Visualizzazione post con etichetta Volley. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Volley. Mostra tutti i post

Playout: gara di andata a Palmi. U14 in finale


PALMI - Siamo all’epilogo. Nonostante l’ottava posizione in classifica, per difendere la categoria bisognerà vincere il playout del campionato nazionale di volley di serie B1 femminile. Due gare secche contro la Desi Volley Palmi, sabato 7 maggio, ore 17:30, a Cinquefrondi (RC), ritorno sabato 14 maggio alle ore 18:30 al Palagrotte.

Il criterio utilizzato è riportato nell’articolo 27 del Regolamento Gare Fipav, ovvero nelle gare di andata e ritorno vengono assegnati punti come nelle normali partite di campionato (3 punti in caso di vittoria per 3-0 o 3-1; 2 punti in caso di vittoria per 3-2; 1 punto in caso di sconfitta per 2-3; 0 punti in caso di sconfitta per 0-3 o 1-3) e, in caso di parità, al termine della gara di ritorno si gioca un set di spareggio (a 15, come il tiebreak).

La squadra calabrese è stata battuta sia all’andata a Palmi (1-3) che nella gara di ritorno (3-0), ma in campo non è affatto arrendevole come le due vittorie potrebbero far pensare. Nelle due occasioni citate la Zero5 si è dimostrata molto attenta, soprattutto nella gestione dell’errore, ma ha dovuto dar fondo alle proprie qualità per aver ragione di una squadra che difende molto ed alla quale va lasciato poco spazio perché può far male. In casa è particolarmente pericolosa, come ben sanno squadre come Santa Teresa, Torrese o Arzano, ma anche lo stesso Terrasini nella penultima di campionato ed anche il Melendugno che, almeno per i primi due set, non ha certo avuto vita facile.

Insomma, “sarà una battaglia sportiva, dove entrambe le squadre giocheranno senza risparmiarsi.”, a parlare è Johnny Terrafina, vicepresidente della Grotte Volley, “Se vogliamo raggiungere l'obiettivo della permanenza nel terzo campionato nazionale, dobbiamo giocare una gara tatticamente intelligente. Bisogna sfruttare ogni singola situazione e restare concentrati su ogni pallone, per non avere nessuna recriminazione su quello che poteva essere e non è stato. Sono molto fiducioso, come lo è tutto l'ambiente Zero5. La società e le ragazze meritano la permanenza, soprattutto per le tante situazioni negative che si sono verificate durante la stagione”.

Com’è noto, la Grotte Volley è molto attiva anche sul fronte giovanile e quest’anno, oltre ad aver già conquistato l’accesso alle finali regionali con la squadra under18, domenica 8 maggio alle ore 19 a Molfetta, con il gruppo under14 sarà impegnata nella finale per il titolo territoriale Bari-Foggia contro la Asdam Pegaso ’93.

Il vicepresidente Johnny Terrafina si cimenta per la prima volta nel ruolo di allenatore, gli chiediamo come sta preparando la gara: “Alle ragazze prima della gara dirò che alla fine della partita le voglio campionesse territoriali”, risponde il neo- tecnico, “Molfetta è una bella squadra ma, volendo usare un eufemismo, sei sono loro e sei saremo noi. Prevedo una gara aperta ad ogni risultato con Molfetta favorita soprattutto per il fatto che gioca in casa (la squadra del nord barese ha chiuso la fase regolare perdendo un solo set come le castellanesi, ma giocherà in casa solo per un miglior quoziente punti, 1,97 contro 1,91, ndr). La nostra squadra è cresciuta molto tecnicamente e questo grazie a Massimiliano Ciliberti che, oltre agli impegni con la prima squadra, sta mettendo a disposizione del gruppo tutta la sua saggezza tecnica. Al di là di quello che dirà il campo, quello raggiunto è un risultato pazzesco: non dimentichiamo che questo è un gruppo, tranne un'atleta, che è all'esordio in un campionato”.

Volley serie B, il derby va al Galatone: 3-1 contro il Taviano


GALATONE (LE) - L’Allianz Colazzo Galatone si aggiudica il derby salentino: 3-1 sabato contro il Taviano e settimo posto in classifica con 19 punti a pari merito col Molfetta, ma con una partita in meno. Il rischio per il Galatone alla vigilia era quello di prendere sottogamba il match vista la situazione delicata degli avversari, ultimi in classifica a zero punti. Così però non è stato e dopo aver battuto il Cosenza una settimana fa è arrivata la seconda vittoria consecutiva. 

Da segnalare il “rocambolesco” inizio gara. Il campo di Taviano infatti si è rivelato impraticabile a causa dell’elevata scivolosità del rettangolo di gioco. Le due squadre si son così ritrovate a chiedere ospitalità al palazzetto di Ugento, dove la partita ha avuto inizio alle 21. Dicevamo, in campo nessuna disattenzione dei biancoverdi, che si aggiudicano facilmente il primo set con il punteggio di 21-25. Il Taviano agguanta il pari vincendo il secondo set (25-23) ma poi domina l’Allianz Colazzo chiudendo i successivi e l’intera gara (22-25 e 20-25). 

Con un calendario insolito e insidioso per i continui rinvii e spostamenti causati dall’emergenza sanitaria, c’è poco tempo per festeggiare. Mercoledì sera infatti si torna in campo in casa contro il Matervolley Castellana, gara di recupero dell’11esima giornata. I baresi sono in bassa classifica a 12 punti e arriveranno nel Salento cercando preziosi punti salvezza. Anche stavolta, per i ragazzi di mister Cavalera sarà vietato sbagliare.

