Visualizzazione post con etichetta Volley. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Volley. Mostra tutti i post

F- Zero5 Castellana Grotte: occasione sprecata contro VolleyRò


CASTELLANA GROTTE (BA) - Avanti 2-0 con merito, la Zero5 Castellana Grotte subisce il solito calo e infine perde al tiebreak (25-19, 27-25, 19-25, 14-25, 10-15) con la VolleyRò Casal dei Pazzi nell’ottava giornata del campionato di serie B1 di pallavolo femminile. La giovanissima squadra romana (composta da tutte under18) attacca e mura bene, ma commette anche tanti errori.

Per batterla bisogna esercitare una pressione continua e questo compito è stato ben eseguito dalle ragazze della Grotte Volley, ma solo per i primi due set e poi solo a sprazzi. Le ragazze della capitale hanno saputo ribaltare la gara grazie al proprio indiscutibile valore, ma anche grazie alla (purtroppo) solita involuzione della squadra castellanese. Andrea Ebana per il Casal dei Pazzi schiera Ndoye (14 punti) opposta a Allaoui (5), Atamah (12) e Franceschini (12) al centro, Esposito (15, top scorer con Avellini) e Del Freo (11) in banda, Cavallieri libero. Entrate Camerini (3), Antonucci, Farelli, Cherubini e Salas Moreno, non entrate Ribechi e Martinelli.

Massimiliano Ciliberti risponde con Bazzani (9) opposta a Gulino (2), Avellini (15, top scorer con Esposito) e Belotti (11) centrali, Kohler (7) e Soleti (14) schiacciatrici, Recchia Stefania libero. Entrate Rossi (6), Penna, Caffò e Recchia Alessandra, non entrate Fino, Equatore e la tredicenne Nicole Polignano al suo esordio assoluto in B1.

Il primo set è caratterizzato da numerosi errori, da una parte e dall’altra, ma la Zero5 ne commette meno e batte meglio. Si porta subito in vantaggio (8-4) e lo mantiene per l’intero parziale (16-12, poi 21-17 ed infine 25-19).

Equilibrio nelle fasi iniziali del secondo set (7-5), poi VolleyRò allunga (7-10), ma subisce il successivo recupero (15- 13). Da qui alla fine della gara si assisterà spesso a poderosi allunghi, ma anche ottimi recuperi, contribuendo allo spettacolo che, indipendentemente dai tanti, troppi, errori, non è mancato. E così dopo il 15-13, arriva il 15-19 ed il successivo 20-19. Il finale è punto a punto e termina 27-25 con uno dei tanti punti personali di Alessia Avellini.

Il terzo set parte con la squadra romana molto presente a muro (2-9). Poi nuova altalena: 10-11, 13-17 e successivo 18-17. Nel finale prevalgono le ospiti che, cresciute anche in attacco, imbroccano la fuga finale: 19-25. Nel quarto parziale, la squadra romana mostra di aver acquisito certezze, mentre la Zero5 ricade nella solita spirale di errori e così si passa dal 4-8 al 9-16 ed al crollo finale fino al 14-25.

Anche il tiebreak non è esente dall’alternanza nel punteggio. Dal 3-6 all’8-7, poi lo straordinario finale romano con due ace di Ndoye e tre punti consecutivi di Esposito. Finisce 10-15 con il VolleyRò ancora imbattuto in trasferta. 

Sentiamo a fine gara il commento della centrale della Zero5 Alessia Avellini che, ancora una volta, è risultata una delle migliori: “Lo diciamo dall’inizio dell’anno, vince chi fa meno errori, ma si vede che è un concetto difficile da apprendere. Loro a un certo punto hanno cominciato a giocare e noi abbiamo subìto anziché metterci più impegno” Questo il commento a caldo dei tecnici Ebana e Ciliberti e del preparatore atletico Zero5, Walter Vivian.

Ebana: “Mi piacerebbe dire che siamo quelli dal terzo set in poi, ma noi siamo anche quelli dei primi due set. Bisogna scegliere se guardare il bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno, ma la reazione che la squadra ha avuto, mi fa pensare al bicchiere mezzo pieno. E’ difficile per squadre così giovani mantenere la concentrazione per l’intera gara”.

Ciliberti: “Nei primi due set abbiamo fatto quello che avremmo dovuto, ovvero sbagliare poco e tenere la palleggiatrice lontano dalla ricezione e questo ci ha consentito di prevalere. Poi abbiamo avuto difficoltà in battuta, loro hanno ricevuto meglio e noi siamo ritornati a fare tanti errori”.

Vivian: “Siamo partiti molto bene, limitando gli errori, ma poi siamo crollati. Abbiamo avuto un’ulteriore dimostrazione che se facciamo pochi errori, ce la possiamo giocare con tutti”.

Sportilia, derby intrigante al PalaDolmen con la Pallavolo Cerignola


BISCEGLIE (BT) – Tornare subito in carreggiata dopo lo stop di Isernia. E’ il naturale proposito di Sportilia nel derby del terzo turno contro la Pallavolo Cerignola, in programma domani al Paladolmen (ore 19.00, con ingresso gratuito). In settimana le biancazzurre di coach Nuzzi si sono allenate con grande scrupolo e concentrazione, determinate a preservare l’imbattibilità tra le mura amiche al cospetto di un’avversaria di spessore, reduce a sua volta da due successi (a spese di Primadonna Bari e Cutrofiano) in altrettante sfide.

