalena di risultati e di prestazioni. Ora la situazione sembra essersi normalizzata: la Juventus si ritrova comunque in una posizione di classifica non soddisfacente rispetto alle aspettative e alle potenzialità della squadra, ma di certo è con questa nuova formula in mezzo al campo che può sperare di recuperare il terreno perduto.


Juventus-Roma, allo Stadium si proietterà 'Il sorpasso'?

NICOLA ZUCCARO - Battere la Roma, placare l'entusiasmo, per non andare a sbattere contro l'Inter nella semifinale di ritorno di Coppa Italia in programma martedì 9 febbraio 2021. La parte finale de "Il sorpasso" (celebre film del 1962) e avente come sfondo un Allianz Stadium di Torino e tassativamente vuoto per le disposizioni anti-Covid, fa al caso della Juventus che, sul relativo rettangolo di gioco, dovrà sostenere nel giro di 3 giorni due impegni decisivi per la sua stagione sportiva.

Prima dell'impegno di Coppa precedentemente menzionato, a partire dalle ore 18 di sabato 6 febbraio 2021, per il 21mo turno della Serie A 2020-21 i bianconeri dovranno affrontare i giallorossi in una sfida che, in caso di successo degli uomini di Pirlo, consentirà alla Juventus di scavalcare la Roma al terzo posto e di accreditarsi quale terza forza del campionato, proprio alle spalle dell'Inter. I nerazzurri di Conte faranno visita alla Fiorentina nella prima gara della ventunesima giornata, in programma alle 20.45 di venerdì 5 febbraio 2021 al Franchi di Firenze.

Inter-Juventus, Buffon tocca quota 1100 presenze

(via Juventus Fb)
NICOLA ZUCCARO - Per Gigi Buffon (Gianluigi all'anagrafe) Inter-Juventus è stato un derby d'Italia particolare quello disputato nella serata di martedì 2 febbraio 2021 e valido quale semifinale di andata del trofeo della coccarda. Il portiere 43enne ha tagliato il traguardo delle sue 1100 presenze in carriera, fra gare di Nazionale e di Club quali Parma e Juventus.

Un primato che per il Gigi nazionale rappresenta una consolazione, avendolo raggiunto sul terreno di quel San Siro che il 13 novembre 2017 gli riservò l'amarezza per la mancata qualificazione dell'Italia al Mondiale di Russia 2018, per gli effetti dello 0-0 con la Svezia maturato dopo lo spareggio di andata coi scandinavi e ugualmente terminato a reti bianche.

Serie A: la Juventus supera la Sampdoria. Decidono Chiesa e Ramsey

(via Juventus fb)
ANTONIO GAZZILLO
- Nell’anticipo della ventesima giornata di serie A, la Juventus ha risposto alla vittoria del Milan, battendo 2 a 0 la Sampdoria. A Marassi, il successo porta la firma di Chiesa e Ramsey. Al 20’, dopo una triangolazione al limite dell’area tra Cristiano Ronaldo e Morata, un cross in area dell’attaccante spagnolo ha premiato l’inserimento puntuale di Chiesa, bravo a mettere in rete con facilità. 

Il raddoppio è arrivato al 91’. A conclusione di un contropiede bianconero, Cuadrado ha aspettato l’uscita di Audero e ha servito Ramsey, che ha dovuto solo spingere la palla in rete per il 2 a 0 definitivo.

Coppa Italia, Juventus in semifinale. Spal battuta 4-0

(via Juventus Fb)

ANTONIO GAZZILLO -
Sarà Juventus-Inter la prima semifinale di Coppa Italia. I bianconeri hanno battuto 4 a 0 la Spal. Il risultato è stato sbloccato al 16’ con un calcio di rigore trasformato da Morata e concesso per un contatto tra Vicari e Rabiot, segnalato dal Var. Frabotta ha messo a segno il secondo gol al 33’ con un tiro dal limite dell’area. 

Nella ripresa i padroni di casa hanno arrotondato il punteggio. Al 78’ Kulusevski ha battuto facilmente l’estremo difensore avversario, servito da Chiesa a centro area. Proprio l’esterno italiano ha chiuso la partita con il quarto gol. Al 94’ Chiesa si è avventato su una palla vagante in area e ha depositato in rete dopo aver dribblato Berisha.

Inter, 2 a 0 alla Juve e lo scudetto non è più un sogno ma un obiettivo

(via Inter fb)
LUIGI LAGUARAGNELLA - Forse il gap tra Inter e Juve si è ridotto e forse questo derby d'Italia fa scricchiolare il trono della serie A da nove anni. A San Siro finisce 2-0 per i ragazzi di Conte che che con questa vittoria si lanciano verso la vetta della classifica, Milan permettendo... L'Inter ha espresso un gioco convincente e concentrata fino all'ultimo minuto ha sgonfiato la (poca) pressione juventina. Anche se lasciando in panchina Kulusevski, Pirlo toglie qualità al suo centrocampo, zona del campo in cui l'Inter prevale, anzi decide la partita.