Sportilia, cruciale scontro diretto al PalaDolmen

BISCEGLIE (BT) – Un match dal peso specifico rilevante nel duro tentativo di risalire la china per accorciare il gap rispetto alla quartultima piazza. Va inquadrato così l’appuntamento di domani al PalaDolmen (ore 19,00) con cui Sportilia Volley inaugura le gare casalinghe del 2022: nello scontro diretto del 17esimo turno, infatti, le ragazze di coach Nicola Nuzzi ricevono il Pagliare del Tronto che attualmente occupano il terzultimo posto a quota 9, con 5 lunghezze di vantaggio sulle biscegliesi (arbitrano Riccardo Romita e Salvatore Nibali).

“E’ una sfida da non fallire per alimentare le nostre possibilità di salvezza – esordisce il presidente Angelo Grammatica - . Il morale del gruppo è buono anche in virtù dei riscontri confortanti della prestazione di sabato scorso con la vice-capolista Corridonia, benché non si sia riusciti a raccogliere punti. Le atlete sono serene e al contempo molto determinate perché hanno lavorato bene in queste settimane. All’andata riuscimmo ad ottenere il primo punto della nostra storia in B2, questa volta bisognerà far meglio in quanto siamo consapevoli di non poterci permettere di perdere terreno al cospetto di dirette concorrenti alla permanenza. Bisognerà in ogni caso affrontare il Volley Pagliare con la massima concentrazione, le marchigiane inseguono ovviamente il nostro stesso obiettivo e nello scorso weekend si sono imposte nettamente tra le mura amiche ai danni del Montesilvano. Mi auguro che domani possa esserci una buona cornice di appassionati e di sportivi biscegliesi ad incitarci sugli spalti del PalaDolmen, è importante il sostegno di tutti in questo momento cruciale del nostro cammino”.

Estendendo il panorama in casa Sportilia, infine, occorre rimarcare il brillante en-plein finora registrato dalla compagine biancazzurra di Prima Divisione, in testa a punteggio pieno nella fase regolare (girone A) dopo le prime tre partite (domenica scorsa è arrivato il netto blitz per 0-3 sul rettangolo del Melficta Volley). E’ iniziata con una sconfitta (3-0) in casa della Polis Corato l’avventura dell’Under 14 in una giornata comunque densa di emozioni per le giovani giocatrici biscegliesi, molte delle quali al loro battesimo agonistico.

Zero5 Castellana Grotte: splendida vittoria con la capolista Messina


CASTELLANA GROTTE (BA) - Una vittoria piena, dal pathos indescrivibile, è stato l’esito del recupero dell’ultima giornata di andata del campionato di volley femminile di serie B1. Sovvertendo ogni pronostico, vince la Zero5 Castellana Grotte contro la capolista Sanitaria Sicom Messina per 3-1 (27-25, 17-25, 25-17, 27-25). Migliore ripartenza non poteva esserci.

Una vittoria straordinaria per la classifica e per come è maturata, dopo 51 giorni di fermo e tante vicissitudini, compreso il cambio dell’allenatore con il passaggio a ruoli dirigenziali di Massimiliano Ciliberti e l’arrivo di Francesco De Robertis, un giovane tecnico fortemente voluto dalla società, che non poteva esordire meglio.

Ma raccontiamo la gara perchè c’è molto da dire.

Nino Gagliardi, allenatore barese del Messina, parte con la formazione tipo, ovvero Varaldo (17 punti) opposta a Muzi (1), centrali Composto (7) e Cardoni (11), schiacciatrici Martilotti (17) e Deborah Liguori (8), libero Michela Pisano, sorella gemella della nostra Martina. Entrate Iannone, Quarto, Garofalo e Fabbo, non entrata Anselmo.

Francesco De Robertis, allenatore barese della Zero5, risponde con Dalhis Liguori (14), opposta ad Alberti (2), Vinciguerra (10) e Micheletto (2) centrali, capitan Civardi (top scorer della gara con 22 punti) e Cipriani (15) schiacciatrici, Martina Pisano e Recchia liberi alternati rispettivamente nelle fasi di ricezione e difesa. Entrata Soleti (2), non entrate Giannini, Pinto, Di Carlo, Barbone e Locorotondo.

In evidenza l’esordio assoluto in B1 per le quattordicenni Alessandra Locorotondo e Giorgia Barbone, quest’ultima con una grande tradizione famigliare (il papà Giuseppe, centrale per tanti anni in A1 ed A2, attuale secondo allenatore in A2 nella New Mater, e la mamma Rosita Marzullo, amata ed apprezzata centrale della gloriosa Florens).

Parte forte la squadra ospite (4-8, poi 6-11), ma la Zero5 non sembra aver intenzione di fare la vittima sacrificale e comincia a controbattere colpo su colpo fino a raggiungere il pari a 15. Pochi errori e grande spettacolo in un finale giocato punto a punto e chiuso ai vantaggi per 27-25 dalle ottime Cipriani e Dalhis Liguori.

Nel secondo set, dopo un iniziale equilibrio (6-8) ed un affondo Zero5 (13-10), parte un formidabile allungo della capolista che piazza un micidiale 1-13 (14-23) che non lascia scampo alle castellanesi. Finisce 17-25.

Ma nel terzo la Zero5 mostra subito di voler (e poter) restituire la cortesia. Si porta sul 6-2 ed insiste (11-6, poi 16-8), contenendo con efficacia i tanti tentativi del Messina che si avvicina fino al 21-16, ma che cede nel finale (25-17).

Il risultato è già eclatante. Finora solo due squadre (Melendugno e San Salvatore) erano riuscite a togliere qualche punto a quest’ottima squadra che, come appare subito evidente, non ha intenzione di cedere altro.