“Faccio anzitutto un passo indietro rimarcando che sabato scorso, al di là del risultato avverso, abbiamo dimostrato di poter giocare alla pari per lunghi tratti contro una squadra ambiziosa e con un ottimo roster per la categoria – commenta il vice allenatore biscegliese Fabio Addati - . Mi è piaciuto lo spirito di sacrificio evidenziato dalle nostre ragazze, a riprova che questo è un grande gruppo in grado di anteporre sempre il collettivo al singolo. Insomma, la sconfitta di Isernia non ha prodotto contraccolpi psicologici, da lunedì siamo tornati in palestra con la determinazione necessaria per riprendere il percorso”. All’orizzonte l’incontro con la neopromossa Pallavolo Cerignola, tornata in B2 dopo quattro stagioni e scattata bene dai blocchi di partenza.

“E’ un’avversaria ostica e con molte giocatrici di livello – aggiunge Addati - . Non mancano gli spunti di interesse e di curiosità, a partire dalla presenza tra le ofantine di Margaret Altomonte, palleggiatrice e capitana, ma soprattutto biscegliese doc cresciuta proprio nel vivaio di Sportilia prima di spiccare il volo in serie superiori. Proveremo in ogni caso a capitalizzare il fattore campo, consapevoli che davanti al nostro pubblico abbiamo una marcia in più. Dobbiamo rendere il PalaDolmen un autentico fortino sfoderando la miglior prestazione possibile sul piano del gioco e del temperamento. Sappiamo bene che il Cerignola si presenta all’appuntamento con 5 punti all’attivo, può contare su interpreti offensive importanti come Matrullo e Novia, senza tralasciare l’efficacia del loro muro e lo spessore appunto delle centrali, fra cui spicca un’altra “vecchia conoscenza” di Sportilia come Antonella Piarulli (sorella della laterale biancazzurra Miriana, nda), che proprio qui a Bisceglie ha vissuto una tappa fondamentale della propria crescita fra il 2013 e il 2016 che l’ha proiettata da tempo sui palcoscenici della B1 e della B2. Sono convinto che potremo avvalerci del calore di un pubblico numeroso come nel match d’esordio sperando di poter divertire e di divertirci”. 

Anche in casa Sportilia figura una “ex”, vale a dire l’opposto Carmen Bellapianta, cerignolana. L’incontro sarà diretto dalla coppia campana formata da Anna D’Aniello e Ilaria Reynaud.

B1F- Zero5 Castellana Grotte: nuova trasferta a Pomezia

CASTELLANA GROTTE (BA) - Seconda trasferta consecutiva per la Zero5 Castellana Grotte che deve recarsi a Pomezia (Roma) per la terza giornata del campionato nazionale di serie B1 femminile. Ambedue le formazioni sono alla ricerca dei primi punti in campionato.

Il Pomezia ha riposato nella prima giornata e nella seconda ha perso per 3-1 a Santa Teresa di Riva, nostra avversaria nella prima giornata. La squadra romana, dopo aver perso abbastanza nettamente i primi due set (25-15 e 25-20), si è aggiudicata il terzo set 22-25 ed ha perso solo ai vantaggi il quarto set 27-25. A giudicare dal risultato ottenuto in casa di un’avversaria ben dotata, è facile desumere la qualità della squadra laziale che ha dimostrato una reattività non comune. E’ al suo secondo anno in B1 e nello scorso campionato ha sfiorato i playoff. La squadra dello scorso anno è stata confermata quasi in blocco, ben otto atlete, ed il nuovo tecnico è Gianluca Lacasella, promosso primo allenatore dopo un anno da vice. Delle otto atlete confermate, ben cinque giocano insieme da quattro anni, quindi un gruppo già rodato e composto da giocatrici molto esperte. Tra queste emerge sicuramente Viviana Corvese con i suoi 8 anni in serie A. La centrale romana, a dispetto di un’età non più giovanissima, tiene magnificamente il campo ed a Santa Teresa ha realizzato ben 21 punti, un bottino molto consistente per il ruolo. Nell’unica gara giocata, la regia è stata affidata a Carlotta Oggioni, nel ruolo di opposto si sono alternate Carlotta Frasca e Alice Grossi, centrali Viviana Corvese e Alessia Viglietti, in banda Elena Bigioni e Deborah Liguori, uno dei nuovi arrivi, per il ruolo di libero Silvia Lanzi e Caterina Zannoni. Completano il gruppo la palleggiatrice Sara Voci, la schiacciatrice Arianna Prati e le centrali Flavia Prete e Valeria Marcelli.

Dobbiamo quindi aspettarci una squadra determinata, combattiva e reattiva, sicuramente un osso duro per la Grotte Volley, ma non per questo deve essere considerata insuperabile.

Questa giovane Zero5, sia come individualità che come squadra, ha già dimostrato di saper reggere la categoria nel secondo set contro Santa Teresa e nel primo a Baronissi. Deve acquisire maggiore consapevolezza delle proprie capacità, dare maggiore continuità ai momenti positivi ed archiviare immediatamente gli errori commessi, concentrandosi sulla palla successiva.

