Visualizzazione post con etichetta Puglia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Puglia. Mostra tutti i post

Il Comune di Bari premia gli atleti Under 19 del Centro universitario sportivo


BARI - Lunedì 15 aprile, nella sala consiliare di Palazzo di Città, a Bari, si è tenuta la premiazione di 83 atleti under19 del Cus Bari che si sono distinti nelle rispettive discipline sportive e che rappresentano un sano esempio di crescita per tutti.

“Con questa premiazione – ha affermato l’assessore allo Sport del comune di Bari, Pietro Petruzzelli – rendiamo omaggio, con un riconoscimento simbolico e affettivo, a questi giovani sportivi. Forse, e questo ce lo auguriamo, qualcuno di loro diventerà un campione nella propria disciplina, ma sicuramente tutti diventeranno donne e uomini migliori rispetto a quelli che non praticano sport.

Numerosi sono stati gli sport nei quali i cussini si sono distinti e che hanno ricevuto lo speciale attestato riportante i successi ottenuti. Dalla lotta al karate, passando per il nuoto, pattinaggio, canoa, canottaggio, atletica e triathlon, i cussini hanno dimostrato di essere degli atleti validi in campo nazionale raggiungendo, nella quasi totalità dei casi, il gradino più alto del podio. Questi risultati sono la testimonianza del buon lavoro svolto dai tecnici del Cus Bari, che costantemente è a lavoro per far crescere i giovani dal punto di vista atletico.

“È un bellissimo riconoscimento da parte dell’amministrazione comunale per l’attività che il nostro Centro Universitario Sportivo svolge quotidianamente – ha commentato il presidente del Cus Bari Antonio Prezioso -. Questi ragazzi sono il futuro buono sia del nostro centro che di questa città. Chi fa sport ha sicuramente una marcia in più e sarà sicuramente capace di migliorare la nostra città”.

La cerimonia di premiazione è avvenuta alla presenza di numerosi giovani atleti biancorossi, i quali insieme ai loro compagni di squadri e in molti casi anche dei genitori, hanno affollato la sala sede del consiglio comunale vivendo così un’esperienza civica intensa e stimolante.

Cus Bari – Lungomare Starita, 1 - Bari

Info: 0805341779

La Puglia new entry del progetto Bike Hospitality


Attraverso il progetto Bike Hospitality la Federazione Ciclistica Italiana entra da protagonista nel mondo del turismo in bicicletta e della mobilità sostenibile. Nato nelle Marche, ha iniziato la sua diffusione tra i comitati regionali della Federciclismo nel resto d’Italia.

La prima ad attivarsi è la Puglia e il suo ingresso nel Bike Hospitality è stato ufficialmente presentato alla Fiera del Cicloturismo di Bologna il 6 e 7 aprile nello stand allestito da Puglia Promozione.

Taranto sarà la prima città pugliese a diventare comune Bike Hospitality, volontà espressa dal vice sindaco Giovanni Azzaro e dal capo gabinetto Greta Marraffa, unitamente condivisa con Carlo Pasqualini (componente della commissione nazionale promozione ciclismo FCI), Francesco Baldoni (membro promotore del progetto Bike Hospitality) e Angelo Turitto (delegato provinciale FCI Taranto) in rappresentanza del comitato regionale FCI Puglia.

Il progetto Bike Hospitality intende promuovere il cicloturismo sui territori lungo le ciclovie, alla scoperta dei borghi e dei paesaggi che li circondano, oltre alle manifestazioni legate al mondo della bicicletta, alla mobilità sostenibile, all’educazione e all’utilizzo consapevole della bicicletta tra i più giovani con le attività di promozione giovanile.

Bike Hospitality rappresenta un’opportunità economica per le strutture ricettive dei comuni aderenti e si pone lo scopo di fare promozione ai siti archeologici minori, ma non per questo meno importanti. Un turismo dolce che va alla ricerca della natura e dei sapori lungo le vie della storia. Il progetto ha incontrato il parere favorevole dell’Assessorato al Turismo della Regione Puglia, nella persona dell'assessore Gianfranco Lopane, oltre all’ANCI Puglia attraverso il protocollo del Patto di Mattinata.

Lions Bisceglie, scatta il rush finale di stagione con la sfida esterna a Lumezzane


BISCEGLIE - Terzultima giornata di stagione regolare all’orizzonte per le protagoniste del girone B di Serie B Nazionale Old Wild West. La caccia al massimo bottino possibile è apertissima per i Lions Bisceglie, che domenica 7 aprile (palla a due ore 18) incroceranno Lumezzane nella sfida valida per il trentunesimo turno di campionato. Il colpaccio esterno sarebbe un toccasana per la formazione allenata da Agostino Origlio, che ha vinto tre delle ultime sei partite giocate.

I NERAZZURRI

Il gruppo ha ripreso gli allenamenti martedì pomeriggio dopo le festività pasquali. Le ottime impressioni suscitate dal gran finale e dal successo sfiorato sul parquet di Faenza hanno rappresentato l’ennesima iniezione di fiducia per il team, determinato a raggiungere la migliore condizione psicofisica in vista dei playout. La squadra è partita per la lunga trasferta in Lombardia nella mattinata di sabato.

IL PREGARA DI COACH ORIGLIO

«Dovremo percorrere molti chilometri per raggiungere Lumezzane e misurarci con una squadra molto profonda nelle rotazioni, capace di esprimere un buonissimo talento individuale, sia tecnico che fisico, ben distribuito. Di certo bisognerà fare parecchia attenzione alle singole giocate. Una chiave di importanza fondamentale sarà limitare il loro potenziale offensivo: i nostri prossimi avversari girano a 84 punti segnati di media nelle ultime 5 partite e nelle 13 gare vinte sono sempre andati oltre gli 80 punti realizzati fuorché in due circostanze, con Faenza e Chieti, nelle quali hanno chiuso a 78 e 74 punti. Un’altra chiave sarà, senza dubbio, la nostra costanza nel saper leggere, in attacco, quei vantaggi che ci saremo costruiti. Per noi è un test importante: dovremo dare prova di solidità come squadra in vista del rush finale, magari partendo dalla seconda metà di gara a Faenza in cui dove abbiamo dimostrato carattere e qualità. Elevare il nostro livello sul piano individuale e complessivo ci permetterà di avere più chance di vittoria».

