Atalanta: Andrea Rinaldi muore a 19 anni per un aneurisma cerebrale


FRANCESCO LOIACONO - E’ morto a 19 anni nel reparto di rianimazione dell’Ospedale di Varese Andrea Rinaldi, giocatore dell’Atalanta, per un aneurisma cerebrale. Lo ha comunicato il suo procuratore Marco Montesarchio. Il ragazzo si stava allenando nel giardino di casa a Cermenate in provincia di Como. Ha avuto un malore, immediata la corsa in Ospedale ma, nonostante i disperati tentativi dei medici per salvarlo, Rinaldi è deceduto. Il giovane calciatore stava giocando in prestito nel Legnano in Serie D, il torneo è stato sospeso a Marzo per il Covid-19.

Nelle scorse stagioni Rinaldi ha giocato nel Mezzolara in D, e nell’Imolese in Serie C. Disperati per questa bruttissima notizia il presidente del Legnano Giovanni Munafò, il tecnico della società lombarda Giovanni Cusatis, e l’Atalanta. Messaggi di cordoglio per la sua famiglia da parte di due società di Serie A, il Torino e l’Inter. Andrea Rinaldi vinse nel 2016 lo scudetto e la Supercoppa con l’Atalanta Primavera. Il calcio Italiano ha perso uno dei più grandi talenti a livello giovanile.

0 commenti:

Posta un commento