Questi i risultati della seconda giornata di campionato: Catania-Casal dei Pazzi 0-3; Santa Teresa-Pomezia 3-1; Arzano-Marsala 2-3; Torrese-San Salvatore 0-3. Hanno riposato Terrasini e Melendugno. La classifica inevitabilmente risente dei doppi turni di riposo settimanali ed è la seguente: Casal dei Pazzi e Santa Teresa 6, Baronissi ed Arzano 5, San Salvatore 4, Melendugno 3, Marsala 1, Terrasini, Pomezia, Torrese, Zero5 e Catania 0. Terrasini non ha ancora giocato, Pomezia e Melendugno hanno disputato una sola gara.

Volley, Italia di bronzo: 3-0 agli Usa

via Federazione italiana pallavolo fb

PIERO CHIMENTI -
L'Italvolley di Mazzanti vince 3-0 contro gli Usa e si aggiudica la medaglia di bronzo nei mondiali coi parziali 25-20, 25-15, 27-25. Le azzurre partono bene ma subiscono il ritorno statunitense. Nonostante ciò portano a casa il primo set per 25-20. 

Nel secondo set non c'è storia, con un'evidente superiore tecnica dell'Italia che chiudono il set per 25-15. Più sofferto il terzo e definitivo set che le ragazze di Mazzanti riescono a raddrizzare dopo essere andate sotto di 4 punti.

Volley: l'Italia cade contro il Brasile

via Federazione italiana pallavolo fb

PIERO CHIMENTI
- L'Italia deve dire addio ai sogni mondiali, uscendo sconfitta 3-1 contro il Brasile coi parziali 25-23, 22-25, 26-25, 25-19. Il primo set è combattuto con il Brasile che sorprende l'Italia con l'inserimento nel sestetto di Rosemaria e Lorenne, ma gli errori di battuta regalano il primo set alle sudamericane. Nel secondo set le ragazze di Mazzanti rialzano la testa, portandosi in parità di set. 

Nel terzo set l'Italia riesce a tenere testa al Brasile ed ha addirittura la palla set ma la spreca con la Egonu e la nazionale verdeoro conquista il set e si porta sul 2-1. Il quarto set è l'epilogo dell'incontro con le azzurre che non riescono a reagire agli attacchi verdeoro e perdono senza storia per 25-19. Le azzurre dovranno giocarsi il bronzo contro gli Usa, mentre il Brasile troverà in finale la Serbia.

Volley: l'Italia schianta ancora la Cina

via Federazione italiana di pallavolo fb

PIERO CHIMENTI -
L'Italvolley concede il bis contro la Cina, battendo la nazionale orientale anche ai quarti. Mazzanti conferma il sestetto che aveva già battuto la Cina nei gironi ed i risultati sono gli stessi con la vittoria del primo set, con facilità. Nel secondo set le cinesi cercano di rispondere punto su punto alle azzurre e riducono il passivo con Gong. 

Nel terzo set la Cina, dopo il parziale 11-6, compie il sorpasso approfittando degli errori azzurri, conquistando il terzo set sul 2-1. Il quarto e decisivo set torna ad essere azzurro con la Egonu che, insieme alle compagne, macina gioco e schiacciate non lasciando speranze alla Cina. L'Italia stacca il pass per le semifinali e giovedì dovrà vedersela contro il Brasile, unica nazionale ad aver regalato la delusione alle azzurre.

Mondiali di pallavolo: l'Italvolley vola ai quarti

via Federazione Italiana Pallavolo fb
PIERO CHIMENTI - L'Italia di Mazzanti vince 3-0 contro la Cina (26-24, 25-16 e 25-20). Le azzurre partono bene con Egonu quasi infallibile con le schiacciate, ma al 24-21 sprecano tre set point e portano le cinesi ai vantaggi fino al 26-24. Nel secondo set non c'è storia con Mazzanti che ripropone la staffetta Orro-Malinov. Nel terzo set l'Italia subisce il ritorno delle cinesi, ma è brava a non scomporsi fino al punto decisivo del 25-20.

B1, Grotte Volley: parte il campionato 22-23

Isabella Rossi
CASTELLANA GROTTE (BA) - Dopo una preparazione travagliata ed amichevoli saltate per traversie mediche, parte il campionato nazionale di serie B1 della Grotte Volley targata Zero5. Il primo avversario è uno squadrone siciliano, il Santa Teresa di Riva. Prima battuta sabato 8 alle ore 16 al Palagrotte. Ingresso libero.

Prima di parlare della gara, c’è da registrare il ritiro dal campionato del Terrasini, per cui il campionato sarà ad 11 squadre, ed un avvicendamento nella formazione. Partita Noemi Palmieri con una risoluzione consensuale, arriva a sostituirla nello stesso ruolo di martello-ricettore la milanese Isabella Rossi.

