Belotti, un sogno da capocannoniere

di NICOLA ZUCCARO - Una tripletta che vale doppio quella rifilata da Andrea Belotti al Palermo nel confronto al "Grande Torino", disputato domenica 5 marzo, per due ragioni. La prima: aver spezzato il sogno dei rosanero di espugnare il campo del Toro, accorciando ulteriormente le distanze dall'Empoli, sconfitto in casa per 2-0 dal Genoa. La seconda e di sicuro la più importante per la bontà sia della Serie A, sia della Nazionale, quella di aver ritrovato nell'elenco che compone attualmente l'intera classifica marcatori del Torneo 2016-17 un attaccante italiano puro che come i Riva, i Rossi e i Toni, giunto dalla sana Provincia italiana, e pronto a (ri)scrivere una pagina di un calcio italiano, tristemente oscurato negli ultimi anni dalle incongruenti presenze dei calciatori stranieri.

E' la missione che Higuain e Icardi permettendo, "Gallo" Belotti potrebbe portare a compimento, sulla base delle 22 reti sino a oggi realizzate e che, a tre campionati di distanza ( correva la stagione 2013-14), lo vedrebbe quale erede "italiano" e strano scherzo del destino anche " granata " di Ciro Immobile quale miglior marcatore della Serie A, relativamente al Campionato 2016-2017.

0 commenti:

Posta un commento