Con grande sorpresa per gli interisti, infatti, a siglare la prima rete è Vidal, l'ex della gara e l'uomo sotto l'occhio della critica dei tifosi. Ebbene la sua zuccata su perfetto assist di Barella rompe il ghiaccio della partita e forse della sua prima stagione a Milano. Si diceva il centrocampo... Barella è il migliore in campo. Oltre alla palla al cilena raddoppia nel secondo tempo dopo un contropiede impostato da Bastoni. Tra i due gol e fino al novantesimo l'Inter crea, è attenta in difesa tenendo lontano dal gioco Ronaldo. Lukaku offre preziose sponde per Lautaro che va vicino al gol numerose volte. Anche Hakimi potrebbe allargare il risultato. La Juve è entrata in area avversaria nei primi minuti di gara.

A CR7 viene annullato un gol per fuorigioco. Suo è l'altro tiro del primo tempo. Handanovic deve lavorare, poi, solo negli ultimi minuti su una conclusione di Chiesa. I bianconeri, paradossalmente, mancano di personalità in mezzo al campo, manca un concreto costruttore di gioco. Quel Vidal che proprio oggi ha colpito e può cambiare le sorti della stagione dell'Inter.

Juve: 2 positivi nel gruppo U23

TORINO - “A seguito dei controlli previsti dal protocollo in vigore è emersa la positività al Covid-19 di due membri dello staff del Gruppo Squadra U23. I due tesserati sono già stati posti in isolamento”: lo ha comunicato la Juventus in una nota. La società “è in contatto con le Autorità Sanitarie per la definizione di un’efficace attuazione dei protocolli previsti per consentire le attività di allenamento e di gara del Gruppo Squadra”.

Coppa Italia: la Juve batte il Genoa ai supplementari

(via Juventus Fb)

ANTONIO GAZZILLO
- Negli ottavi di finale di Coppa Italia, la Juventus ha superato un ottimo Genoa per 3 a 2 ai tempi supplementari, qualificandosi ai quarti. Nella prima frazione i bianconeri si sono portati sul doppio vantaggio. Al 2’ Kulusevski si è liberato del diretto marcatore con un controllo a seguire e ha battuto Paleari con un preciso rasoterra. Il giocatore svedese si è reso protagonista della seconda rete al 23’, liberando Morata a tu per tu con l’estremo difensore avversario, grazie ad un passaggio illuminante. 

Il Genoa ha accorciato le distanze al 28’ con un colpo di testa di Czyborra e ha pareggiato i conti al 74’ con uno splendido tiro a giro di Melegoni, prolungando la partita ai supplementari. Ci ha pensato il debuttante Rafia a regalare i quarti di finale a Pirlo al 104’. La Juventus affronterà la vincente del match tra Sassuolo e Spal. 

Nel pomeriggio, il Napoli ha superato l'Empoli per 3 a 2. Le reti portano le firme di Di Lorenzo, Lozano e Petagna per i partenopei e di Bajrami, autore di una doppietta, per i toscani. Gli azzurri affronteranno la vincente della sfida tra Roma e Spazia ai quarti.

Serie A: Juventus, tre gol al Sassuolo e la risalita continua

(via Juventus fb)
ANTONIO GAZZZILLO - Dopo l’importante vittoria a San Siro contro il Milan, la Juventus non si è fermata e ha battuto un Sassuolo in inferiorità numerica per 3 a 1. I neroverdi sono rimasti in 10 al termine del primo tempo quando Obiang si è reso protagonista di un brutto fallo ai danni di Chiesa e che gli è costato il cartellino rosso.

Nella seconda frazione i padroni di casa sono passati in vantaggio. Al 50’ Danilo si è inventato una conclusione rasoterra dalla distanza che ha sopreso Consigli firmando la rete del vantaggio. Al 58’ il Sassuolo ha trovato inaspettatamente il pareggio con Defrel, abile a sfruttare il passaggio di Traore, liberarsi di Bonucci e battere Szczesny in scivolata.

Gli uomini di Pirlo però hanno fatto valere la superiorità nel finale. All'82' Ramsey ha messo in rete in scivolata un bel cross di Frabotta e al 92’ Ronaldo ha battuto ancora Consigli in uscita con un diagonale.

De Ligt positivo al Covid, è in isolamento

(Getty)
TORINO - La Juventus comunica in una nota ufficiale che, nel corso dei controlli previsti dal protocollo in vigore, è emersa la positività al Covid 19 del giocatore Matthijs De Ligt. Il calciatore è già stato posto in isolamento.

La Juventus va in Chiesa per lo Scudetto

(via Juventus Fb)
NICOLA ZUCCARO - Una rete per tempo, a cui si è aggiunta la terza siglata da McKennie per il definitivo 3-1 ai danni del Milan, è quanto basta per certificare Federico Chiesa quale trascinatore della Juventus del nuovo corso tecnico targato Andrea Pirlo. Una conferma e non una scoperta che, alla luce anche del suo ruolo di suggeritore oltre che di finalizzatore espresso in Juventus-Udinese, fa di Chiesa un trascinatore di questa Juventus, alla pari di Cristiano Ronaldo e di Dybala.

Un dato di fatto che va al di là del pesante successo ottenuto in casa del Milan nel big match conclusivo la sedicesima giornata della Serie A 2020-21 e che consente alla Juventus di rientrare a pieno titolo nella lotta per lo scudetto, accreditandosi quale quarta forza del campionato alle spalle della Roma.

I giallorossi di Fonseca, vincendo a Crotone per 3-1, consolidano il terzo posto con lo stesso risultato conseguito dai bianconeri a San Siro, per quella che risulta essere, nel computo di giornata, la seconda vittoria esterna ottenuta con largo punteggio nel turno celebrato mercoledì 6 gennaio 2021.