La schiacciatrice alta 179 cm, dopo un brillante inizio nelle giovanili locali, ha esordito in B1 col Casale Monferrato. Successivamente varie partecipazioni a campionati di B2 e B1 per approdare lo scorso anno a Castelbellino in B1 dove ha sfiorato l’accesso ai playoff. “Sono diplomata perito turistico”, ci informa direttamente, “attualmente studio scienze motorie e sono abituata a girare per l’Italia fin da quando avevo 17 anni. Mi adatto facilmente ai cambiamenti e per carattere non mi tiro mai indietro davanti alle nuove esperienze. Mi mancava farne una al sud, in particolare in Puglia che mi ha sempre affascinata ed ho quindi accettato volentieri di venire a Castellana perché società seria e ben organizzata. Il gruppo nel complesso è giovane e quindi il lavoro durante la settimana con le compagne è tutto per poter affrontare un campionato non facile. Non conosco la realtà dei gironi del sud, ma questo crea nuovi stimoli”.

La prima avversaria di stagione sarà la Farmacia Schultze Santa Teresa di Riva di mister Antonio Jimenez (ex nazionale spagnolo ed ex allenatore della Florens Castellana in B1 nel 2004-05) che dispone di una formazione dall’alto potenziale che sicuramente lotterà per la promozione. Jimenez, in una intervista pre- campionato, ha dichiarato di non sottovalutare la Zero5, ma di essere ottimista sull’esito dell’incontro.

La squadra messinese nelle amichevoli disputate ha mostrato un’ottima compattezza. Nell’ultimo incontro amichevole contro l’Accademia di Messina di serie A, ha vinto 4 set su 4. La probabile formazione titolare dovrebbe essere: Benny Bertiglia opposta all’argentina Romina Courroux, Barbara Murri e Chiara Cecchini centrali, Marcela Nielsen ed Erica Giacomel in banda, Francesca Galuppi libero. Indubbiamente, un’ottima squadra. Completano il roster la palleggiatrice Anna Amaturo, le schiacciatrici Sara Gervasi e Giulia Santoro, la centrale Alessia De Candia ed il libero Maria Chiara Spitaleri.

Delle cinque gare disputate finora con il Santa Teresa di Riva (dispari per il blocco del campionato 19-20), quattro vittorie per le siciliane e solo una al tiebreak per la Zero5. Lo scorso anno ambedue le gare si sono concluse 0-3 per loro. Pronostico chiuso? Non è detto finchè non cade l’ultima palla! Le altre gare saranno: Casal dei Pazzi Roma-Gesan Marsala; Narconon Melendugno-Hub Ambiente Catania; Forex San Salvatore Telesino-Baronissi; Lu.Vo Barattoli Arzano-Givova Fiamma Torrese; riposa Pomezia.

Volley: l'Italia cade al tie break

via Federazione Italiana Pallavolo fb

PIERO CHIMENTI -
Prima sconfitta delle azzurre nei mondiali di volley, sconfitte per 3-2 dal Brasile in una partita tirata fino all'ultimo punto. I parziali sono (21-25, 25-22, 25-22, 21-25, 15-17). Mazzanti conferma il sestetto che ha sconfitto l'Olanda, ma questo non basta per avere la meglio nel primo set contro le brasiliane. 

Nel secondo set, le azzurre riescono a resistere agli attacchi delle avversarie, anche grazie all'ingresso di Sylla, conquistando il set e portandosi in parità. Il copione si ripete nel terzo set e le azzurre si portano in vantaggio. 

Nel quarto set l'Italia esce pian piano dalla partita e sbaglia troppe conclusioni, soprattutto con la Egonu poco micidiale rispetto alle sue solite prestazioni. Si va al tie break. Brasile e Italia si sfidano punto su punto nella prima parte del set ma poi sono le sudamericane ad avere più fame di vittoria, portando a casa set e partita.

L'Italvolley fa 5 su 5: battuta anche l'Olanda per 3-1

via Federazione italiana pallavolo fb

PIERO CHIMENTI -
L'Italvolley fa cinquina nei mondiali di volley battendo anche l'Olanda per 3-1 (13-25, 25-22, 16-25, 21-25). Nel primo set l'Italia ha in mano il gioco con Mazzanti che mischia le carte lanciando Pietrini-Bossetti come schiacciatrici. Nel secondo set c'è il ritorno orange con Daalderop che trascina le sue e rimette al pari il numero dei set vinti. 

Nel terzo set le azzurre riprendono in mano la partita riuscendo ad andare facilmente sul 2-1. Il quarto e decisivo set partita, invece, è più tirato con l'Olanda che cerca di rimanere in partita fino all'ultimo ma le italiane sono determinate a vincere il match e staccare il pass come prima in classifica per i successivi gironi dove se la vedrà anche con l'Argentina.

Volley: l'Italia batte il Kenya 3-0

via Federazione Italiana Pallavolo fb

PIERO CHIMENTI -
Le ragazze di Mazzanti battono il Kenya 3-0 (25-15, 25-23, 25-17). Il tecnico azzurro attua un ampio turnover con la presenza in campo di Pietrini che torna a giocare dopo l'infortunio alla schiena, Fersini e Nwankalor. Dopo un primo set dominato dalle azzurro, il secondo vede le africane combattive con Kiprono che cerca di mantenere a galla le sue con un set combattuto.

Volley femminile: l'Italia vince contro il Belgio

via Federazione italiana pallavolo fb
PIERO CHIMENTI - La Nazionale soffre ma vince contro il Belgio nel mondiale di volley. Le ragazze di Mazzanti perdono il primo set per 21-25, dominato interamente dal Belgio. L'Italia, che ha dominato il secondo set, va in blackout andando ai vantaggi con le belghe rischiando di compromettere il set che le azzurre riescono a vincere per 30-28. 

