F1: Gp Canada, Vettel ancora in pole. Ferrari maledette

di Piero Ladisa - Le qualifiche del GP del Canada sono state caratterizzate dalla pioggia, che ha costretto i piloti ad utilizzare gomme intermedie.

Sebastian Vettel ha siglato il miglior tempo in 1:25.425. Per il pilota tedesco si tratta della 3ª pole stagionale, la 39ª in carriera. La Red Bull è davanti a tutti per la 49ª volta.

Accanto al campione del mondo in carica partirà Lewis Hamilton. L’inglese si è dovuto accodare al tedesco per soli 87 millesimi. Il pilota della scuderia di Stoccarda scatterà dalla prima fila per la 3ª volta consecutiva. La Mercedes dimostra, ancora una volta, di essere molto prestante sul giro secco.

La sorpresa di questa sessione si chiama Valtteri Bottas. Il pilota della Williams, alla settima gara in F1, è riuscito ad ottenere il terzo tempo. Il finlandese ha dimostrato di avere talento, controllando ottimamente la monoposto nonostante le condizioni proibitive.

Quarto tempo per Nico Rosberg. Il tedesco dopo le tre pole consecutive non è riuscito a replicarsi.

In terza fila troviamo Mark Webber e Fernando Alonso, rispettivamente in quinta e sesta posizione.

Continua la maledizione delle qualifiche per la Ferrari, che non parte in pole dal GP di Germania dello scorso anno. Per il team di Maranello le condizioni di pista a metà tra umido e asciutto sono le peggiori, non riuscendo a mandare in temperatura i pneumatici. Alonso ha dimostrato di avere un ottimo passo gara sull’asciutto. Peggio dello spagnolo ha fatto Felipe Massa. Il brasiliano eliminato in Q2 partirà dall’ottava fila, in sedicesima posizione. Il vice campione del mondo 2008 ha perso il controllo della monoposto alla curva 3, danneggiando la vettura che ha urtato contro le barriere. Il ferrarista non ha potuto far altro che uscire dall’abitacolo della sua F138.

L’incidente del pilota di San Paolo ha costretto i commissari ad esporre la bandiera rossa, interrompendo  per qualche minuto la sessione. Eccellente la prestazione delle Toro Rosso che centrano la Top 10: Jean-Eric Vergne si è classificato settimo e Daniel Ricciardo decimo. Tra il francese e l’australiano ci sono Adrian Sutil e Kimi Raikkonen. Dal pilota finlandese ci si aspetta di più, vista la competitività della Lotus. Il suo compagno di scuderia, Romain Grosjean, è stato eliminato in Q1. Il francese, classificatosi diciannovesimo, dovrà partire ultimo per via della penalità di dieci posizioni subita dopo aver provocato l’incidente con Ricciardo, durante le ultime fasi del GP di Monaco.

Sessione da dimenticare per la McLaren. Il team di Woking non riesce a piazzare neanche un pilota in Q3. Sergio Perez scatterà dalla dodicesima piazza e Jenson Button dalla quattordicesima.

Per questo evento la Pirelli ha portato i pneumatici PZero White Medium e i PZero Red SuperSoft.

Il circuito canadese, dedicato a Gilles Villeneuve, presenta lunghi rettilinei intervallati da chicane e curve lente. Le scuderie devono trovare la giusta combinazione nell’assetto della monoposto, per garantire stabilità in frenata e grande trazione. I sorpassi non sono certo proibitivi su questo tracciato. Il DRS potrà essere utilizzato sui due rettilinei principali.

Essendo, quella di Montréal, una pista semi-cittadina la Safety Car ha fatto la sua comparsa diverse volte nel corso delle varie edizioni.

0 commenti:

Posta un commento