Pareggio, beffa e delusione: l’Inter fuori dalla Champions

di LUIGI LAGUARAGNELLA - E’ un colpo di scena quello di San Siro. Nell’ultima giornata del girone di Champions League contro il Psv e con il pubblico nerazzurro amico, l’Inter fallisce l’appuntamento con la vittoria. E fallisce anche la qualificazione agli ottavi. Il pareggio nei minuti finali del Tottenham al Camp Nou rovina regala la gioia ai londinesi e l’enorme dispiacere all’ambiente interista.

La squadra di Spalletti era obbligata a vincere e contro gli olandesi, ormai ultimi del girone, e attendere notizie da Barcellona e invece, nonostante un atteggiamento propositivo, si è ritrovata sotto di un gol nel primo tempo a causa di un grave errore di Asamoah in difesa che ha messo Lozano in condizioni di battere a rete. I biancorossi di Eindhoven sono attenti in difesa, nonostante l’Inter riesca ad essere padrona del campo. Perisic colpisce, Asamoah prova a rifarsi con un diagonale, ma altre azioni pericolose non si creano. Ai nerazzurri è mancata la precisione e la cattiveria per andarsi a prendere la vittoria.

Anche nella ripresa il copione non cambia: Borja Valero tira sporco, De Vrij di testa è impreciso. L’Inter è a trazione anteriore: Spalletti inserisce Keita e Lautaro Martinez, ma è Icardi a lottare su ogni pallone: l’argentino ristabilisce anche la parità dopo un perfetto cross di Politano. L’1-1 manda in estasi il Meazza che verso il finale subisce la doccia per la rete del Tottenham. L’Inter è relegata amaramente in Europa League.

0 commenti:

Posta un commento