Si va al terzo set sull'1-1, con il Belgio che è ad un passo dalla vittoria ma l'orgoglio azzurro ha la meglio con Egonu e Bosetti che, punto su punto, portano sul 2-1 l'Italia. Il quarto set è solo un assolo italico con un inappellabile 25-9.

Buoni spunti per la Star Volley Bisceglie dall’amichevole di Trani

BISCEGLIE (BT) - Quasi tre set giocati a buon ritmo, fino all'inevitabile sospensione per un improvviso ma graduale guasto all'impianto elettrico. L'unica nota stonata dell'amichevole del PalaAssi con l'Adriatica Trani è rappresentata dal fatto di non aver potuto concludere l'allenamento congiunto.

Cause di forza maggiore hanno perciò impedito alla Star Volley Bisceglie (e alle avversarie) di sostenere il test fino in fondo. Restano due set vinti autorevolmente e un terzo giocato - al netto della scarsa visibilità - sotto le legittime aspettative.

Martedì, intanto, Todisco e compagne hanno ricominciato ad allenarsi nel corso della mattinata: una nuova e intensa settimana di lavoro attende la squadra di coach Sarcinella, sempre più vicina alla data dello storico esordio nel campionato nazionale di Serie B2, previsto sul campo del Nocciano Chieti sabato 8 ottobre.

Le nerofucsia si alleneranno per due volte al giorno anche mercoledì 28 e giovedì 29 mentre venerdì 30 è prevista un'amichevole a Talsano contro la Leonessa Altamura.

Volley: l'Italia travolge il Camerun

via Federazione Italiana di Pallavolo fb
PIERO CHIMENTI - L'Italvolley femminile travolge 3-0 (25-10, 25-12, 25-16) il Camerun nel match d'esordio dei mondiali. L'incontro, mai in discussione, non ha nulla da raccontare con le africane troppo giovani per avere la meglio sulle donne di Mazzanti.

Volley, azzurri nella storia: campioni del mondo dopo 24 anni

via Federazione Italiana Pallavolo fb
KATOWICE - Ventiquattro anni dopo il titolo mondiale con De Giorgi in campo, la sua squadra già campione d’Europa, torna sul tetto del mondo. Contro ogni pronostico gli azzurri tornano in vetta al Mondo dopo l’oro Europeo con un finale di 3-1 sulla Polonia. 22-25, 25-21, 25-18, 25-20 i parziali con i quali gli azzurri sono riusciti a piegare le resistenze della nazionale bi-campione in carica.

Asd Grotte di Castellana Volley: Jaqueline Kohler capitano


CASTELLANA GROTTE (BA) - E’ in corso la terza settimana di preparazione al prossimo campionato nazionale di pallavolo femminile di serie B1 per la Zero5 Castellana Grotte. Affidati i gradi di capitano a Jaqueline Kohler, mentre la giovane Stefania Recchia è stata nominata vice-capitano.

L’esperta giocatrice brasiliana (al suo attivo college americani e serie A italiana) era ferma da ben dieci anni ma, “avevo tanta voglia di ritornare a giocare”, dice in perfetto italiano ma con il suo esotico accento brasiliano, “questo è un gruppo molto giovane con tanta energia ed entusiasmo e questo vale anche per me. Anch’io sono entusiasta e molto carica e sono molto contenta di essere ritornata sul campo, è come se iniziassi nuovamente”. 

Un ruolo molto impegnativo il suo che dovrà mettere al servizio della squadra l’esperienza di cui è dotata e la saggezza data dalle sue 39 primavere. Ma a queste responsabilità si è aggiunta anche quella di capitano della squadra. “Faremo anche questa nuova esperienza e lo faccio con molto piacere perché è la prima volta che mi capita nella mia carriera”, e così conclude, “la squadra sta crescendo, stiamo lavorando tanto e stiamo cominciando anche a costruire il nostro gioco di squadra, siamo a buon punto”.

Chiediamo al secondo allenatore Danilo Milano notizie sull’andamento della preparazione. “Abbiamo iniziato in maniera graduale. Ora stiamo incrementando il lavoro fisico ma al contempo stiamo impostando il lavoro tecnico, del gioco. Le atlete sono molto giovani e quindi è indispensabile la gradualità per la creazione del gruppo squadra. Molti dicono che puntare sui giovani è una scommessa ed è vero, ma questo comporta anche l’innegabile vantaggio di poter assistere giorno dopo giorno alla loro crescita e questo contribuisce a dare a noi tecnici le giuste informazioni per incanalarla correttamente. Nel gruppo c’è un clima molto positivo, le ragazze hanno molta voglia di lavorare, sono propositive, seguono con attenzione i nostri consigli e non si risparmiano. Tutto questo fa ben sperare per il futuro”.

Intanto procede a buon ritmo la fase di iscrizione ai corsi di avviamento alla pallavolo, a partire dai 5 anni di età e tenuti da istruttori federali. Sono previste le partecipazioni ai tornei ufficiali under 19, 18, 16, 14, 13 ed S3, ma saranno anche predisposti corsi amatoriali per tutte le età e corsi di Spikeball.

