Visualizzazione post con etichetta Atalanta. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Atalanta. Mostra tutti i post

Punto A: Napoli in vetta, aspettando Milan-Bologna

(via Ssc Napoli fb)

NICOLA ZUCCARO
- Sconfiggendo l'Atalanta per 3-1 all'Azzurri d'Italia di Bergamo nel confronto disputatosi nel pomeriggio di domenica 3 aprile 2022, il Napoli aggancia temporaneamente il Milan in testa alla classifica di Serie A 2021-2022. 

Dopo il vantaggio su rigore realizzato al 14' da Lorenzo Insigne e il raddoppio di Politano al 27', de Roon dimezza le distanze per l'Atalanta e riapre al 58' la gara chiusa all'81' dal contropiede di Elmas per il definitivo 1-3. 

A seguito di questa vittoria, il Milan è atteso al controsorpasso nel posticipo con il Bologna che alle 20.45 di lunedì 4 aprile 2022 chiuderà la trentunesima giornata del massimo campionato italiano.

A Bergamo la Juve agguanta il pareggio all'ultimo con l'Atalanta

(via Atalanta Calcio fb)
BERGAMO - Partita vibrante al Gewiss Stadium. Ritmi elevati e occasioni da una parte e dall'altra per tutta la durata della gara. Prima una sensazionale punizione di seconda di Malinovski dà il vantaggio alla Dea, ma al 92' un colpo di testa di Danilo regala il pareggio ai bianconeri.

L'Atalanta dice addio alla Champions: vince il Villareal 3-2

(via Atalanta Calcio fb)

BERGAMO - Gli spagnoli vanno sul 3-0, poi i nerazzurri tentano la rimonta senza riuscirci. Giocheranno i playoff di Europa League. Nel sorteggio degli ottavi, in programma lunedì, le uniche italiane saranno Juventus e Inter.

Champions: l'Atalanta cade sotto i colpi del Real Madrid

(via Atalanta Calcio Fb)
ANTONIO GAZZILLO - Dopo la sconfitta polemica nella gara di andata, l’Atalanta non è riuscita a ribaltare il risultato contro un Real Madrid che ha dimostrato superiorità nella qualità di gioco e dei singoli. Allo stadio Alfredo Di Stefano, è stato Benzema a sbloccare il risultato al 34'. Tutto è nato da un rinvio errato di Sportiello sui piedi di Modric, abile a servire il tocco facile in rete dell’attaccante francese.

Nella ripresa i blancos hanno raddoppiato su calcio di rigore trasformato da Sergio Ramos al 60' e cconcesso per un fallo di Toloi su Vinicius. La Dea ha accorciato le distanze all'83' con uno splendido calcio di punizione di Muriel ma le speranze si sono spente un minuto più tardi a causa del terzo gol dei padroni di casa. A conclusione di una ripartenza, Asensio ha battuto ancora Sportiello con un tiro insidioso sul primo palo.

Coppa Italia, Atalanta-Napoli 3-1: nerazzurri in finale

(via Atalanta Bergamasca Calcio Fb)
STELLA DIBENEDETTO - L’Atalanta, dopo lo 0-0 della semifinale d’andata, non sbaglia e, tra le mura di casa, batte il Napoli 3-1 e stacca il biglietto per la finale di Coppa Italia contro la Juventus. I nerazzurri di Bergamo portano a casa la vittoria e la qualificazione giocando un gran primo tempo che mette in ginocchio gli uomini di Gattuso dopo 16 minuti con Zapata e Pessina. Il Napoli ha provato a riaprire il match con Lozano, ma i nerazzurri, con la rete del 3-1 firmata ancora da Pessina, hanno chiuso definitivamente i conti.

Un primo tempo quasi a senso unito ha permesso all’Atalanta di mettere immediatamente le mani sulla qualificazione per la finalissima. In soli sei minuti, i bergamaschi indirizzano il match verso la vittoria portandosi in vantaggio con Zapata e poi con Pessina. Il doppio vantaggio dei nerazzurri piega il Napoli che conclude il primo tempo senza grandi occasioni.

Nella ripresa, però, lo scenario de match cambia. Gli uomini di Gattuso mettono a posto le proprie idee e riescono a riaprire il match grazie a Lozano che, dopo la respinta da Gollini, riesce a mettere il pallone in rete. Nel momento migliore dei partenopei, però, Pessina sale nuovamente in cattedra siglando il 3-1 dell’Atalanta e firmando così la doppietta personale. Il Napoli tenta il forcing finale con Mario Rui e Lozano, ma il risultato non cambia. L’Atalanta esce vittoriosa dal campo con la finalissima in tasca.