Pochi minuti ed è 4-11 e 6-16, il destino sembra segnato. Si passa al 12-22 e ci si rassegna al tiebreak. Ma accade qualcosa di veramente incredibile. La Zero5 continua a giocare con attenzione e, sul 14-23, comincia una rincorsa inizialmente propiziata da cinque errori consecutivi della squadra siciliana. Sul 20-23 una tegola si abbatte sulla Zero5: capitan Civardi, grande trascinatrice della squadra di casa, lamenta un problema fisico ed abbandona il campo. Entra la giovanissima Soleti che si integra perfettamente e la Zero5 prosegue nella sua incredibile rincorsa che porta al 23 pari. Varaldo sembra spegnere ogni velleità piazzando il 23-24, ma Liguori (Dalhis) ed un errore di Varaldo ribaltano il punteggio sul 25-24. Semplicemente incredibile e non è finita. L’altra Liguori (Deborah), pareggia, ma questa Zero5 vuole il miracolo. Spinge ancora forte e prima Cipriani, poi Vinciguerra guadagnano il 27-25 che significa vittoria prestigiosissima ed utilissima per la Zero5 e prima sconfitta senza punti per la capolista.

Difficile indicare una migliore in campo, sia da una parte che dall’altra. Ottima Martilotti nel Messina. La Zero5 è piaciuta nel suo complesso per la capacità di reazione, la disponibilità al sacrificio, l’efficienza del servizio. Insomma una squadra che, come detto, pare aver beneficiato tanto del periodo di assenza di competizioni, utilizzato per ottimizzare gli automatismi di squadra, cosa pressoché impossibile nel normale svolgimento del campionato. Una gara che entrerà negli annali della storia della società e che apre la strada a prospettive di maggiore tranquillità.

Aggiorniamo la situazione di classifica con il numero di gare da recuperare tra parentesi:

Messina 27, Melendugno 26, Santa Teresa 24, Torrese 21 (1), Arzano 21, Zero5 18, San Salvatore 16 (2), Terrasini 13 (1), Palmi 11 (2), Cerignola 6 (1), Catania 3, Cutrofiano 0 (1).

B1F, Zero5 Castellana Grotte: "A Catania con un solo obiettivo"


CASTELLANA GROTTE (BA) - Seconda trasferta di fila per la Zero5 Castellana Grotte che, sabato 18 alle ore 18, rende visita alla Hub Ambiente Teams di Catania. In programma la decima giornata del campionato nazionale di volley femminile di serie B1.

La neopromossa squadra siciliana ha finora vinto una sola gara, il recente recupero con il Cutrofiano. In tutto il campionato ha vinto solo 4 set, tre appunto con la squadra salentina ed uno a Terrasini. Per il resto solo sconfitte nette, comprese quelle contro le due attuali più dirette concorrenti della Zero5, ovvero Palmi e Terrasini.

Dicevamo solo quattro set, ma, attenzione, tutti nelle ultime due partite (giocate l’8 e l’11 dicembre).

Puntano alla salvezza con una schiera di valenti e giovanissime giocatrici di belle speranze, quasi tutte sotto i vent’anni, ma con poca esperienza della categoria, guidate dalla professoressa Marianna (Ina) Baldi.

La diagonale palleggiatrice-opposta è affidata rispettivamente ad Eleonora Muscetti ed Olimpia Merler (alta 198 cm), entrambe di 19 anni, ma in qualche caso l’opposta viene sostituita dall’altra palleggiatrice Gea Curti (anche lei 19 anni), quindi senza opposto, ma con una palleggiatrice sempre in prima linea. Al centro giocano la pugliese Veronica Silvestre (21 anni, alta 191 cm) e la diciannovenne Emanuela Agbortabi, nel ruolo c’è anche Giulia Baglio, 17 anni. Attaccanti il capitano Roberta Chiesa e Giorgia Manservisi, ma sono disponibili anche le diciottenni Giada Musumeci e Julia Mastrocinque. Nel ruolo di libero si alternano Alessia Foti e Sara Asero, 19 anni.

Impegno non proibitivo quindi, ma, per tutto quanto detto, “da non sottovalutare”, a commentare è mister Massimiliano Ciliberti, “la loro squadra è molto giovane ma in casa giocano bene. Sarà una gara da giocare con molta attenzione e carattere. Noi stiamo vivendo una settimana particolare a causa di qualche lieve infortunio che lo staff medico recupererà per la gara di sabato. Ci stiamo allenando con impegno e serenità sapendo che lo scontro diretto a Catania per noi è importantissimo”.

Nella giornata trascorsa, oltre alla sfortunata sconfitta della Zero5 ad Arzano, ci sono stati alcuni risultati poco prevedibili. Il Melendugno ha interrotto l’imbattibilità della capolista Messina, ma solo al tiebreak; la Fiamma Torrese ha perso a Palmi per 3-2; il Santa Teresa ha strapazzato San Salvatore; in coda Cerignola ha battuto Cutrofiano; Terrasini ha vinto col Catania guadagnando un’altra posizione in classifica.

Le gare rinviate sono state tutte recuperate (Terrasini-Palmi 3-0 e Catania-Cutrofiano 3-0) per la seguente classifica aggiornata a due giornate dal termine del girone di andata: Messina 24, Torrese 21, Melendugno 20, Santa Teresa 19, Arzano 17, San Salvatore 16, Terrasini 13, Zero5 12, Palmi 11, Cerignola 6, Catania 3 e Cutrofiano 0. La classifica si è “accorciata” sia per le posizioni di vertice (3 squadre in 2 punti per la seconda posizione) che per la quartultima posizione, anche qui con 3 squadre in 2 punti.

Dopo questa giornata ci sarà la pausa natalizia e si tornerà in campo l’8 gennaio. Essendoci diversi scontri testa-coda, per la Zero5 ci sono le condizioni per rosicchiare qualche punto alle dirette concorrenti e passare un Natale con maggiore tranquillità. Queste le gare in programma: Messina-Cerignola; Fiamma Torrese-Santa Teresa; Cutrofiano-Melendugno; Arzano-Terrasini; San Salvatore-Palmi; Catania-Zero5.

