Canoa, Cc Barion a cento all'ora fra Campus e 'Rotta verso Bari'

BARI - Oltre cento giovani potenziali canoisti. Numeri ragguardevoli, quelli registrati negli ultimi due mesi al Circolo Canottieri Barion, fra il campus estivo ed il progetto “Rotta verso Bari” ideato dell'assessorato comunale allo Sport: una iniziativa, quest'ultima, che ha avvicinato gratuitamente agli sport nautici bambini e ragazzi dai 7 ai 13 anni e che ha visto nel circolo presieduto da Luigi Lobuono una delle strutture più attive, non solo per la canoa ma anche per il canottaggio e la vela.

“Tanta la curiosità e l’entusiasmo che i giovani aspiranti canoisti hanno manifestato da subito, dimostrando come l’approccio al mare sia assolutamente naturale, per una città come Bari – osserva Giuliano Yuri Zavarella, responsabile della sezione canoa – Lezioni frontali, ginnastica, circuiti, prove in barca singola e multipla: abbiamo proposto ai piccoli un approccio multidisciplinare per offrire loro una visione completa della disciplina, oltre che  fisicamente più funzionale”.

Ed al ritorno in termini di promozione sportiva ha contibuito anche l'organizzazione di un corso di canoa riservato a soci di tutte le età e tenuto da Vito Di Mauro, già in passato nei quadri tecnici del circolo. Una occasione che in molti non si sono lasciati sfuggire, per dilettarsi nella pagaiata e scoprire il contatto con il mare attraverso le imbarcazioni del Circolo Canottieri Barion, appassionandosi così ad una nuova disciplina.

0 commenti:

Posta un commento