GLI AVVERSARI

Lumezzane, con un bottino già acquisito di 26 punti, è virtualmente salvo ma non può puntare ad un piazzamento in griglia playoff (è a -6 dall’ottava posizione). Il collettivo guidato dal tecnico Fabio Saputo, naturalmente, vorrà chiudere l’annata con altre affermazioni. Il lettone Marcis Vitols, l’eclettico esterno Simone Vecerina e l’ala Manuel Di Meco sono i principali riferimenti in attacco mentre il giovane pivot Kevin Ndzie (9.8 punti e 9.2 rimbalzi di media) si è messo in evidenza con il passare delle gare. Ex di turno nelle fila bresciane Edoardo Maresca, con i Lions nelle stagioni 19-20 e 20-21.

ARBITRI E UFFICIALI DI CAMPO

Il match sarà arbitrato da Chiara Bettini di Faenza e Antonio Cieri di Ravenna. Il tavolo degli ufficiali sarà composto da Stefano Gerosa di Mariano Comense (segnapunti), Simona Gianquinto di Milano (cronometrista) e Mattia Polver di Milano (addetto ai 24”).

COPERTURA MEDIA

L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming a partire dalle ore 17:55 sulla piattaforma OTT a pagamento Lnp pass (tutte le informazioni sui costi al sito https://lnppass.legapallacanestro.com). Aggiornamenti sul punteggio del match al termine di ogni quarto sui canali social Lions, che riporteranno anche ulteriori contenuti prima, durante e dopo l’incontro.

Il resoconto della gara, con altri dati e curiosità, sarà disponibile sul sito internet www.lionsbisceglie.com mentre gli highlights, interviste e ulteriori contenuti saranno pubblicati su Facebook, Instagram, Youtube e Tik Tok.

Cus Bari lotta: quinto posto nel torneo internazionale di Pasqua

BARI - Sabato 30 e domenica 31 marzo, al Sportcentrum Galgenwaard di Utrecht (Paesi Bassi), si è svolto “Ester Tournament”, il torneo internazionale di Pasqua di lotta olimpica, specialità greco-romana, nel quale il Cus Bari, insieme alla Ssd Club Atletica Pesante Como, ha rappresentato l’Italia ottenendo due medaglie e un buon quinto posto a livello internazionale. 

Alla competizione, riservata a tutti gli atleti sotto i 21 anni, hanno partecipato 25 nazioni e più di 650 atleti provenienti da ogni parte del globo. I ragazzi del Cus Bari, allenati dai coach Sergio Armenise e Francesco Costantino, dopo le vittorie ottenute nelle scorse settimane ai Campionati italiani under 15, si sono dimostrati capaci di giocarsi importanti successi anche a livello mondiale. 

Nicola Sedicina, non ancora dodicenne, ha ottenuto la medaglia d’argento, ribaltando ben due incontri e arrendendosi solo in finale contro John Kromm, avversario tedesco più grande di lui di due anni. Il bronzo, invece, è stato ottenuto da Tiziano Monopoli, che si è ancora una volta distinto disputando un ottimo torneo con una grande tecnica riconosciuta anche dagli avversari. Nonostante abbia infatti perso il primo incontro con colui che ha poi vinto la categoria, non si è demoralizzato e ha continuato a combattere con carattere e determinazione, arrivando a raggiungere comunque il podio con un ottimo bronzo. Nathan Armenise, infine, dopo aver vinto ben cin incontri per superiorità tecnica, è stato sconfitto in semifinale, classificandosi quinto ai punti. 

“È stato un torneo difficile, fatto di ansie e paure – ha commentato Sergio Armenise – con un livello tecnico molto alto. Nonostante questo siamo riusciti a portare i nostri ragazzi a raggiungere uno strepitoso successo. I nostri atleti crescono sempre più come tecnica e come esperienza. Per noi è una grande soddisfazione e puntiamo a vedere, un domani, un nostro atleta partecipare ad una Olimpiade”.

Trofeo Inchingolo: Sfida Lions Bisceglie-Sant'Antimo Mercoledì al PalaDolmen


BISCEGLIE - Un'occasione imperdibile per gli amanti del basket: mercoledì 13 marzo al PalaDolmen di Bisceglie si terrà la prima edizione del Trofeo Inchingolo, un evento speciale che vedrà sfidarsi i padroni di casa dei Lions Bisceglie contro la Partenope Sant'Antimo.

La partita, in programma alle ore 18:30, sarà preceduta da due eventi dedicati al vivaio:

  • Riunione tecnica: un incontro tra i responsabili e gli allenatori dei due vivai per discutere di strategie e metodologie di allenamento.
  • Allenamento congiunto: un'occasione per i giovani atleti di entrambe le squadre di giocare insieme e confrontarsi sotto la supervisione dei coach Agostino Origlio (Lions Bisceglie) e Paolo Gandini (Partenope Sant'Antimo).

L'ingresso al PalaDolmen sarà gratuito per tutti gli appassionati che vorranno assistere alla sfida e agli eventi del pomeriggio.

Un'occasione per ribadire l'amicizia tra le due società: il Trofeo Inchingolo non è solo un evento sportivo, ma anche un momento per celebrare la forte amicizia che lega i Lions Bisceglie e la Partenope Sant'Antimo, unite dal comune impegno nel progetto giovanile Psa Campus.

Un'occasione da non perdere: non mancate al PalaDolmen mercoledì 13 marzo per vivere una giornata all'insegna del basket e del fair play!

Altri dettagli:

  • Il Trofeo Inchingolo è promosso dai Lions Bisceglie in collaborazione con l'azienda Inchingolo, leader nazionale nella commercializzazione di macchine agricole e storico partner del club cestistico nerazzurro.
  • La Partenope Sant'Antimo milita nel girone A del campionato di Serie B Nazionale.
  • L'ex capitano dei Lions Filiberto Dri gioca ora con la Partenope Sant'Antimo.

Rimani aggiornato sui canali social dei Lions Bisceglie per seguire tutte le novità sul Trofeo Inchingolo!

Basket: Webbin Angel Manfredonia le vince tutte al Paladante


MANFREDONIA - Nell’ultima partita casalinga della regular season, l’Angel Manfredonia, battendo il Basket Santeramo, ottiene il decimo successo su altrettanti incontri disputati tra le mura amiche.

Coach Carbone in campo con Manfredi, Carmone, Virgilio, Vuovolo e Totaro. Risponde Castellano con Orfino, Panessa A, Natuzzi, Capasso e Panessa G.P. Partita condotta sin dalle prime battute da parte della squadra sipontina che parte forte e va subito sul +10 grazie ad una difesa attenta e ad un gioco di squadra ormai ben rodato.

Il team murgese si rifà sotto con Capasso e Palmisano (autori di 42 punti in coppia) che non permettono ai padroni di casa di piazzare l’allungo decisivo.

La partita scivola via così con la Webbin che, pur soffrendo l’aggressività degli ospiti, non ha mai avuto dubbi sull’esito finale dell’incontro.

