Visualizzazione post con etichetta Triathlon. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Triathlon. Mostra tutti i post

A Bari la 'Europe Triathlon Para Cup', quattro ori e nove podi per gli azzurri

BARI – Successo a tutto tondo per la tappa pugliese della “Europe Triathlon Para Cup”, evento di punta allestito all’interno di “Bari Zerobarriere 2022”, manifestazione che ha saputo ancora una volta coniugare magistralmente lo sport ai temi dell’inclusività e della valorizzazione del territorio. Malgrado le avverse condizioni meteo (le forti raffiche di vento hanno sferzato il lungomare del capoluogo per l’intera giornata) abbiano determinato una variazione al programma con l’annullamento della frazione a nuoto e la relativa modifica della gara in duathlon (2,5 chilometri di corsa, 20 chilometri di bicicletta e altri 5 di corsa), gli sforzi della cooperativa Zerobarriere e dell’Otrè Triathlon Team, sostenuti dalla Federazione Italiana Triathlon e coordinati dalla World Trathlon, sono stati ricompensati in termini di emozioni e di spettacolarità.

La riconosciuta capacità dello staff organizzatore di misurarsi con situazioni impreviste e di riuscire ad individuare brillanti soluzioni alternative in tempi rapidi ha fatto il paio, nella competizione barese, con il lusinghiero bottino della rappresentativa azzurra. Sono stati ben nove, infatti, i podi conseguiti dall’agguerrita selezione italiana capeggiata dall’olimpionico Giovanni Achenza, trionfatore assoluto della gara e medaglia d’oro nella categoria PTWC, felicemente emulato dai compagni di Nazionale Francesca Tarantello (PTVI) con la guida Silvia Visaggi, Gianluca Valori (PTS2) e Azzurra Carancini (PTS4). Quattro sono stati anche gli argenti, conseguiti dal salentino Pierluigi Maggio (PTS4), da Giuseppe Romele e Rita Cuccuru (PTWC) e da Giovanni Sciaccaluga (PTS3), mentre il bronzo di giornata è arrivato con Fabrizio Suarato (PTS4).
Al via della “Europe Triathlon Para Cup” 26 atleti in rappresentanza di 9 Paesi (Italia, Francia, Irlanda, Gran Bretagna, Sudafrica, Germania, Spagna, Grecia e Romania), a caccia di conferme e indicazioni significative in vista sia dei prossimi Mondiali di paratriathlon in calendario ad Abu Dhabi sia delle qualificazioni olimpiche a Parigi 2024. Per la cronaca, gli altri vincitori di categoria sono stati i francesi Paul Lloveras (PTVI) e Coline Grabinski (PTS3), i britannici Melissa Nicholls (PTWC) e Colin Wallace (PTS3), il sudafricano Mhlengi Gwala (PTS4), il tedesco Wolfgang Probst (PTS5). Non meno avvincente anche la Grand Final del circuito nazionale di paratriathlon (IPS), vinta da Marco Dolfin (Team Ladispoli, PTWC H1) davanti a Damiano Marini (Run Ran Run, PTWC H2) e Alberto Tomberli (Firenze Triathlon, PTVI B1), tutti primi classificati nelle rispettive categorie. A questa competizione ha inoltre partecipato con grande entusiasmo anche il plurimedagliato olimpico di handbike, Luca Mazzone, orgoglio del movimento paralimpico pugliese.
Nel corso della ricca e coinvolgente premiazione conclusiva, alla presenza di numerose autorità politiche, sportive e militari del territorio, piena soddisfazione per il buon esito dell’evento è stata espressa dal presidente nazionale Fitri Riccardo Giubilei, affiancato dal membro del consiglio direttivo della Europe Triathlon, dal race director Nicola Intini, dal presidente regionale Fitri Puglia Antonio Tondi e dal presidente della cooperativa Zerobarriere Marco Livrea. Nel ringraziare gli enti e le istituzioni che hanno patrocinato “Zerobarriere – 2022 Europe Triathlon Para Cup” (in primis Regione Puglia, Comune di Bari rappresentato oggi dall’assessore allo sport Pietro Petruzzelli, Puglia Promozione, Università degli Studi di Bari e Fondazione Puglia), Giubilei ha sottolineato l’eccellente lavoro di squadra ribadendo la volontà di candidare Bari ad ospitare il Campionato Mondiale di paratriathlon nei prossimi anni.

“Bari Zerobarriere 2022”, da giovedì 15 a domenica 18 settembre Bari sarà capitale europea del paratriathlon


BARI - Un evento all’insegna dello sport di alto profilo coniugato alla sensibilizzazione sull’inclusività e alla promozione del territorio. E’ pronta a svilupparsi su queste solide coordinate la quarta edizione di “Bari Zerobarriere”, in programma da giovedì 15 a domenica 18 settembre nel capoluogo pugliese grazie all’impulso organizzativo della cooperativa sociale Zerobarriere e dell’Asd Otrè Triathlon, coadiuvate dal Comitato Regionale della Federazione Italiana Triathlon, con il patrocinio di Regione Puglia e Comune di Bari.

