Gran galà dell'Umbria: terzo posto per la Puglia

PERUGIA - Si conclude con un terzo posto la partecipazione delle selezioni giovanili di Puglia al Gran Galà dell'Umbria di pallacanestro, riservato alle rappresentative U14 maschile e U15 femminile. Percorso simile per entrambe le squadre, nel quadrangolare disputato a Perugia Ponte San Giovanni con i pari di età di Abruzzo, Marche e Umbria: vittoria all'esordio, sconfitta negli altri due incontri. Il successo  è andata alle Marche in entrambi i tornei.

Dopo la netta affermazione contro l'Abruzzo (96-50), i ragazzi pugliesi della classe 2005 allenati da Claudio Centrone e Alessandro De Florio non si sono ripetuti contro Umbria (55-72) e Marche (54-82), giocando alla pari fino all'intervallo e cedendo progressivamente nell'ultimo periodo: «I ragazzi – spiega Centrone – si sono scontrati con realtà molto diverse da quelle abitualmente affrontate nei rispettivi campionati. Nonostante le difficoltà, si sono tutti impegnati a seguire le richieste dello staff, dimostrando una buona capacità di ascolto e interpretazione. Questo torneo deve essere da stimolo per tutti, staff compreso, per lavorare meglio, sia in settimana con le rispettive società che la domenica durante gli incontri di gruppo, alzando l’asticella in vista dei nuovi impegni ufficiali».

Stesso esito ma maggiore equilibrio, invece, negli impegni affrontati dalle ragazze pugliesi delle classi 2004 e 2005, guidate da Lorenzo Leopizzi e Daniele Angelilli: vittoria in rimonta contro l'Abruzzo (52-41), gare a punto a punto contro Umbria (52-63) e Marche (65-70), quest'ultima decisa addirittura dopo un tempo supplementare: «Un’esperienza importante per le ragazze – osserva Leopizzi – Le partite sono risultate tutte combattutissime, a partire dalla prima con l’Abruzzo, dove siamo riusciti a girare l’inerzia. Con l’Umbria abbiamo giocato dopo poche ore dalla prima partita e la stanchezza si è fatta sentire. Un susseguirsi di emozioni l'ultima gara con le Marche. Già da domenica prossima ripartirà il lavoro sul campo, coinvolgendo anche altre ragazze delle annate 2004 e 2005».

0 commenti:

Posta un commento