Ancora una volta sono ben sei i giocatori biancoazzurri in doppia cifra a riprova del fatto che non ci sono prime donne in casa Angel ma è la squadra nel suo insieme a fare la differenza.

Nel prossimo e ultimo turno i ragazzi capitanati da Vuovolo giocheranno in trasferta a Molfetta. In caso di vittoria si consoliderà la terza posizione in classifica che vorrà dire incontrare il Galatina in trasferta nel primo turno di playoff.

Classifica

Fortitudo Trani 34, Cus Bari 32, Angel Manfredonia 30, Cus Foggia 28, Nuova Cestistica Barletta e Angiulli Bari 20, Junior Molfetta 18, Olympia Rutigliano 10, Sporting Bitonto e Fiore di Puglia Ruvo 8, Murgia Santeramo 0.

Parziali: 25-17, 21-20, 27-20, 19-21

TABELLINI

WEBBIN MANFREDONIA


Vuovolo 11, Virgilio 14, Totaro A. 15, Manfredi 13, Carmone 6, Grasso 13, Ciociola A 3, Ciociola F. 11, Mafrolla 6, Basta, Segrato n.e. All.re Carbone

MURGIA BASKET SANTERAMO

Orfino 9, Panessa A, Natuzzi, Capasso 20, Panessa G.P, Petrera 9, Lionetti, Soranna 4, Surico 2, Palmisano 22, Debellis 12. All.re Castellano

Star Volley Bisceglie sempre più capolista: vittoria di carattere a Monopoli oltre ogni difficoltà

BISCEGLIE - Carattere e determinazione da prima della classe, nonostante le difficoltà. La Star Volley Bisceglie ha superato lo scoglio dell’ostica trasferta di Monopoli (1-3), conquistando un successo importante e significativo per le circostanze in cui è maturato, al termine di un fine settimana complicato. L’improvvisa indisponibilità per infortunio di Martina Quarto e le condizioni fisiche precarie di Barbara Murri, scesa in campo ma fortemente debilitata, non hanno certo aiutato il team di coach Simone Giunta. Il tecnico nerofucsia ha dovuto ricostruire il piano partita schierando Martina Curci nel ruolo di libero. Le avversarie, come accade sempre, si sono mostrate combattive al cospetto della capolista, prendendo le redini del parziale d’apertura (9-5) senza mai lasciarle, sebbene Bisceglie avesse ricucito sul 20-17, sul 22-21 e sul 23- 22, mancando l’opportunità per l’aggancio e il sorpasso. Monopoli ha così strappato il primo set con il punteggio di 25-22.

Haliti e compagne hanno saputo stringere i denti e riordinare le idee, dando vita a un secondo periodo di spessore: le ospiti hanno assunto il controllo della situazione sull’11-14 e allungato con decisione. Un dominio indiscusso che è valso il 16-25. Terza frazione più combattuta, complice la stanchezza che ha attanagliato la prestazione del gruppo nerofucsia. La Star Volley, in vantaggio per larghi tratti, si è trovata sotto 19-17 ma a quel punto è venuta fuori la grande personalità della squadra a dispetto di una serata di certo non fortunata: break per il 19-20 e giocate chirurgiche hanno permesso alla battistrada del girone I di Serie B2 di spuntarla per 23-25.

Lo sforzo compiuto è stato pagato a caro prezzo con il terrificante 10-0 piazzato da Monopoli a inizio quarto set. Situazione compromessa? Non per il collettivo biscegliese, che ha rischiato il fondo del barile trovando le energie necessarie per rimettere tutto a posto, impattando già a quota 12. Le padrone di casa hanno cercato di aggrapparsi alla partita per strappare un punticino ma non ci sono riuscite: merito di Mileno e compagne, capaci di portarsi sul 15-19 e mettere l’ipoteca sull’ennesimo successo pieno (20-23). L’ultimo colpo di reni monopolitano non è stato sufficiente: di Murri l’ultima bordata vincente (22-25). Sedicesima vittoria su 17 gare e +11 sulla seconda in classifica per una Star Volley inarrestabile e capace di andare oltre ogni difficoltà.

Pallacanestro: Jr.NBA FIP Schools League al via a Bari e Trani con i Draft Event

BARI - Al via anche in Puglia Jr. NBA FIP Schools League, il torneo scolastico in stile NBA che fa giocare gli studenti delle scuole medie con le maglie delle famose franchigie. Si comincia domani, martedì, alle 9,30, a Bari, all’istituto comprensivo “Massari-Galilei”, con il Draft Event che abbinerà a ciascuna classe una squadra della lega sportiva più conosciuta al mondo. In gara anche i ragazzi delle scuole “Japigia 1- Verga” e “Falcone-Borsellino” di Bari e “Ronchi” di Cellamare. Giovedì alle 10 il via anche a Trani, presso la scuola “Baldassarre”, per la Bat. AI nastri di partenza pure i ragazzi degli istituti “Rocca Bovio Palumbo” di Trani e “Foscolo Lomanto” di Canosa di Puglia. In tutto, sette scuole con le canotte e i colori della NBA.

La Puglia è una delle poche regioni che vanta due province interessate dall’iniziativa, giunta alla settima edizione ed allargata a ben sedici sedi: oltre Bari e Bat, ci sono Ancona, Ascoli Piceno e Fermo, Firenze, Genova, Matera, Milano, Napoli, Perugia, Pescara e Chieti, Livorno, Reggio Calabria, Roma, Trieste e Venezia. Oltre settemila gli studenti coinvolti. Anche quest’anno è previsto un evento finale in sede unica, il 24 e il 25 maggio.

È stato uno dei primi comitati a credere nell’iniziativa, quello pugliese, che ha da subito aderito alla sinergia tra la FIP e la NBA che spazia da Jr. NBA FIP U13 Championship, il campionato under 13 che vede i giovanissimi scendere in campo con le divise NBA, al torneo scolastico Jr. NBA FIP Schools League. Uno spunto, quest’ultimo, raccolto con entusiasmo da dirigenti scolastici ed insegnanti: «Alcuni istituti – osserva il presidente Fip Puglia Francesco Damiani – hanno sposato questo torneo griffato NBA sin dall’inizio ed altri se ne sono aggiunti. I ragazzi giocano con nomi e divise in cui si identificano, si divertono. E alcuni di loro, dopo questa bellissima esperienza, scelgono di passare dall’attività scolastica a quella federale, con grande soddisfazione da parte nostra».