Coppa Italia, Napoli-Atalanta 0-0: tutto rinviato, i nerazzurri sprecano

(via Atalanta Bergamasca Calcio)
STELLA DIBENEDETTO - Per scoprire chi sarà la finalista di Coppa Italia tra Napoli e Atalanta sarà necessario aspettare il triplice fischio della gara di ritorno della prossima settimana. Allo stadio Maradona, Napoli e Atalanta hanno evitato di farsi male compromettendo sin dai primi novanta minuti una qualificazione che entrambe le formazioni desiderano. Pur essendo due formazioni abituate a non risparmiarsi e a dare spettacolo, Napoli e Atalanta, anche per i tanti impegni ravvicinati, hanno schiacciato il freno a mano chiudendo la semifinale d'andata sullo 0-0.

La qualificazione è totalmente in bilico e tutto si deciderà durante la sfida del Gewiss Stadium. Allo Stadio Maradona, la gara è stata molto equilibrata anche se la formazione nerazzurra è stata più propositiva e ha sfiorato più volte la rete del vantaggio e che avrebbe garantito una maggiore tranquillità in vista della gara di ritorno. La squadra di Gasperini, rispetto a quella di Gattuso, è stata decisamente più propositiva durante il primo tempo sfiorando più volte il gol con Pessina e Toloi. Ci ha provato, tuttavia, anche il Napoli con Insigne.

Nella ripresa, invece, la grande occasione di bucare la rete avversaria è capitata sui piedi di Muriel, ma Ospina ha difeso la propria rete fissando il risultato sullo 0-0. La qualificazione alla finale di Coppa Italia, dunque, sarà decisa solo nei noventa minuti della gara di ritorno.

Atalanta, Romero mai stato positivo

(Getty)
BERGAMO — Quella riscontrata a Cristian Romero prima della sfida con la Lazio è stata una falsa positività. Dopo nuovi test, il giocatore dell'Atalanta è tornato negativo, con l'ok dell'Ats. A comunicarlo lo stesso club nerazzurro: "In data odierna, martedì 2 febbraio, il Laboratorio di analisi che aveva refertato il tampone di Cristian Romero il 29 gennaio, considerato l’esito negativo dei 3 test eseguiti fra sabato 30 gennaio e lunedì 1 febbraio, ha provveduto a rianalizzare il primo tampone riscontrando la negatività anche di questo. L’Ats di Bergamo ha pertanto preso atto della negatività del tampone effettuato da Romero il 29 gennaio".

Papu Gomez fa a pezzi il Tapiro d'oro

COLOGNO MONZESE - L’inviato di Striscia la notizia ha provato a consegnare il Tapiro d’oro al calciatore dell’Atalanta Alejandro “Papu” Gomez, ma il funambolico giocatore argentino ha inizialmente eluso la marcatura del tg satirico, sprintando fino a un parcheggio adiacente la sede degli allenamenti della squadra bergamasca.

A questo punto Staffelli, le cui domande sono state continuamente “dribblate” da Gomez, ha lasciato il Tapiro sull’automobile del “Papu”. E proprio mentre la troupe di Striscia stava per andarsene – allontanata da alcuni tesserati della “Dea” tra cui i calciatori Zapata e Gosens – in uno scatto d’ira Gomez ha scagliato il “premio” verso l’inviato. Fortunatamente, l’argentino con le mani non ha la stessa mira che ha con i piedi e a farne le spese è stato solo il povero Tapiro, finito in mille pezzi.

Il servizio andrà in onda stasera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35).

Champions League, 1-0 all'Ajax e l'Atalanta è agli ottavi

(credits: Atalanta Calcio via Fb)
NICOLA ZUCCARO - Per il secondo anno consecutivo l'Atalanta accede agli ottavi di finale della Champions League battendo 1-0 l'Ajax alla Johan Cruijff Arena Amsterdam con la rete di Muriel all'85'. Alla luce di questo successo la Dea ottiene la seconda posizione del girone D, dietro al Liverpool. All'Ajax, invece, non resta che proseguire il cammino nelle Coppe Europee con la "retrocessione" in Europa League.

Gosens, era falsa positività

BERGAMO — Buone notizie per Gasperini. Robin Gosens era un in realtà un falso positivo. L'ha certificato l'Ats di Bergamo dopo che anche il terzo tampone di controllo (un quarto, il primo eseguito venerdì, aveva dato esito positivo) è risultato negativo. Il giocatore torna quindi disponibile e partirà per Amsterdam per la sfida Champions con l'Ajax.

