Tas riduce sanzione alla Russia: squalifica da 4 a 2 anni

PIERO CHIMENTI - Il Tas di Losanna ha accolto in parte le richieste della Russia, riducendo la squalifica da 4 a 2 anni. Il paese è stato accusato di doping di stato che avrebbe coinvolto prima circa mille atleti, con la manomissione delle prove e dei dati all'interno del laboratorio di Mosca. 

Gli atleti russi, quindi, che si dimostreranno estranei alla vicenda, potranno partecipare a Tokyo 2020 ed ai Giochi invernali di Pechino 2022 sotto la bandiera del Cio, senza cioè essere festeggiati, in caso di medaglia con l'inno della Russia, così come accadrà per le prossime manifestazione calcistiche come Europei e Mondiali.

Il Tas ha motivato la decisione tra le pagine della sentenza: "Le conseguenze che la giuria ha deciso di imporre non sono così ampie come quelle ricercate dalla Wada ma ciò non dovrebbe essere letto come una convalida della condotta della Rusada. Il panel ha considerato la necessità di effettuare un cambiamento culturale e di incoraggiare la prossima generazione di atleti russi a partecipare nello sport internazionale pulito”.

0 commenti:

Posta un commento