Il quartier generale della manifestazione è rappresentato dalla spiaggia cittadina di “Pane e Pomodoro” che per due giorni ospiterà il villaggio “PugliaZeroBarriere” (P0B), a cura del CSV San Nicola, all’interno del quale le federazioni e le associazioni locali promuoveranno le loro attività agonistiche in ambito paralimpico, con particolare richiamo alle scolaresche di Bari: i ragazzi potranno scoprire numerosi sport paralimpici diventando loro stessi divulgatori e testimoni di inclusione.

Di notevole spessore anche la sezione agonistica, imperniata su due gare di paratriathlon sulla distanza sprint (750 metri a nuoto, 20 chilometri di ciclismo, 5 chilometri di corsa). Per la prima volta in Italia, domenica 18 settembre Bari ospiterà infatti una tappa della prestigiosa 2022 Europe Triathlon Para Cup, sotto l’egida della World Triathlon (la federazione mondiale della disciplina), con il patrocinio della Federazione Italiana Triathlon e del Comitato Italiano Paralimpico. Oltre 50 atleti provenienti da tutto il mondo saranno in competizione per la conquista di punti preziosi per le qualificazioni alle Paralimpiadi di Parigi 2024. A seguire, sempre nella mattinata di domenica 18 settembre, si svolgerà la finale del circuito italiano di paratriathlon che vedrà la partecipazione di circa 40 atleti provenienti da ogni angolo dello Stivale.


Il campo gara insisterà sul Lungomare Nazario Sauro – spiaggia di Pane e Pomodoro. La frazione a nuoto si disputerà lungo un percorso triangolare di 750 metri in corrispondenza del lido “Pane e Pomodoro”, segnalato da boe e assistiti da natanti. A seguire il tratto di 20 chilometri in bicicletta, articolato in 4 giri da 5 chilometri ciascuno, disegnato lungo la litoranea chiusa al traffico, dalla spiaggia di Pane e Pomodoro in direzione Torre Quetta (andata e ritorno). L’ultimo segmento riguarderà il percorso di 5 chilometri da percorrere a piedi, dalla spiaggia di Pane e Pomodoro in direzione Piazza Diaz, articolato in 3 giri di 1,7 chilometri (andata e ritorno).

Nei giorni precedenti le gare, il comitato organizzatore coordinato da Nicola Intini metterà a disposizione degli atleti le strutture sportive della città e saranno altresì attivati alcuni info-point turistici con le indicazioni sull’evento (anche in lingua inglese). Tra le iniziative collaterali, sabato 17 settembre il villaggio P0B ospiterà la festa di benvenuto, durante la quale saranno presentate alcune eccellenze enogastronomiche del territorio; a seguire, con l’ausilio di guide specializzate (su prenotazione) sarà possibile effettuare visite gratuite nel centro storico di Bari, su percorsi totalmente accessibili.

Triathlon: a Manfredonia il Cus Bari vince il Campionato Regionale

MANFREDONIA (FG) - Domenica 29 maggio a Manfredonia si è svolta la prima edizione “Triathlon Sprint” organizzata dall'associazione Triathlon Manfredonia Asd, nella quale il Cus Bari ha ottenuto i piazzamenti necessari per vincere il Campionato Regionale a squadra. Questo risultato si ottiene dalla somma dei 5 migliori piazzamenti maschili e dei 3 femminili in una gara prestabilita, quest’anno proprio quella di Manfredonia.

“Arrivare primi e portare tanti atleti a disputare la gare – ha commentato Roberto Mannese del Cus Bari – è una grande soddisfazione per noi. Poi il clima che si è creato tra tutti gli atleti è stato molto bello. È stata una grande festa dello sport”.

A Manfredonia, nella splendida cornice del lungomare della città ben 150 atleti hanno dato vita ad una giornata di sport e competizione. Il Cus Bari ha partecipato con 22 atleti ed è riuscita a imporsi, vincendo il titolo davanti alla Fitcenter TT di Bisceglie (Bat) e alla SSD Netium di Giovinazzo (Ba). La partenza è stata alle 9.30, con il mare un po’ mosso e la competizione ha avuto inizio con la parte nuoto. Terminata la prima performance gli atleti hanno proseguito con la frazione bici affrontando un percorso multitap e infine la terza parte è stata dedicata alla corsa, su un tragitto che dal porto ha portato gli atleti nel molo di Manfredonia.

Nella gara femminile si è imposta la giovane triathleta Vanessa Lafronza, categoria S1, che ha tagliato il traguardo in solitaria con il tempo di 1h12’17’’. A completare il quadro le altre cussine presenti con un ottimo 4° posto assoluto per Chiara Morgese (1° M2), 5° Tiziana Nardulli (2° M2) ed infine 7° Angela Martoccia (1° M1).

Nella sezione maschile da sottolineare le ottime prestazioni di Roberto Mannese arrivato 6° assoluto (1° S1) e di Gabriel De Mola giunto 10°. Gli altri atleti premiati per le rispettive categorie sono stati Simone Pinna (2° S3), Franco Mannese ( 4° M2) , Saverio De Santis (4° S2). “In poco tempo siamo riusciti a creare un gruppo numeroso. In questa occasione siamo stati la seconda società per atleti in gara. Ci impegneremo per mantenere questo trand”.