B1F, Zero5 Castellana Grotte, in programma il derby con Cerignola


CASTELLANA GROTTE (BA) - Domenica 5 dicembre, alle ore 18, al Palagrotte, si attende la visita della Ares FLV Cerignola per l’ottava giornata del campionato nazionale di volley femminile di serie B1. La Zero5 è chiamata a confermare il carattere ed il bel gioco visti a Palmi. Accesso libero con prenotazione e green pass.

La squadra ofantina, dopo la prima sonante vittoria per 0-3 a Catania, ha collezionato solo sconfitte vincendo solo un set a Palmi. Quindi sulla carta una partita alla portata, ma solo se si riesce a mantenere sempre alto il livello di attenzione ed a limitare gli errori. Peraltro la prossima avversaria è già stata incontrata più volte in allenamenti congiunti durante la fase estiva di preparazione e, se è vero che ne conosciamo pregi, limiti e caratteristiche di gioco, è anche vero che loro ne conoscono i nostri.

“Cerignola e’ una squadra in forte crescita”, conferma il secondo allenatore della Zero5, Danilo Milano, “dalle prime gare ad ora il suo gioco e’ cresciuto molto, ha delle ottime individualità, basarci sulla sua posizione in classifica sarebbe un grave errore, dobbiamo affrontarla più agguerriti che mai per cercare di prendere punti importanti. Vincere e’ sempre bello e crea morale, dopo l’ultima prestazione contro una squadra ben attrezzata come Palmi, si respira una ventata di entusiasmo, bisogna rimanere però con i piedi per terra e lavorare sempre più perché ogni partita per noi è una finale”.

Un tecnico esperto, il tarantino Marcello Sarcinella, ed una giocatrice, la cerignolana Carmen Bellapianta, conosciuta (a Castellana in A2 nel 2007-08, anno della promozione in A1) ed apprezzata per la sua abnegazione in campo. Intorno a loro una squadra giovane e quasi totalmente rinnovata per ripartire dopo i fasti degli ultimi anni. Questa la formazione della prossima avversaria: al palleggio la bergamasca Linda Micheletti in diagonale con Sharon Luzzi (calabrese con esperienze in A2), al centro la friulana Charsline Mantovani e Francesca Mansi proveniente dal vivaio, laterali Carmen Bellapianta, la salernitana Arianna Peruzzi, anche lei con esperienze in A2, e la molfettese Claudia Palumbo, liberi Francesca Galuppi di Jesi e Siria Mancini, a disposizione Puro, Di Bari, Stellati.

La classifica dopo sette giornate vede l’imbattuta Messina ben salda al comando con 20 punti, seguita da Fiamma Torrese e Melendugno a 17, quindi San Salvatore Telesino ed Arzano a 14, Santa Teresa a 13, poi la coppia Palmi e Zero5 a 9, Terrasini 4, Cerignola 3 ed ancora a zero Catania e Cutrofiano, sia come punti che come set vinti. Terrasini-Palmi e Catania-Cutrofiano da recuperare.

Sono in programma incontri cruciali nella parte alta della classifica come Fiamma Torrese-Arzano e San Salvatore-Melendugno, ma saranno determinanti anche le sfide Zero5-Cerignola e Cutrofiano-Terrasini. Completano il turno il derby Catania-Santa Teresa e la partita tra Messina e Palmi.

B1F - Zero5 Castellana Grotte, anticipo venerdì con Melendugno

CASTELLANA GROTTE (BA) - Venerdì 19, ore 19 al Palagrotte. Giorno ed orario inconsueti per la Zero5 Castellana Grotte che ospita la Narconon Melendugno per la sesta giornata del campionato nazionale di volley femminile serie B1.

La neopromossa squadra leccese è guidata da un’icona del volley femminile, la brindisina Ida Taurisano che da atleta, oltre a presenze in nazionale e tanti anni in serie A, ha giocato nella Florens Castellana nel 2005-06 contribuendo alla promozione in A2. Ex della gara altre due atlete apprezzate dalla tifoseria locale, Adriana Kostadinova, con la Zero5 nell’anno della promozione in B1 e Joneda Alikaj, nello scorso anno.

Il roster è stato rinforzato con giocatrici di notevole spessore tecnico ed esperte della categoria con l’obiettivo della promozione. Oltre alla Alikaj già citata, sono arrivate la palleggiatrice Annalisa Mileno, l’opposta Emanuela Morone, la centrale Chiara Albano, il libero Alessia Luraghi e Martina Albanese.

Confermate, oltre alla Kostadinova, le centrali Fabiana Antignano e Beatrice Pettinari, l’opposta Anna Paola Greco, la schiacciatrice Scilla Basciano e le sorelle Tamborino Mara (libero) e Giorgia (regia).

Questa la probabile formazione: Morone opposta a Mileno, laterali Kostadinova ed Alikaj, centrali Albano e Antignano, Luraghi libero. Sono spesso chiamate in campo Greco, e Basciano.

Melendugno ha finora disputato tre gare in trasferta (perso 2-3 a Torre Annunziata, vinto 3-2 a Santa Teresa e 3-1 a Terrasini) e due in casa (3-2 all’Arzano e 3-1 al Palmi). Quindi 4 vittorie (due al tiebreak) ed una sola sconfitta fuori casa ed al tiebreak. E’ sempre andata a punti e proviene da 4 vittorie consecutive.

Pronostico chiuso quindi? Non è detto, “Bisogna dimenticare in fretta la brutta prestazione di Santa Teresa”, a rispondere è il vicepresidente Johnny Terrafina, nonché speaker nelle gare interne, “dovrà essere questo il leit motiv della Grotte Volley in vista del match contro Melendugno. Mi aspetto una reazione da parte delle ragazze e non solo dal punto di vista del punteggio. Mi aspetto una squadra concentrata su quello che accade sul terreno di gioco, una squadra che lotti su ogni pallone come se fosse l'ultimo, una squadra che sappia soffrire nei momenti di difficoltà e che sappia gioire quando il pallone cadrà dalla parte giusta. Certo, dall'altra parte troveremo una corazzata allestita per vincere il campionato, forte in ogni reparto, ma noi abbiamo il dovere morale di scendere in campo affamati”.