La Star Volley Bisceglie batte il colpo: Alessia Ameri in nerofucsia


BISCEGLIE (BT) - Il quinto volto nuovo in casa Star Volley Bisceglie per l’organico che parteciperà al campionato di Serie B2 è Alessia Ameri. L’inserimento nel roster della laterale nativa di Foggia, classe 1985 (175 cm), è un gran colpo di mercato siglato dalla società nerofucsia. Ameri ha alle spalle una lunga carriera tra B1 (Reggio Calabria e Trevi le ultime tappe in ordine di tempo), A2 (Marsala e Olbia) e A1 (Caserta), spesso anche nel ruolo di libero, in considerazione delle ottime qualità sfoderate in ricezione e difesa. La sua duttilità tattica risulterà preziosa nel contesto della quarta serie nazionale.

«Sono veramente felice di tornare a giocare nella mia terra e di poterlo fare per una compagine ambiziosa e seria come la Star Volley. Una società della quale ho ricevuto sempre feedback positivi da parte di tutti gli addetti ai lavori e che dimostra subito un’organizzazione fra le migliori per la categoria» ha affermato Alessia Ameri. «La stagione di B2 alle porte sarà affascinante: nel nostro girone figureranno diverse valide pallavoliste abituate a categorie superiori, ragione per cui il livello medio è destinato ad alzarsi e sarà indispensabile lavorare sodo in palestra ed entrare in campo con la mentalità giusta, giocando di squadra. Sono certa che i presupposti per fare bene ci siano tutti e mi auguro che insieme si possa contribuire a risultati soddisfacenti. Ho una gran voglia di dare il mio contributo alla Star Volley in tutti i modi possibili, confidando di ripagare adeguatamente la fiducia che la società ha riposto in me. Speriamo che si gettino le basi per una stagione vincente».

L’ingaggio di Alessia Ameri porta a otto il numero delle atlete ufficialmente inserite nel roster della Star Volley Bisceglie a disposizione del tecnico Marcello Sarcinella. La foggiana si aggiunge alle confermate Ester Haliti (opposto), Elisabetta Todisco (libero) e Stefania Padula (centrale) ed alle nuove arrivate Annalisa Mileno (palleggiatrice), Silvia Costantini (laterale), Charsline Mantovani (centrale) e Margherita Losavio (palleggiatrice).

Star Volley Bisceglie: Annalisa Mileno è il primo volto nuovo nel roster

BISCEGLIE (BT) - Un altro elemento di spessore impreziosisce il “puzzle” Star Volley Bisceglie. La società nerofucsia ha definito l’ingaggio della palleggiatrice pescarese Annalisa Mileno (classe 1993, 177 cm). Quello relativo alla “cabina di regìa” è un movimento di mercato significativo per definizione e la dirigenza biscegliese, matricola del prossimo torneo di Serie B2, ha scelto una giocatrice che coniuga qualità, affidabilità, esperienza e carisma.

Mileno ha vestito le maglie di San Gabriele Vasto, Isernia, Aprilia, Manfredonia, Real Volley Napoli, Orsogna, Baronissi in B2 e ha giocato in B1 con Dannunziana Pescara, Manfredonia, Isernia e – nell’ultima annata – Melendugno, squadra che ha sfiorato la promozione in A2.

«Sono davvero entusiasta di far parte del progetto Star Volley Bisceglie e non è una frase di circostanza: ho ricevuto numerosi feedback positivi riguardo la serietà del club e poi mi ha colpito moltissimo la determinazione della dirigenza nel porsi obiettivi specifici attraverso una programmazione chiara» le parole della palleggiatrice abruzzese. «Sono pronta: non vedo l’ora di cominciare e mettermi a lavorare sodo in palestra con una grandissima voglia di soddisfare le aspettative della piazza di Bisceglie. Sono particolarmente carica, consapevole dell’opportunità di togliermi qualche bella soddisfazione insieme alle mie nuove compagne di squadra» ha sottolineato Annalisa Mileno.

Euro volley U21 donne: a Cerignola l'Italia di Luca Pieragnoli è campione d'Europa


CERIGNOLA (FG) - E' un risveglio da campionesse d'Europa quello delle ragazze di Luca Pieragnoli che qualche ora fa a Cerignola hanno conquistato l'oro europeo U21 femminile a conclusione di una giornata che ha regalato alle nazionali azzurre ben quattro medaglie d'oro in giro per il mondo.L’Italia U21 femminile di Luca Pieragnoli trionfa a Cerignola mettendosi al collo l’oro europeo dopo una splendida cavalcata fatta di sole vittorie, conclusa questa sera con la vittoria in finale con la Serbia per 3-2 (17-25, 25-17, 15-25, 25-19, 15-11).

Nella meravigliosa cornice del Pala Tatarella, col tutto esaurito tricolore, Bartolucci e compagne hanno avuto nuovamente la meglio sulla temutissima Serbia, già battuta nella fase a gironi, così come lo scorso anno nella finale mondiale di Rotterdam. L’Italia conquista quindi la prima storica edizione dell’Europeo di questa categoria nella calda e passionale Cerignola, che ha risposto presente così come la città di Andria, altra sede di questo Europeo per la fase a gironi.

A trascinare le azzurre al trionfo europeo la solita Omoruyi, in una vittoria ancora una volta merito dell’intero gruppo come sottolineato più volte in questa settimana dal tecnico toscano Pieragnoli. A salire sul terzo gradino del podio è invece la Turchia che nel pomeriggio ha battuto la Polonia al tiebreak.