Inter beffata dal Real: finisce 3-2 per i blancos. Serata da incubo per Gasp contro il Liverpool

(credits: Real Madrid Cf)
LUIGI LAGUARAGNELLA - Si mette male il cammino dell'Inter in Champions che cade a Madrid dopo aver raggiunto il pareggio. Con il Real, lontani dal Bernabeu i nerazzurri nel primo tempo si ritrovano già sotto di 2-0: prima Benzema approfitta di un retropassaggio sbagliato di Hakimi, poi il solito Sergio Ramos di testa raddoppia. I blancos riescono a gestire la gara, ma l"Inter con Perisic al posto di Lukaku non si arrende. Lautaro capitalizza, così, un passaggio di tacco di Barella.

La squadra di Conte prende coraggio e nel secondo tempo tiene resta alla squadra di Zidane e così Perisic riporta la parità. L'Inter poi potrebbe anche andare in vantaggio con Perisic, Lautaro e Hakimi e invece arriva il terzo gol del Real con un tiro di Rodrygo, nato a causa della difesa nerazzurra malposizionata. A niente è servito il tentativo di recupero dell'Inter che ora è all'ultimo posto del girone.

Serata amara per le squadre nerazzurre in Champions. L'Atalanta crolla contro i campioni del Liverpool che a Bergamo affondano la squadra di Gasperini per 5-0: reti di Manè, Salah e tripletta di Jonas.

Al via la Champions League: le squadre favorite

Le italiane in corsa sono quattro: Juventus, Inter Atalanta e Lazio. Le prime due possono e vogliono andare lontano, mentre bergamaschi e capitolini desiderano stupire ad ogni costo. Bayern Monaco e Liverpool le corazzate da battere.

Napoli-Atalanta 4-1: prova spettacolare degli uomini di Gattuso

(credits: Ssc Napoli Fb)
STELLA DIBENEDETTO - Il ritorno del campionato di Serie A dopo la pausa per gli impegni della Nazionale, regala una vittoria importantissima al Napoli che, allo stadio San Paolo, batte l'Atalanta 4-1. Quella degli uomini di Gattuso è una partita spettacolare che chiudono la partita già dopo i primi 45 minuti. Una prestazione eccellente, divertente e spettacolare quella della squadra partenopea che lancia un segnale importante al campionato dopo la sconfitta a tavolino con la Juventus e il punto di penalità.

Il Napoli non perde tempo e mostra la propria forza nel primo tempo. In soli sette minuti chiude definitivamente il match andando subito sul 3-0 grazie alla doppietta di Lozano e alla rete di Politano. Il poker arriva nel finale e porta la firma di Osimhen, al suo primo gol in Serie A. Nella ripresa l'atalanta cerca di riaprire il match, ma il Napoli controlla bene abbassando la guardia solo in occasione del gol della bandiera degli avversari che porta la firma di Lammers. Il match termina 4-1 per gli uomini di Gattuso. Gasperini torna a Bergamo con il primo stop in campionato.

Domenech ironizza su Gasperini: "Grazie per i cambi"

(ANSA)
PIERO CHIMENTI - L'ex ct della Francia non perde occasione per attaccare il calcio italiano via social. La vittoria del Psg sull'Atalanta nei quarti di Champions è l'occasione giusta per una bordata contro mister Gasperini e non solo, tramite twitter: "Complimenti al Psg per questa bella emozione e grazie a Gasperini per i suoi cambi a fine partita. Questo dimostra che la leggenda che i tecnici italiani siano i migliori resta una leggenda. Tuchel ha fatto meglio". Non mancano le reazioni contro il post di Domenech con i commenti degli italiani, che gli ricordano i Mondiali 2006 a Berlino, e dei francesi, che non lo hanno mai amato.

Sundas, "Inter e Juventus grande calcio. Ma che Atalanta!"


MILANO - Ieri sera alla Scala del calcio sono scese in campo due ottime squadre, guidate da una incredibile voglia di vincere e dare spettacolo, e così è stato. In sintesi è stata questa la super sfida del campionato di Serie A tra Inter e Juventus. Alla guida, due allenatori molto preparati come Conte e Sarri, che esprimono un gran gioco oltre due rose fantastiche.

«La vittoria della Juventus per 1-2 – dice il procuratore sportivo Alessio Sundas - è solo una cornice, il campionato è ancora lungo e ci sono molte sfide davanti per entrambe. Un'osservazione veloce vorrei farla per l'Atalanta, che anche quest'anno si sta dimostrando una straordinaria realtà a discapito di molti scettici. Sono contento che il campionato di Serie A sta tornando ad essere avvincente come in passato. Sono convinto che quest’anno ci divertiremo».