La classifica dopo cinque giornate vede Messina in testa con 14 punti, seguono San Salvatore 12, Fiamma Torrese e Melendugno 11, Arzano e Santa Teresa 10, Palmi e Zero5 6, Cerignola 3, Terrasini 1, Catania e Cutrofiano 0. Palmi, Terrasini, Catania e Cutrofiano, una partita da recuperare. Il prossimo turno prevede i seguenti incontri: Cutrofiano-Torrese, Cerignola-Terrasini, San Salvatore-Arzano, Messina Santa Teresa, Catania-Palmi.

Ingresso libero, con prenotazione obbligatoria (https://bit.ly/30vhv4L o whatsapp al 3498487767 indicando cognome, nome, data e luogo di nascita) e Green Pass. E’ attesa una folta rappresentanza dell’amica tifoseria ospite, la nostra squadra avrà bisogno dell’incitamento dei propri tifosi.

Testacoda al PalaDolmen, Sportilia Bisceglie riceve la capolista Corridonia


BISCEGLIE (BT) – L’avversario più ostico per provare a schiodarsi dal fondo della classifica. La considerazione appare scontata in casa Sportilia Volley alla vigilia del testa-coda valido per la quinta d’andata che opporrà le biscegliesi alla Pallavolo Corridonia, capolista a punteggio pieno del girone L (si gioca domani al PalaDolmen, con inizio alle ore 19,00).

Reduce dall’opaca prova nel domicilio della Primadonna Bari, culminata in uno stop (3-0) senza appello, il collettivo biancazzurro deve anzitutto cambiar registro sotto il profilo dell’atteggiamento e dell’attenzione. “Sabato scorso non mi è piaciuta la condotta passiva ed arrendevole di diverse giocatrici – commenta il tecnico Nicola Nuzzi - . Ne abbiamo parlato in settimana e sono fiducioso affinché si possa immediatamente voltare pagina. Adesso affrontiamo una delle squadre migliori del campionato, con ogni probabilità la più forte, ma tale riflessione non deve affatto impedirci di scendere in campo con la necessaria carica agonistica. Il risultato è importante, ma in questo momento l’obiettivo prioritario è trovare certezze nel nostro gioco puntando a sfruttare i fondamentali in cui ci esprimiamo meglio. Ho osservato dal vivo Corridonia nella recente gara di Trani, è una formazione molto ordinata a muro e non solo, non possiede punti deboli ed è capace di mettere sotto pressione l’avversaria. Detto questo, non dovremo assolutamente partire sconfitte, anzi mi aspetto che ogni ragazza dia il meglio di sé. E’ la richiesta che ho ripetuto come un mantra nel corso della settimana, anche perché dopo Corridonia arriveranno una serie di scontri diretti che andranno approcciati con piglio propositivo e aggressivo”.

Tra le file di Sportilia non saranno a disposizione le lungodegenti Piera Losciale e Telesca, mentre si confida nel recupero in extremis della giovane centrale Lo Basso. Salvo variazioni di coach Mauro Messi, il sestetto marchigiano di partenza dovrebbe essere composto da Paparelli in regia e Benedetti opposto, capitan Romani e Partenio in banda, Grilli e Rita (quest’ultima lo scorso anno in A2) al centro, con Giorgi libero titolare.

La gara sarà arbitrata da Giuseppe Persia e Francesco Liuzzi.

Grotte Volley: trasferta a Santa Teresa di Riva


CASTELLANA GROTTE - Dopo due trasferte in Campania che hanno portato utili indicazioni ma zero punti, si parte per Santa Teresa di Riva (Messina). In programma sabato 13, ore 18, la gara valida per la quinta giornata del campionato nazionale di volley femminile serie B1 tra Zero5 Castellana Grotte e Farmacia Schultze Amando Volley.

Come la Zero5, anche la squadra siciliana ha vinto due gare su quattro, entrambe 3-0, una in casa con Terrasini ed una a Cerignola, ed ha perso due gare, una a Palmi ed una in casa al tiebreak con Melendugno. A parte l’imprevedibile sconfitta di Palmi, una giornata negativa può capitare a tutti, la squadra ha confermato tutto il proprio valore vincendo con Terrasini, superando il finale ai vantaggi per due set, ha poi perso al tiebreak con il forte Melendugno ed ha espugnato Cerignola. E’ quindi una squadra degna di assoluto rispetto, che non regalerà nulla e quindi da affrontare a viso aperto, con concentrazione ed impegno. Sicuramente favorita, ma non sempre la squadra favorita vince.

La Grotte Volley ha incontrato più volte la squadra siciliana con risultati alterni, l’ultima volta fu in casa nel campionato 19/20, poi interrotto per la pandemia. La Zero5 ottenne una sofferta vittoria al tiebreak ed in quell’occasione c’erano l’allenatore ed alcune giocatrici che ritroveremo nella prossima gara, ovvero il tecnico Tonio Jimenez e le giocatrici Agostinetto, Bertiglia e Mercieca, tutti da anni a Santa Teresa.