Serie C, il Brindisi perde 1-2 con il Latina al Fanuzzi


FRANCESCO LOIACONO -
Ottava sconfitta interna del Brindisi che perde 1-2 con il Latina al “Fanuzzi” nella venticinquesima giornata del girone C di Serie C. Nel secondo tempo al 5’ i pugliesi passano in vantaggio con Trotta, al 19’ i laziali pareggiano per merito di Fabrizi e al 25’ Fabrizi realizza la rete decisiva per il successo del Latina. Diciannovesima sconfitta in questo torneo del Brindisi che è all’ ultimo posto in classifica con 16 punti insieme al Monterosi. 

Quinta vittoria esterna del Latina. Nono successo nel girone C di Serie C dei laziali, undicesimi con 34 punti. Dopo Brindisi-Latina il tecnico dei pugliesi Giorgio Roselli si era dimesso, ma il presidente Daniele Arigliano lo ha confermato. Roselli continuerà ad allenare in questo campionato i biancazzurri.

Riscatto Sportilia, espugnato il campo della Pegaso 93 Molfetta

BISCEGLIE - Una vittoria attesa, inseguita, finalmente centrata. Nel segno del gradito (e fondamentale) ritorno in campo delle sorelle Losciale. Dopo cinque gare all’asciutto, Sportilia Volley torna a sorridere aggiudicandosi con un secco 0-3 a domicilio il derby del PalaFiorentini a spese della quotata Pegaso 93 Molfetta, accreditata alla vigilia di un autorevole ruolino di 7 successi nelle precedenti 8 gare disputate. La sesta affermazione stagionale, che riporta le biancazzurre al quinto posto del girone con il sorpasso al Conversano, è marchiata dal rientro della laterale Piera Losciale (già subentrata in alcuni frangenti della gara con Orta Nova) e della sorella maggiore Arianna, fattore che ha conferito maggiore fiducia e consapevolezza ad un roster giovanissimo, capace nel complesso di sfoderare una prova tenace e determinata.

Il tecnico Nicola Nuzzi utilizza in partenza Arianna Losciale in qualità di opposto e Lopolito al palleggio, con Gentile e Piera Losciale in banda, Di Pinto e Manganelli al centro, Martina Mastrapasqua libero. La fase iniziale della contesa è scandita da notevole equilibrio, appena interrotto dall’abbozzo di fuga biscegliese (8-12), tamponato dal sestetto di casa che torna in scia fino al 15-16. A questo punto Nuzzi opta per l’innesto dell’opposto Alessia Simone per Lopolito, con relativo spostamento di Arianna Losciale in cabina di regia: tale cambio di assetto giova a Sportilia, che beneficia del proficuo turno in battuta di Simone per imporsi agilmente col punteggio di 18-25.

Apertura di seconda frazione con 3 punti di fila delle biscegliesi, quindi si assiste alla replica della Pegaso 93 (parità a quota 4) ed al nuovo allungo di Sportilia (8-12). Il temporaneo sorpasso molfettese (16-15) induce la panchina avversaria a chiedere il time-out, così Gentile e compagne si riorganizzano e ingaggiano un duello punto a punto, preludio al vigoroso rush finale che consente loro di imporsi 23-25, con il prezioso apporto al servizio di Claudia Mastrapasqua, subentrata a Manganelli nella fase cruciale. Bisceglie sempre avanti nel punteggio durante il terzo parziale, nonostante il generoso tentativo delle padrone di casa di restare avvinghiate al match. Le biancazzurre si inerpicano sul 5-12 e il divario raggiunge anche le 8 lunghezze (6-14), ma la Pegaso 93 non demorde e si riavvicina pericolosamente (20-22), per tornare in scia sul 22-23. L’attacco vincente in diagonale di Simone consegna a Sportilia due match-point e alla seconda opportunità le biancazzurre possono chiudere definitivamente i giochi in poco meno di 90’ complessivi di gioco.

Raggiante, a fine gara, il presidente Angelo Grammatica. “Mi è piaciuto molto lo spirito combattivo mostrato da tutte le ragazze – esordisce - . Ognuna ha dato il massimo con grande determinazione, ovviamente un inciso particolare va rivolto alle sorelle Losciale. Piera è tornata dopo un lungo periodo di stop ed ha subito tratto sensazioni positive così come Arianna, messasi a disposizione con generosità anche in un ruolo a lei non propriamente congeniale. Adesso andiamo avanti a testa bassa e senza effettuare calcoli. Ci attendono tre finali con le prime tre squadre del nostro girone, al termine delle quali capiremo quale sarà il nostro futuro nella post-season”.

Pallacanestro: al via a Mola di Bari le finali pugliesi di Eccellenza

MOLA DI BARI - Al via a Mola di Bari con l’under 17 le finali regionali dei campionati di Eccellenza di pallacanestro. Al PalaPinto tutto è pronto per ospitare la Final Four organizzata da Fip Puglia con il patrocinio del Comune di Mola di Bari ed il supporto di Mola New Basket 2012.

Si comincia alle 18 con New Basket 99 Lecce-Aurora Brindisi, si prosegue alle 20 con Fortitudo Francavilla-Happy Casa Brindisi. Due semifinali che definiranno il programma delle finalissime in programma domani, martedì, sempre agli stessi orari: alle 18 si giocherà la finale per il terzo posto, alle 20 quella che metterà in palio il titolo di campione di Puglia.

«Siamo giunti al clou dei campionati giovanili – osserva il presidente Fip Puglia Francesco Damiani – Al PalaPinto di Mola di Bari ci aspetta un’avvincente due giorni di basket giovanile che vedrà quattro agguerritissime protagoniste contendersi non solo il primo posto in regione ma anche il secondo e il terzo che consentiranno di proseguire il percorso verso le finali nazionali. Abbiamo scelto di organizzare direttamente come Fip Puglia questo primo appuntamento, che ha potuto contare sulla collaborazione dell’amministrazione comunale di Mola di Bari, particolarmente sensibile alle iniziative di promozione sportiva, e della locale società Mola New Basket 2012, nella persona del presidente Leonardo Losito».

Le prime tre classificate accederanno alla fase interzonale che vedrà le tre pugliesi cimentarsi con altrettante squadre campane in un girone all’italiana che qualificherà a sua volta due squadre: la prima classificata direttamente alle finali nazionali e la seconda agli spareggi interregionali.

Star Volley Bisceglie, grande attesa per la sfida di sabato contro Modica


BISCEGLIE - Una vera e propria mobilitazione per richiamare il grande pubblico sugli spalti del PalaDolmen sabato 3 febbraio e spingere la Star Volley Bisceglie verso la vittoria nella sfida di ritorno dello spareggio per l’accesso alla Final Four di Coppa Italia. Società, sportivi e appassionati di pallavolo, tifosi nerofucsia, ragazze del settore giovanile e genitori, tutti pronti per vivere insieme una serata importante e sostenere le ragazze allenate da coach Simone Giunta. L’ingresso sarà come sempre gratuito: il club rivolge un invito a giungere nella struttura di via Ruvo con un certo anticipo, già dalle 18:15.