L’Italia si mette al collo un’altra medaglia nella storica domenica della pallavolo azzurra, a coronare una giornata incredibile, fatta di altre tre medaglie d’oro, una in VNL e due europee U18M, U22M.

Il commento alla vittoria in VNL del pugliese Giuseppe Manfredi, Presidente della Federazione Italiana Pallavolo, risuona come un mettere in evidenza il momento importante del movimento pallavolistico: “Sono molto commosso per questo bellissimo trionfo – ha esultato il presidente della Fipav, Giuseppe Manfredi – perché questa squadra continua a farci sognare, anzi fa sognare tutta Italia. Sono felice per le ragazze, per lo staff che ha lavorato molto bene per ottenere un successo che non avevamo mai raggiunto. Questi trionfi sono sempre frutto di un grande lavoro sia dirigenziale che tecnico e per questo oltre a ringraziare staff e squadra, ringrazio anche il Consiglio Federale e tutta la nostra struttura tecnica che lavora ogni giorno per elevare il livello delle nostre nazionali. Spero che questi successi uniscano tutti il movimento per consentire alla federazione di lavorare nella giusta maniera per programmare un futuro ancor più radioso. Questa vittoria è dedicata a tutte le società e i dirigenti di quelle società piccole e grandi che quotidianamente lavorano per fare della pallavolo uno degli sport più vincenti dello sport italiano”.

L’indimenticabile giornata del PalaTatarella era iniziata con la pirotecnica “finalina” che ha premiato con la medaglia di bronzo la Turchia, salita sul terzo gradino del podio a discapito della Polonia, superata al 3-2 con parziali di 21-25, 25-23, 26-28, 25-21, 15-10.

Tra i premi individuali spiccano quelli riservati alle schiacciatrici azzurre Omoruyi (Mvp) e Cagnin, ed alla centrale Graziani. La miglior palleggiatrice della competizione è la serba Tisma, accompagnata dalla connazionale centrale Malesevic e dalla schiacciatrice Tica. A completare il dream team anche due atlete turche, il libero Guctekin e l’opposto Kurt.

La serata si è conclusa con una grande festa, animata dai tifosi sugli spalti e dalle squadre in campo, avvolte orgogliosamente tra le proprie bandiere, tra sorrisi, abbracci e foto di gruppo. Tutti insieme per un’istantanea che appartiene già alla storia dello sport di Puglia e di tutta l’Italia.

Tabellino

Italia-Serbia 3-2 (17-25, 25-17, 15-25, 25-19, 15-11)
Italia: Omoruyi 19, Graziani 6, Diop 17, Cagnin 12, Nwakalor 4, Monza; Armini (L), Frosini 1, Bartolucci 3, Marconato 4, Nardo, Bolzonetti. All. Pieragnoli.
Serbia: Tisma 4, Tica 21, Osmajic 16, Taubner 11, Kockarevic 4, Malesevic 11; Gocanin (L), Mandovic, Savicevic, Vrceli, Cvetkovic, Novosel. Ne: Grabij, Pakic (L). All. Boricic.

Arbitri: Miklosic (SLO), Medvid (UKR)
Durata Set: 22’, 23’, 24’, 25’. 21’
Italia: 5 a, 13 bs, 9 mv, 31 et
Serbia: 2 a, 16 bs, 7 mv, 30 et

Dichiarazioni


Luca Pieragnoli (Allenatore Italia U21): “È una vittoria splendida perché c’era una cornice fantastica! Ancora di più, perché tutte le vittorie hanno un sapore particolare, ma questa in casa, con un pubblico così, con la gente di Puglia e Cerignola che ci ha messo il cuore, diciamo che non raggiungere l’obiettivo pieno sarebbe stato un colpo al cuore per tutti. Quindi sono doppiamente felice. E come dice Caparezza, in Puglia non ci si viene solo per venire a ballare, ma ci si viene perché c’è della gente splendida”

Loveth Omoruyi (Schiacciatrice Italia U21): “Siamo emozionatissime e stanchissime. Negli ultimi giorni abbiamo fatto quindici set, ne è valsa la pena. Siamo riuscite a portare a casa questa vittoria partendo sempre un po’ in deficit, con un set in meno, ma siamo contentissime adesso festeggiamo. La dedico ai miei fratelli, agli amici, alle mie compagne di squadra di quest’anno che mi hanno migliorata tanto e sono loro grata”

Valentina Bartolucci (Palleggiatrice Italia U21): “Non so cosa dire davvero! È un’emozione incredibile, penso che le mie lacrime di gioia possano dire tutto quello che stiamo provando in questo momento. Siamo veramente felici. Stiamo sognando ad occhi aperti. È stata una finale complicata, era ovvio che lo fosse, poi le avevamo già incontrate nel girone con lo stesso risultato, ed era difficile ripetersi. Però voglio fare i complimenti alla mia squadra perché siamo state davvero brave. Questo è un gruppo meraviglioso, si lavora benissimo e c’è grande sintonia, saranno per sempre nel mio cuore”

Emma Graziani (Centrale Italia U21): “Anche oggi è stata una partita faticosissima. Sapevamo che non sarebbe stata facile, perché la Serbia è un avversario molto forte, ma penso che ci siamo guadagnate quest’oro. Ce l’abbiamo messa davvero tutta, ci abbiamo creduto con tutto il cuore e siamo riuscite a vincere questo oro”.