Il tecnico Jimenez (ex nazionale spagnolo ed ex allenatore della Florens Castellana in B1 nel 2004-05) può disporre, come detto, della forte palleggiatrice Giulia Agostinetto (esperienze in A1 ed A2) e dell’opposta Benny Bertiglia, anche lei con esperienza nelle categorie superiori; al centro, oltre alla confermata ed esperta Mercieca, troviamo la prolifica Silvia Bilardi (41 punti finora) e Chiara Cecchini; in banda la top scorer di squadra Alessandra Marino (bottino attuale 49 punti), Giorgia Silotto e Nicole Ferrarini; nel ruolo di libero c’è un’altra giocatrice con tanta esperienza di serie A, Geraldina Quiligotti; completano il gruppo il libero Claudia Grillo, l’opposta Barbora Basile e la palleggiatrice Anna Amaturo.

La presidente delle Grotte Volley, Anna Tanese, che da centrale ha avuto occasione di marcare le giocatrici più rappresentative del Santa Teresa, così si esprime: “Santa Teresa è una squadra che lotterà per le prime due posizioni play off disponendo di un organico con atlete in campo e in panchina molto brave tecnicamente ed esperte in questa categoria. Dopo la bellissima vittoria di sabato vorremmo sfatare il tabù trasferta anche se sappiamo che non sarà facile. Sono fiduciosa che giocheremo la nostra gara al massimo delle nostre potenzialità, le ragazze stanno crescendo e migliorando giorno dopo giorno”.

Dopo 4 giornate la classifica vede Messina in testa con 11 punti, seguono Arzano 10, San Salvatore Telesino 9, Fiamma Torrese e Melendugno 8, Santa Teresa 7, Zero5 6, Palmi 3, Cerignola 3, Terrasini 1, Catania e Cutrofiano 0. Palmi, Terrasini, Catania e Cutrofiano hanno una gara da recuperare.

La quinta giornata prevede lo scontro al vertice tra Arzano e Messina ed i seguenti altri incontri: San Salvatore-Cutrofiano; Terrasini-Melendugno; Torrese-Catania; Palmi-Cerignola.

Volley femminile B1, Castellana Grotte: sabato esordio casalingo contro il Cutrofiano


CASTELLANA GROTTE (BA) - Effettuata con grande successo la presentazione ufficiale delle squadre Zero5 a tifosi e stampa, è già tempo di derby e scontro diretto nell’esordio casalingo di sabato 23 alle ore 18:30 al Palagrotte. Arriva Cuore di Mamma Cutrofiano per la seconda giornata del campionato nazionale di volley femminile serie B1.

La squadra leccese è ancora più giovane di quella della Grotte Volley (tutte le giocatrici sono under 18) ed ha lo stesso obiettivo della Zero5, ovvero il mantenimento della categoria. Facile quindi prevedere una gara interessante e combattuta e che potrà fornire utili indicazioni per il futuro.

La società salentina, dopo gli ultimi tre anni in A2, nonostante l’ottimo risultato ottenuto (secondo posto nella stagione regolare con partecipazione alla pool promozione), ha rinunciato alla serie cadetta per dedicarsi al settore giovanile ripartendo dalla B1. Il lungimirante progetto della società salentina non esclude la possibilità di tesserare atlete provenienti da altre realtà, anche fuori regione, che si siano particolarmente distinte nei campionati di categoria. La squadra è guidata da Antonio Carratù, un allenatore molto esperto e Simone Giunta, un tecnico vincente nel settore giovanile.

Nella prima gara di campionato, il Cutrofiano ha ospitato il Messina, una delle squadre di prima fascia, rimediando una sconfitta nettissima (7-25, 17-25, 15-25). I parziali così evidenti però non devono trarre in inganno rispetto alla prossima gara, perché la stessa squadra, già incontrata nel triangolare di Fasano, ha battuto la Zero5 (2-0), salvo poi perdere contro le padrone di casa del Fasano di B2. 

Peraltro è tipico delle squadre giovani l’alternanza di rendimento e quindi sabato sarà necessario non far entrare in partita l’avversario, giocando con la massima determinazione e concentrazione.

E’ previsto l’ingresso gratuito al Palagrotte, ma è necessario prenotarsi (https://bit.ly/3AQ6tmr o tramite i canali social della Grotte Volley) e presentarsi con il Green Pass.

Le altre gare di giornata prevedono i seguenti incontri: Palmi (Rc) - Santa Teresa Di Riva (Me); Messina Catania; Terrasini (Pa) – San Salvatore (Bn); Melendugno (Le) – Arzano (Na); Cerignola (Fg) – Fiamma Torrese (Na). Si comincia ad entrare nel vivo della competizione.

B1F: Zero5 Castellana Grotte, punto sulla preparazione


CASTELLANA GROTTE (BA) - Ancora un paio di allenamenti congiunti (a Trani mercoledì 6 e venerdì 8 in casa con il Cerignola) e quindi, ormai tra soli 10 giorni, in trasferta a San Salvatore Telesino (Benevento), partirà il terzo campionato consecutivo nella serie B1 di volley femminile per la Grotte Volley sponsorizzata Zero5.

E’ quindi il caso di fare il punto sulla situazione fisica e tecnico-tattica della squadra che, conviene ricordarlo, è molto giovane e notevolmente rinnovata rispetto alla passata stagione.

E’ il preparatore atletico Walter Vivian a fornirci le informazioni sulla situazione della squadra circa la preparazione fisica: “Sta procedendo abbastanza bene, considerando che la maggior parte delle ragazze venivano da una situazione di non gioco. Stiamo crescendo e speriamo di raggiungere il top entro la prossima settimana. Molte ragazze non erano abituate a questi ritmi di lavoro, ma si stanno adeguando. Oggi abbiamo avuto ottimi riscontri con il nutrizionista perché quasi tutte le ragazze hanno migliorato la capacità muscolare. L’anno scorso si è giocato poco per la pandemia e diverse ragazze si sono fermate durante l’estate e questo è un grosso errore per chi gioca a questi livelli perché poi diventa molto complicato recuperare la forma giusta. In estate non solo mare e spiaggia, ma anche esercizi fisici. Naturalmente è necessario anche mettere a punto i meccanismi di squadra e l’intesa tra i reparti. Nelle amichevoli precampionato abbiamo registrato alcune prestazioni negative, ma stiamo migliorando”.