L’obiettivo di Haliti e compagne è riscattare l’opaca prestazione collettiva di Modica e capovolgere l’esito del doppio confronto, vincendo per 3-0 (o 3-1) e conquistando il conseguente golden set.

Mai così determinate, le nerofucsia hanno ripreso ad allenarsi martedì con un sano desiderio di rivincita. Il lavoro è proseguito nella mattinata di mercoledì con un focus sulla ricezione oltre che nel pomeriggio, fra video e campo. Nulla sarà lasciato al caso anche nella giornata di giovedì, con pesi al mattino a precedere il consueto allenamento pomeridiano. Venerdì, oltre al video, ultima rifinitura sul parquet prima della gara. Si respira senza dubbio un’aria differente rispetto alla sfortunata contesa d’andata: la squadra ha preso consapevolezza dell’occasione sciupata in Sicilia e nutre un’enorme voglia di riscatto.

Intensità e concentrazione hanno rappresentato il mantra di questi giorni, in un contesto di grande attesa da parte dei sostenitori biscegliesi. Saranno in tanti, sulle tribune del PalaDolmen, anche gli addetti ai lavori per uno spettacolo del quale la Star Volley intende essere l’unica e indiscussa protagonista sul campo.

Sportilia fa harakiri con Orta Nova, arriva il quinto stop di fila

(ph Annarita Boccaforno)
BISCEGLIE – Il delicato momento di Sportilia Volley ha trovato ulteriore riscontro sabato scorso nell’impegno casalingo del 14esimo turno di fronte all’Olympia Orta Nova, coinciso con un’inopinata battuta d’arresto in rimonta, la quinta di fila. Dopo essersi aggiudicata in modo abbastanza disinvolto i primi due parziali, la formazione biancazzurra si è lasciata sopraffare da un’autentica paura di vincere vanificando ben tre match-point nella terza frazione (persa ai vantaggi), a precedere la cocente resa maturata con il sorpasso in fondo ad un combattuto tie-break. Ancora una volta, il giovanissimo collettivo allenato da Nicola Nuzzi ha pagato a caro prezzo la mancanza di esperienza in un campionato di serie al cospetto di un’avversaria determinata più che mai ad abbandonare l’attuale ultima piazza del girone. Nella gara in cui si è registrato il gradito rientro agonistico della laterale Piera Losciale, soltanto da una decina di giorni in gruppo e dunque ancora lontana dalla migliore condizione, Sportilia ha potuto consolarsi (benché in minima parte) con la conquista del 16° punto in stagione, utile a preservare il sesto posto e a riportarsi a -1 dal Real Volley Conversano.

La cronaca. In avvio coach Nuzzi opta per la consueta diagonale (Lopolito al palleggio e Simone opposta), con Gentile e Shcherban in banda, Manganelli e Valente al centro, Martina Mastrapasqua in qualità di libero. Orta Nova scatta meglio dai blocchi approfittando di qualche ingenuità commessa dal sestetto di casa e si inerpica fino all’11-16. A questo punto le biscegliesi rompono gli indugi confezionando un poderoso break di 9-2, alimentato anche dall’ingresso in battuta della specialista Claudia Mastrapasqua. Le foggiane abbozzano una timida reazione, ma Sportilia mantiene alta la concentrazione e s’impone 25-21. Sostanzialmente equilibrata la prima metà della seconda frazione, con margine mai superiore alle 3 lunghezze su ambo i fronti fino al 16-16. Nella parte cruciale, però, Claudia Gentile e compagne accelerano con autorevolezza portandosi sull’illusorio 2-0 (25-19).

Al cambio di campo l’inerzia della sfida sembra ancor più a favore delle biancazzurre, capaci di salire anche sul +5 (13-8). La rimonta delle foggiane, però, lascia intendere che l’insidia è dietro l’angolo. Nuzzi si affida quindi a Losciale, preziosa al servizio per ristabilire la temporanea parità a quota 20: è il preludio, però, all’amaro epilogo del terzo set, in cui Sportilia cestina tre opportunità per chiudere definitivamente i conti incassando, viceversa, il parziale di 0-5 con cui Orta Nova la spunta ai vantaggi (24-26). Le biscegliesi accusano il colpo dal punto di vista mentale nella prima parte della quarta frazione e sono costrette a rincorrere le avversarie che, a loro volta, sfruttano cinicamente le amnesie del sestetto di casa per impattare il conto dei set (23-25) e demandare il verdetto al tie-break. Bisceglie conduce 8-5 al cambio di campo, ma tale vantaggio è presto ricucito da Orta Nova, che completa e perfeziona la rimonta incamerando la sua seconda vittoria stagionale col punteggio di 13-15.

Nel prossimo weekend il campionato si fermerà nuovamente, con ripresa in calendario sabato 10 febbraio, allorché Sportilia si recherà al PalaFiorentini di Molfetta per rendere visita alla Pegaso 93, quarta forza del girone.

Basket: i Lions Bisceglie ingaggiano il playmaker Juan Rodriguez Suppi

BISCEGLIE - Movimento di mercato in entrata per i Lions Bisceglie. Il club nerazzurro si è assicurato le prestazioni di Juan Rodriguez Suppi. Il playmaker di nazionalità argentina, classe 1991 (175 cm per 75 kg), ha cominciato la stagione in corso nelle fila di Chieti, sempre nel girone B di Serie B Nazionale Old Wild West, facendo registrare statistiche individuali di assoluto rilievo: 12.5 punti per gara con il 51% da due, il 33% nel tiro dalla lunga distanza, il 76% dalla lunetta, 3.4 rimbalzi e 3 assist in 28 minuti di media. Il nuovo regista dei Lions, originario di Santa Elena nella provincia di Entre Rìos, ha toccato la doppia cifra per otto volte su 13 incontri disputati, segnando 30 punti contro la Virtus Imola proprio domenica scorsa. Le capacità di gestione, il carisma e la leadership del nuovo giocatore nerazzurro torneranno utilissimi al gruppo. Juan Rodriguez Suppi ha vestito, in patria, le canotte di diverse squadre, fra cui quelle di Obera (7.4 punti di media) e Atletico Argentino de Junin (8.4 punti a partita) nel massimo campionato mentre nell’annata 2022-2023 ha trascinato Osimo alla promozione in B interregionale segnando 18.8 punti per gara. Un colpo, quello siglato dal direttore sportivo biscegliese Sergio Di Nardo, che conferma la determinazione della società nel raggiungere l’obiettivo prefissato della salvezza nel più breve tempo possibile. L’atleta è giunto a Bisceglie nella tarda serata di giovedì 14 dicembre per essere aggregato alla squadra venerdì, a disposizione di coach Enrico Fabbri che potrà già schierarlo domenica 17, in occasione del match contro Lumezzane che avrà inizio alle ore 17. Juan Rodriguez Suppi indosserà il numero 0.