Martina Armini (Libero Italia U21): “E’ un oro che ci siamo guadagnate partita dopo partita. Ogni volta che siamo scese in campo ci abbiamo messo il cuore, altrimenti tutti questi 3-2 vinti non ci sarebbero stati. Siamo una squadra forte e lo abbiamo dimostrato anche l’anno scorso, ma dovevamo replicare anche quest’anno. Un applauso a noi, a tutto lo staff perché siamo stati fortissimi”

Boricic Marijana (Allenatore SerbiaU21): “L’Italia è una squadra fortissima, ha dimostrato di essere più forte, non solo in questa competizione. Vi ringraziamo per i complimenti che ci avete riservato, abbiamo fatto davvero una bellissima partita, ma non è bastato”

Doganci Mustafa Suphi (Allenatore Turchia U21): “La partita di ieri contro l’Italia era contro una squadra veramente forte, era una sfida molto difficile. Oggi le ragazze erano davvero stanche, ma durante il tiebreak hanno parlato tra di loro, si sono riprese e hanno combattuto fino a questo traguardo. È stata una bella manifestazione in un bel posto in cui giocare, e anche la spinta della folla ha fatto la differenza”.

Playout: gara di andata a Palmi. U14 in finale


PALMI - Siamo all’epilogo. Nonostante l’ottava posizione in classifica, per difendere la categoria bisognerà vincere il playout del campionato nazionale di volley di serie B1 femminile. Due gare secche contro la Desi Volley Palmi, sabato 7 maggio, ore 17:30, a Cinquefrondi (RC), ritorno sabato 14 maggio alle ore 18:30 al Palagrotte.

Il criterio utilizzato è riportato nell’articolo 27 del Regolamento Gare Fipav, ovvero nelle gare di andata e ritorno vengono assegnati punti come nelle normali partite di campionato (3 punti in caso di vittoria per 3-0 o 3-1; 2 punti in caso di vittoria per 3-2; 1 punto in caso di sconfitta per 2-3; 0 punti in caso di sconfitta per 0-3 o 1-3) e, in caso di parità, al termine della gara di ritorno si gioca un set di spareggio (a 15, come il tiebreak).

La squadra calabrese è stata battuta sia all’andata a Palmi (1-3) che nella gara di ritorno (3-0), ma in campo non è affatto arrendevole come le due vittorie potrebbero far pensare. Nelle due occasioni citate la Zero5 si è dimostrata molto attenta, soprattutto nella gestione dell’errore, ma ha dovuto dar fondo alle proprie qualità per aver ragione di una squadra che difende molto ed alla quale va lasciato poco spazio perché può far male. In casa è particolarmente pericolosa, come ben sanno squadre come Santa Teresa, Torrese o Arzano, ma anche lo stesso Terrasini nella penultima di campionato ed anche il Melendugno che, almeno per i primi due set, non ha certo avuto vita facile.

Insomma, “sarà una battaglia sportiva, dove entrambe le squadre giocheranno senza risparmiarsi.”, a parlare è Johnny Terrafina, vicepresidente della Grotte Volley, “Se vogliamo raggiungere l'obiettivo della permanenza nel terzo campionato nazionale, dobbiamo giocare una gara tatticamente intelligente. Bisogna sfruttare ogni singola situazione e restare concentrati su ogni pallone, per non avere nessuna recriminazione su quello che poteva essere e non è stato. Sono molto fiducioso, come lo è tutto l'ambiente Zero5. La società e le ragazze meritano la permanenza, soprattutto per le tante situazioni negative che si sono verificate durante la stagione”.

Com’è noto, la Grotte Volley è molto attiva anche sul fronte giovanile e quest’anno, oltre ad aver già conquistato l’accesso alle finali regionali con la squadra under18, domenica 8 maggio alle ore 19 a Molfetta, con il gruppo under14 sarà impegnata nella finale per il titolo territoriale Bari-Foggia contro la Asdam Pegaso ’93.

Il vicepresidente Johnny Terrafina si cimenta per la prima volta nel ruolo di allenatore, gli chiediamo come sta preparando la gara: “Alle ragazze prima della gara dirò che alla fine della partita le voglio campionesse territoriali”, risponde il neo- tecnico, “Molfetta è una bella squadra ma, volendo usare un eufemismo, sei sono loro e sei saremo noi. Prevedo una gara aperta ad ogni risultato con Molfetta favorita soprattutto per il fatto che gioca in casa (la squadra del nord barese ha chiuso la fase regolare perdendo un solo set come le castellanesi, ma giocherà in casa solo per un miglior quoziente punti, 1,97 contro 1,91, ndr). La nostra squadra è cresciuta molto tecnicamente e questo grazie a Massimiliano Ciliberti che, oltre agli impegni con la prima squadra, sta mettendo a disposizione del gruppo tutta la sua saggezza tecnica. Al di là di quello che dirà il campo, quello raggiunto è un risultato pazzesco: non dimentichiamo che questo è un gruppo, tranne un'atleta, che è all'esordio in un campionato”.