Come detto più volte, c’è e ci sarà da lavorare parecchio sotto tutti i punti di vista, anche quello motivazionale, perché il livello di questa B1 è molto alto con diverse squadre ben attrezzate.

A questo proposito sentiamo la presidente Anna Tanese: “Vedo netti miglioramenti nella risposta delle atlete rispetto alle scorse settimane, ormai stiamo entrando nel vivo e dobbiamo sfruttare al massimo questi ultimi dieci giorni per ottimizzare il gruppo squadra dal punto di vista tecnico-tattico e di affiatamento. Sarà un campionato durissimo. Sono sicuramente favorite Melendugno, le due squadre messinesi, ma vedo bene anche Arzano e Fiamma Torrese che hanno rinnovato poco, rinforzandosi ulteriormente. Le altre squadre sono molto rinnovate e quindi sarà tutto da verificare”.

Italia-Slovenia 3-2, campioni! L'Italia è ancora sul tetto d'Europa


MILANO - Italvolley campione d'Europa. Dopo tre set al cardiopalma, Lavia e Romanò hanno trascinato gli azzurri al tie-break per l'oro, vinto dagli azzurri. E' un'altra storica impresa per il volley azzurro, che aveva raggiunto il tetto d'Europa anche con le donne appena due settimane fa.

Pallavolo: Italia trionfa Europei donne

(via Italbasket fb)
BELGRADO - Impresa della Nazionale femminile di pallavolo davanti ai 20.565 spettatori della Stark Arena di Belgrado, contro la Serbia padrona di casa che finora era considerata la bestia nera delle azzurre. 

Le azzurre guidate dall'allenatore Davide Mazzanti cancellano con un colpo di spugna la delusione olimpica, patita proprio contro le ragazze serbe, e si impongono per 3-1 (24-26, 25-22, 25-19, 25-11), conquistando il primo posto nella 32/a edizione del Campionato europeo femminile.

Volley, si vaccinano le azzurre


MILANO - Il presidente del Coni, Giovanni Malago’, accompagnerà domani, alle ore 14, la Nazionale femminile di Pallavolo nell’hub vaccinale di Palazzo delle Scintille a Milano. La nazionale azzurra, guidata dal tecnico Davide Mazzanti, si trasferirà dal ritiro di Cavalese per sottoporsi alla prima dose della vaccinazione in vista dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020. 

Con Malago’ ci saranno anche il presidente della Federazione Italiana Pallavolo, Giuseppe Manfredi, il presidente della Federazione Medico Sportiva Italiana, Maurizio Casasco e il segretario generale del Coni, Carlo Mornati. Ad accoglierli ci saranno Guido Bertolaso, consulente della Regione Lombardia per l’emergenza Covid-19, e Alberto Zoli, direttore generale Areu. 

Al termine Malago’, Manfredi e Casasco parteciperanno al Consiglio Nazionale del Coni, in programma a Milano, con inizio alle ore 16, e che precederà quello elettivo, in calendario il giorno successivo, giovedì 13 maggio alle ore 10, al Circolo Tennis Milano Alberto Bonacossa.

Volley Club Grottaglie: conferma per il giovane Nisi

GROTTAGLIE - Continua l'opera di completamento del roster del Volley Club Grottaglie, la società Grottagliese ha annunciato la conferma del laterale Tommaso Nisi. Giovanissimo, classe 2003, Nisi è cresciuto nel settore giovanile del Volley Club Grottaglie, e sarà alla sua seconda stagione come elemento fisso del roster della prima squadra.

Le parole di Nisi:” Sono molto felice e orgoglioso che anche quest'anno la società e il mister, che ringrazi, mi abbiano dato la possibilità di far parte di questo gruppo di giocatori. La maggiore esperienza, anche ai massimi livelli dei miei compagni, può farmi crescere sotto l'aspetto sportivo e caratteriale. Spero di essere utile alla squadra e per questo mi sto allenando con impegno e dedizione per essere pronto ogni volta che sarò chiamato in causa. In questo momento difficile per tutti non c'è nulla di meglio che praticare lo sport che amo nel bel ambiente creatosi a Grottaglie. Tenetevi pronti a seguirci dal divano di casa in attesa di rivederci presto al palazzetto Campitelli!”

Il commento del Vicepresidente del Volley Club Grottaglie, Maurizio Mangione:” Portare dei giovani in prima squadra, specie quando si sono sviluppati nel settore giovanile, è sempre un motivo di orgoglio. Tommaso sicuramente saprà farsi valere quando verrà chiamato in causa. Ad oggi è primario lo sviluppo dei giovani per assicurarsi sempre un ricambio generazionale di livello senza perdere in talento. Mi auguro di poter commentare altre promozioni di questo genere a breve”.

Volley: 6 positivi al Milano

MILANO — Sono diventate sei le positività al Covid nel gruppo squadra della Powervolley Milano. Dopo i controlli di ieri, sono state riscontrate altre quattro positività, che si sommano alle due registrate nella giornata di martedì 8 dicembre. “I quattro membri del gruppo squadra sono immediatamente stati posti in regime di quarantena secondo quanto disposto dalle autorità sanitarie governative” ha scritto la società in un comunicato.

Volley serie B. Mercato: Giuseppe Rossetti saluta la POG


La POG saluta e ringrazia Giuseppe Rossetti: dopo sei stagioni trascorse a difendere la maglia biancorossa, l'ormai ex numero 8 saluta Grassobbio per dedicarsi ad altri impegni investendo meno tempo nel volley.