Polisportiva Cavallaro, macchina organizzativa al lavoro per la 'XXVI Coppa Città di Bisceglie' di ciclocross

BISCEGLIE – Un evento di lunga tradizione e dal prestigio sempre crescente in virtù degli sforzi organizzativi profusi da una realtà, la Polisportiva Gaetano Cavallaro, attiva nel panorama delle due ruote da quasi trent’anni. Può essere incorniciata così l’edizione numero 26 della “Coppa Città di Bisceglie”, pronta a riproporre il grande spettacolo del ciclocross nell’appuntamento che si terrà domenica 10 dicembre nella caratteristica location in zona Conca dei Monaci, prospicente la litoranea di ponente.

Valida quale “13° Memorial Peppino Preziosa”, generoso e mai dimenticato collaboratore della Polisportiva Cavallaro prematuramente scomparso nel 2009, la competizione costituirà la quarta tappa del MediterraneoCross, trofeo a carattere interregionale che coinvolge i comitati FCI di Puglia, Basilicata, Campania e Abruzzo, oltre a fregiarsi dello status di gara nazionale sotto l’egida della FederCiclismo. Gli organizzatori prevedono la presenza di non meno di 300 specialisti da ogni angolo della Penisola, desiderosi di misurarsi su un percorso tecnico e dall’elevato tasso adrenalinico. La gara si disputerà, infatti, su un circuito quasi completamente sterrato ricavato in due terreni collegati da un tratto di asfalto di circa 300 metri. Il tracciato include una scalinata di quindici gradini, un segmento in contropendenza da affrontare in sella alla bicicletta nonché diverse collinette e avvallamenti per una lunghezza totale di 2600 metri, da ripetere più volte a seconda delle categorie.

Alla XXVI Coppa Città di Bisceglie parteciperanno gli specialisti appartenenti alle categorie G6, Esordienti, Allievi, Junior, Master, Open ed Elite maschili e femminili, con prima partenza stabilita alle ore 10,00. Tra le novità dell’edizione 2023, l’interessante prologo in calendario sabato 9 dicembre (inizio ore 10.00) sempre in zona Conca dei Monaci, dove per la prima volta si svolgerà una prova su percorso di abilità aperta anche agli atleti con disabilità, valevole quale gara Fisdir (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali).

La “Coppa Città di Bisceglie” è un evento sportivo finanziato con il contributo di Regione Puglia, Assessorato allo Sport per tutti – anno 2023.

Coppa Italia Serie C: il Brindisi e il Foggia eliminati

FRANCESCO LOIACONO - Nel secondo turno della Coppa Italia di Serie C, il Brindisi perde 1-0 con il Crotone allo “Scida” e viene eliminato. I calabresi si qualificano per gli ottavi di finale e la rete realizzata al 23’ del primo tempo da Pannitteri è decisiva per il successo dei rossoblu. Il Foggia perde 3-1 con l’ Avellino al “Partenio-Lombardi” ed è eliminato. Gli irpini passano in vantaggio al 27’ del primo tempo con Tozaj, raddoppiano nel secondo tempo al 7’ per merito di D’ Angelo e all’11’ D’ Amico realizza la terza rete. I dauni segnano al 30’ con Martini e i campani volano agli ottavi di finale.

Sportilia resta a punteggio pieno, netto 3-0 all’Adria Bari


BISCEGLIE – Tris consecutivo di vittorie con relativo percorso netto in classifica. Sportilia Volley certifica il brillante avvio di campionato regolando la pur combattiva Adria Academy Bari con un secco 3-0 sulle tavole del PalaDolmen in fondo ad una sfida governata senza soluzione di continuità. La prestazione delle biancazzurre, reduci dal turno di riposo imposto dal calendario, è risultata concreta e incisiva nei 90’ di gioco, al netto di un lieve calo accusato nel terzo ed ultimo parziale.

Nicola Nuzzi si affida in partenza alla diagonale composta da Feliciana Lopolito in regia e Alessia Simone opposta, con Claudia Gentile e Simona Amato in banda, Martina Manganelli e Angela Di Pinto al centro, Martina Mastrapasqua in qualità di libero. Le prime fasi del match sono piuttosto equilibrate, con il sestetto ospite reattivo nel rintuzzare un paio di tentativi di allungo di Sportilia. Sul punteggio di 11 pari, però, Amato e compagne rompono gli indugi con una poderosa accelerazione che le avversarie non riescono a contenere, così il margine lievita inesorabilmente fino al 25-15. Dopo il cambio di campo Bisceglie parte con le idee ancor più chiare e beneficiando dell’autorevole prova corale scava un solco impossibile da colmare per l’Adria Bari, costretta ad inchinarsi con un perentorio 25-13. Il terzo set è un po’ più combattuto, complice la flessione delle padrone di casa, tuttavia nel momento cruciale Sportilia mostra maggiore volontà nel chiudere definitivamente i conti (25-19) tra gli applausi del pubblico presente nell’impianto di Via Ruvo.

“Le ragazze mi sono piaciute sul piano della determinazione e anche il livello del gioco espresso è stato buono – ha commentato coach Nuzzi - . Ho apprezzato molto i primi due set, positivi in tutti i fondamentali, mentre nella terza frazione si è verificato un calo collettivo probabilmente di natura psico-fisica. Questa volta, a differenza delle due precedenti partite disputate, non lo abbiamo perso e siamo riusciti a chiuderla. Tutte le mie giocatrici hanno dato il massimo e si sono ben disimpegnate prevalendo spesso e volentieri negli scambi lunghi. In avvio è forse mancato qualcosa in difesa, ma dalla metà del primo set in poi anche quel fondamentale è sensibilmente migliorato. Si tratta di una vittoria utile ad alimentare l’entusiasmo di un gruppo che sta vivendo da protagonista questo scorcio iniziale di campionato, ma sono altrettanto convinto che ci siano le potenzialità per esprimersi ancora meglio. All’interno della buona prova corale mi piace rimarcare l’apporto fornito dalla palleggiatrice Lopolito, cresciuta non poco rispetto alla trasferta di Conversano. Nutro grande fiducia affinché Feliciana possa compiere un ulteriore salto di qualità in grado senza dubbio di recare benefici anche alle compagne di squadra”.

