F1, GP Ungheria: dominio Mercedes con Hamilton, Ferrari 6° con Vettel

(Credits: Mercedes)
di PIERO LADISA – La Mercedes concede il tris. Continua inarrestabile la marcia della scuderia della Stella in questo inizio di Mondiale. Anche il Gran Premio d’Ungheria si è tinto di grigio con il trionfo firmato da Lewis Hamilton. Il campione del mondo in carica, dopo aver conquistato la pole position nella giornata di ieri, si è ripetuto in gara dominandola letteralmente. 

Hamilton e Mercedes, da perfezionisti, non hanno lasciato nulla al caso montando nel finale la gomma morbida che ha permesso all’inglese di ottenere anche il punticino del giro veloce. 

Un successo che permette ad Hamilton di issarsi in cima alla classifica iridata con 63 punti, cinque in più del compagno di squadra Valtteri Bottas. Il finlandese, autore di una partenza da dimenticare, è riuscito a risalire la classifica fino alla terza piazza finale. Tra le due Frecce d’Argento c’è la Red Bull di Max Verstappen, andato a sbattere nel giro di schieramento in griglia costringendo agli straordinari i meccanici che hanno sostituito in tempi record il braccetto della sospensione sinistra, che riscatta con la piazza d’onore una difficile qualifica. 

Quarto posto per la Racing Point di Lance Stroll, con il canadese autore di un’ottima gara che gli ha permesso di ottenere buoni punti. Sesta posizione per la prima delle Ferrari, con Sebastian Vettel che ha ottenuto il massimo risultato possibile, malgrado sia stato doppiato da Hamilton, superato nel finale dalla Red Bull di Albon. Domenica difficile per Charles Leclerc che non è andato oltre l’undicesima piazza. Sulla prestazione del monegasco pesa l’errata scelta strategica di aver montato le gomme morbide nelle primissime fasi della corsa, condizionata dall’asfalto reso viscido dalla pioggia caduta nelle ore precedenti l’inizio del GP, rispetto alle medie montate dagli altri top. 

Alle spalle di Vettel completano la zona punti Perez, Ricciardo, Magnussen e Sainz. Ora la Formula Uno si concederà una settimana di riposo, ritornando a fine luglio per il primo dei due appuntamenti sullo storico tracciato di Silverstone.

0 commenti:

Posta un commento