4^ giornata campionato serie D (girone A)

SPORTILIA BISCEGLIE – ADRIA ACADEMY BARI 3-0 (progressione set: 25-15, 25-13, 25-19).

Basket, l'Happy Casa Brindisi perde 57- 87 con l'Armani Milano al Pala Pentassuglia


FRANCESCO LOIACONO -
L’Happy Casa Brindisi perde 57-87 con l’ Armani Milano al “Pala Pentassuglia” nella sesta giornata di andata di A/1 di basket. Sulla panchina dei pugliesi debutta il nuovo allenatore Dragan Sakota. Nel primo quarto un canestro di Poythress porta i lombardi sull’ 8-2, Melli allunga 9-6 e Kamagate è preciso nei tiri liberi 9-8. Con Flaccadori e Kamagate l’ Armani prevale 15-8 sui pugliesi. Nel secondo quarto Ricci 19-12 per i lombardi. Rismaa tiene in gara i brindisini, ma il Milano rimane in vantaggio 19-15. Melli con una schiacciata permette ai meneghini di allungare 29-15 sull’ Happy Casa. L’ Armani, con i punti di Voigtmann, si impone 36-28 sugli avversari. 

Nel terzo quarto Lo regala il 40-30 ai lombardi e Melli realizza il 48- 32. La squadra di Ettore Messina, con un tiro da due punti di Flaccadori trionfa 64-39. Nel quarto quarto, i lombardi con una tripla di Ricci, ottengono il 69-49 e per merito di Poythress e Hall il 76-49. Tonut consente al Milano di vincere 57-87 la partita. Sesta sconfitta consecutiva dei pugliesi. Migliori marcatori, nei brindisini Riismaa 10 punti e Sneed 9 e nell’ Armani Tonut 16 punti e Poythress 11. Nella settima giornata di andata l’ Happy Casa Brindisi giocherà domenica 12 novembre alle 18 con il Venezia al “Pala Taliercio” di Mestre.

Lions Bisceglie-Roseto, il match program

BISCEGLIE - Senza soluzione di continuità. Si gioca praticamente sempre, in questo torneo di Serie B Nazionale Old Wild West: un calendario fitto, specie nel mese di novembre, per le 18 protagoniste del girone B. I Lions Bisceglie, mercoledì 1° novembre, incroceranno la Pallacanestro Roseto, senza dubbio fra le compagini meglio attrezzate e considerate da tutti gli addetti ai lavori fra le pretendenti al salto di categoria. Un impegno complicato, uno scontro stuzzicante per la giovane squadra allenata da Enrico Fabbri, che guarda con amarezza ad una situazione di classifica decisamente bugiarda (2-4) rispetto a quanto proposto sul campo in queste prime sei giornate di campionato. 

I NERAZZURRI La battuta d’arresto maturata sul parquet di Jesi fa rabbia esattamente come la sconfitta di strettissima misura a Ravenna e in casa contro Fabriano. Alex Ouandie e compagni lavorano quotidianamente con enorme tenacia e professionalità: l’obiettivo prioritario è compiere in fretta quei passi necessari per dare concretezza a quanto si costruisce in allenamento e durante le partite. Un processo di crescita costante che il gruppo, la cui età media è molto bassa, intende velocizzare per non perdere ulteriori occasioni di fare risultato e scalare posizioni in graduatoria. Quanto alle condizioni fisiche del team, sono considerate complessivamente buone dallo staff medico. Manuel Saladini si è lasciato alle spalle le noie muscolari che lo hanno limitato la scorsa settimana. Le tante partite ravvicinate costituiscono un inevitabile stress per tutti i giocatori e sottraggono tempo allo studio degli avversari e alla preparazione tattica. 

LE PAROLE DI COACH FABBRI «C’è tanto lavoro, soprattutto individuale, da fare per colmare il gap di esperienza ma del resto lo sapevamo ed è importante restare tranquilli. Qualche sbavatura difensiva andrà eliminata perché permette agli avversari di mantenere le redini delle gare. Le sconfitte muoiono orfane e le vittorie hanno mille padri: dobbiamo saper leggere sia nel bicchiere mezzo pieno che in quello mezzo vuoto e riuscire a trasformare le buone prestazioni in un numero maggiore di vittorie. Roseto? Fortissima, allenata da un grande tecnico, costruita con un obiettivo chiaro. Noi dovremo giocare divertendoci, facendo ciò che sappiamo, consapevoli che se ci esprimiamo in un certo modo possiamo rendere la vita difficile a tutti». 

GLI AVVERSARI Roseto vuole l’A2. La società lo ha dimostrato allestendo un roster di altissimo lignaggio e affidandolo a coach Franco Gramenzi, 60 anni e dieci promozioni in carriera. Il nome più altisonante è senz’ombra di dubbio quello di Vangelis Mantzaris, 33 anni: il play-guardia greco è il giocatore con il miglior palmares dell’intera Serie B Nazionale, avendo conquistato (e da protagonista) per ben due volte l’Eurolega con la canotta dell’Olympiakos oltre a tre scudetti in patria e ad aver giocato per la nazionale ellenica due Mondiali e due Europei. Un ingaggio clamoroso che nobilita la categoria e rende perfettamente l’idea rispetto alle ambizioni del club abruzzese. L’esterno Marco Santiangeli è l’unico confermato. Il mercato ha portato un altro crack, l’ex Nardò Mitchell Poletti: top scorer con 14.7 punti di media, ha saltato gli ultimi tre incontri e non è chiaro se sarà in campo al PalaDolmen. Nuovo arrivato anche l’ucraino ed Dimitri Klyuchnyk, centro di ruolo l’anno scorso a Ozzano al quale si affianca il nativo del Camerun Georges Tamani. Sul perimetro agiscono l’ex Salerno Alessio Donadoni (10.7 punti per gara in questo scorcio iniziale di stagione) e il 23enne Vincenzo Guaiana, guardia che era in A2 a Trapani. Molto spazio (quasi 29 minuti di media) se l’è ritagliato anche il playmaker classe 2002 Giordano Durante. 

ARBITRI E UFFICIALI DI CAMPO Il match sarà arbitrato da Andrea Mammoli di Perugia e Marco Palazzo di Campobasso. Il tavolo degli ufficiali sarà composto da Federica Camisa di Brindisi (segnapunti), Valeria Di Serio (cronometrista) e Monica Piliego di Brindisi (addetto ai 24”). 

MODALITÀ DI INGRESSO Il prezzo unico del tagliando per la singola gara interna della compagine biscegliese è fissato a 10 euro. Non sono previsti ridotti. L’ingresso al PalaDolmen è gratuito per i minori di 18 anni al giorno della partita, previa esibizione di un documento d’identità, e tutti i tesserati del settore giovanile. Gli abbonati godranno per l’intera la stagione dello sconto del 15% in tutti i ristoranti Old Wild West, title sponsor di Lega Nazionale Pallacanestro, mentre i possessori di biglietto, presentando il titolo in cassa, potranno usufruire della stessa riduzione sul prezzo della consumazione. 

COPERTURA MEDIA L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming a partire dalle ore 17:45 sulla piattaforma OTT a pagamento Lnp pass (tutte le informazioni sui costi al sito https://lnppass.legapallacanestro.com). Telecronaca di Vito Troilo e Luca Ferrante, regìa di Andrea Di Molfetta, organizzazione a cura di Antonio Lopopolo. Aggiornamenti sul punteggio del match al termine di ogni quarto sui canali social Lions, che riporteranno anche ulteriori contenuti prima, durante e dopo l’incontro. Il resoconto della gara, con altri dati e curiosità, sarà disponibile sul sito internet www.lionsbisceglie.com mentre gli highlights, interviste e ulteriori contenuti saranno pubblicati su Facebook, Instagram, Youtube e Tik Tok. La ricca fotogallery, a cura di Cristina Pellegrini, sarà disponibile integralmente sul portale della società e su Facebook mentre un’accurata selezione sarà disponibile su Instagram.

World Triathlon Para Cup Taranto 2023, domani la conferenza stampa di presentazione: dodici gli azzurri al via

TARANTO - È in pieno fermento la macchina organizzativa per la prestigiosa tappa della World Triathlon Para Cup, in programma domenica 29 ottobre a Taranto presso la Scuola Volontari dell’Aeronautica Militare ubicata sul secondo seno del Mar Piccolo. Allestita dalla Federazione Italiana Triathlon presieduta da Riccardo Giubilei sotto l’egida di World Triathlon, con il sostegno di Comune di Taranto, Comitato Italiano Paralimpico, Regione Puglia, Puglia Promozione, Aeronautica Militare, NATO, Acquedotto Pugliese e comitato organizzatore Giochi del Mediterraneo 2026, la competizione vedrà misurarsi numerosi specialisti di levatura mondiale a caccia delle medaglie di Coppa del Mondo nonché dei punti per la qualificazione alle Paralimpiadi di Parigi 2024. Da tempo raggiunto il numero massimo di iscritti (80), in rappresentanza di tutti i continenti e di ben 26 diversi Paesi, con l’agguerrita pattuglia azzurra – selezionata dal Direttore Sportivo FITri Simone Biava – composta da 12 atleti: Giovanni Achenza (categoria PTWC), Gianluca Valori (PTS2), Fabrizio Suarato (PTS4), Azzurra Carancini (PTS4), Anna Barbaro (PTVI) e la sua guida Charlotte Bonin, Giovanni Sciaccaluga (PTS3), Manuel Lama (PTVI) e la sua guida Alessandro Degasperi, Annalisa Minetti (PTVI) e la sua guida Elena Petrini, Giuseppe Romele (PTWC).

Tutti i dettagli sulla World Triathlon Para Cup Taranto 2023 saranno resi noti durante la conferenza stampa di presentazione prevista per domani (venerdì 27/10), alle ore 10.30, nella Sala degli Specchi, alla quale interverranno numerose autorità politiche, sportive e militari. Nel primo pomeriggio di sabato il medesimo salone a Palazzo di Città ospiterà il tradizionale briefing alla presenza di tecnici, atleti e giudici, quindi la consegna dei pettorali di gara precederà un interessante momento all’insegna della condivisione e dell’inclusività: dalle 17.30, gli alfieri azzurri parteciperanno assieme ai rappresentanti delle associazioni sportive del territorio ad un colorato corteo di circa 500 metri che animerà alcune aree del Borgo (da Piazza Garibaldi a Piazza Maria Immacolata) predisposto in occasione della “Notte bianca dello sport” di Taranto. Tra le altre iniziative collaterali orientate alla promozione del territorio, spicca il protocollo d’intesa tra l’Asd Triathlon Taranto (società a supporto dell’evento) e il Museo Archeologico Nazionale di Taranto per l’applicazione, nella giornata di sabato 28 ottobre, di uno sconto particolare sul prezzo del biglietto d’ingresso al museo per atleti, tecnici e membri dello staff coinvolti nella tappa jonica della WTPC 2023.

Il programma tecnico della competizione è concentrato nella mattinata di domenica 29, con prima partenza fissata alle ore 9.00 (categoria PTWC-M) e ultima alle ore 11.25 (PTS2/3-M), mentre l’inizio della ricca cerimonia di premiazione è stabilito alle 13.00. La WTPC Taranto 2023 si potrà seguire in diretta streaming sui canali social ufficiali della Federazione Italiana Triathlon.

Progetto di ricerca sulla tutela della salute degli atleti durante gli eventi sportivi. La tappa italiana della WTPC, per la prima volta organizzata in Puglia, sarà inoltre oggetto di un interessante studio sul paratriathlon da parte dello staff del prof. Yannis Pitsidalis, formato da quattro ricercatori (due italiani e altrettanti spagnoli) coordinati dal prof. Andrea Perazzetti dell’Università del Foro Italico di Roma. Tale ricerca è stata promossa dal CIO e già effettuata alle Olimpiadi di Tokyo, al WT Championships di Ibiza 2023 nella gara di triathlon lungo e verrà in futuro replicata in altre prove di WT nonché ai Giochi Olimpiadi di Parigi.

Membro della Commissione Medica e Scientifica del CIO, il prof. Pitsidalis è il leader di un gruppo di ricercatori di varie Università impegnati nel progetto di ricerca “Protecting athletes health during sporting events”. In sintesi, cinque atleti selezionati fra le varie NFs utilizzeranno nel corso della gara alcuni sensori in grado di trasmettere parametri fisiologici (temperatura cutanea, temperatura corporea, frequenza cardiaca) da correlare con i dati di un termometro WBGT che fornirà un indice di stress calorico in base a parametri ambientali misurati (temperatura ambientale, umidità, velocità del vento, irraggiamento). Tali dati mostreranno in tempo reale le condizioni dell’atleta e, in caso di problematiche sanitarie, permetteranno in futuro di fornire l’immediata assistenza medica sul campo gara in virtù anche della localizzazione GPS (ad esempio, in caso di colpo di calore).