"Da qualche giorno mi sto allenando con una squadra di serie C locale – racconta lo stesso Rossetti – dove ho trovato vecchie conoscenze e, miei impegni permettendo, potrei giocare con loro qualche partita di campionato. Durante l’estate ho ricevuto alcune offerte da squadre fuori provincia ma ho voluto impegnarmi in altri sport, dedicando meno tempo alla pallavolo. In questi anni la POG è cambiata molto: il punto forte di questa società è sempre stata la sinergia fra giocatori, il venire trattati tutti allo stesso modo. L’impegno in un campionato molto più complicato di ciò a cui eravamo abituati ha comportato l’innesto di giocatori 'esterni' e ha fatto sì che alcune dinamiche interne a cui ero abituato venissero meno".
Giuseppe parla poi dei suoi ricordi in maglia biancorossa: "L’anno più bello è stato quello della promozione dalla C alla B, non soltanto per il salto di categoria quanto per il bel gruppo che si era formato. Sicuramente anche esordire in serie B è stato qualcosa di unico, soprattutto considerando il livello del gioco visto in alcuni palazzetti. Vorrei ringraziare tutti i miei ex compagni – con molti di loro ho creato un forte legame di amicizia – oltre che gli allenatori, Gigi e Flavio, due persone di cuore, e l’intera dirigenza".
La POG Volley Grassobbio, dal canto suo – nel ringraziare Giuseppe per l'impegno e la dedizione profusi in campo dal primo all’ultimo giorno – gli augura tutto il meglio per il suo futuro sportivo, professionale e personale.

Volley SerieB. Mercato: la POG saluta Luca Zambelli


Incrociatesi nuovamente dopo un addio già ufficializzato, le strade della POG e di Luca Zambelli tornano a separarsi; il giocatore non farà infatti parte della rosa in vista della stagione 2020/2021. Chiamato a stagione in corso per dare una mano alla squadra visto e considerato l’infortunio di Vavassori, Zambelli non ha esitato a tornare ad indossare la maglia biancorossa mettendosi a disposizione di coach Carrara nel ruolo di palleggiatore.

"Nonostante alti e bassi vissuti nelle mie quattro stagioni a Grassobbio – racconta Luca – non ho potuto rifiutare questa chiamata. Il mio carattere mi ha sempre spinto ad accettare nuove sfide, e anche per questo mi sono messo a disposizione per aiutare la POG in un periodo molto delicato sia per via dell’infortunio di Enrico Vavassori sia per una non ottimale posizione in classifica. Questa maglia è sinonimo di collaborazione, di spirito di squadra: due principi che da sempre la contraddistinguono. Fino a quando questi valori verranno prima degli individualismi, io sarò sempre pronto a mettere in campo il mio agonismo e la mia tenacia. In bocca al lupo a tutti per la prossima stagione!".
La POG Volley Grassobbio, dal canto suo – nel ringraziare Luca per la disponibilità e l'impegno mostrati nei confronti della squadra e della società – gli augura tutto il meglio per il suo futuro professionale e personale.

Volley. ASD Il Gladiatore: arriva l’opposto Fabio Anatrella


Un giocatore giovane, dalle impressionanti doti fisiche ed atletiche, che, negli ultimi anni, ha saputo imporsi con tenacia nel panorama sportivo, rivelandosi uno dei migliori nel suo ruolo in Campania. All’attivo Anatrella vanta una seria C stravinta con la casacca del SACS. Le soddisfazioni ottenute non hanno fermato la fame di crescita e di successi personali del pallavolista, convintissimo nell’accettare una sfida completamente nuova che lo vede uscire dall’habitat in cui è cresciuto per approdare in "terra straniera".

Presupposti importanti che hanno spinto Anatrella a vestire, per la prima volta, i panni da Gladiatore, sposando il progetto propostogli dalla coppia Chianese-Laudato. La società, da parte sua, in totale accordo con Mister Colarusso, si è giocato l’all-in sul ragazzo, convinta che con le sue indubbie capacità tecniche, atletiche e caratteriali, potessero rappresentare lo step up necessario per il raggiungimento degli obiettivi stagionali prefissati.

"Per me accettare l’offerta del sodalizio capuano è stato semplice ed esaltante allo stesso tempo – afferma emozionato il nuovo acquisto –. Sin dallo scorso aprile, quando ormai il campionato era stato decretato chiuso per cause di forza maggiore, la società mi ha cercato con piacevole insistenza. La trattativa è decollata subito, poiché, nel progetto che mi hanno proposto, ho ritrovato la stessa serietà, determinazione e voglia di vincere che mi contraddistinguono da sempre. I miei obiettivi personali e quelli della società combaciano alla perfezione. A coronare le ottime premesse, la possibilità di lavorare un anno intero con il coach Colarusso può essere la svolta definitiva per raggiungere la consacrazione. Il gruppo che trovo è solido, coeso e forte. Sono davvero entusiasta e non vedo l’ora di dare il mio contributo. Sono sicuro che ci divertiremo da morire, ma per farlo è importante una sola cosa: vincere!".

Volley Serie B. Mercato: la POG Volley Grassobbio saluta il libero Simone Menichini

(POG Volley Grassobbio)
Le strade della POG e di Simone Menichini si separano: l'ormai ex giocatore biancorosso non farà parte della rosa a disposizione di coach Carrara e del vice Rota per la stagione 2020/2021 poiché ha deciso di intraprendere una nuova esperienza di vita.

"Per motivi di studio e di lavoro andrò in una città europea" racconta Simone, che poi aggiunge: "Bruxelles? Madrid? Porto? Ancora non so quale sarà la mia meta, la sola cosa certa è che partirò e che mi aspettano due anni nell'ambito delle arti contemporanee".

Come già annunciato nelle scorse settimane sarà Cristian Gherardi – libero classe '94 ex Gorlago e Scanzo – a prendere il posto di Menichini nella rosa biancorossa andando a formare, insieme a Gurioni, la coppia di liberi che si giocheranno una maglia da titolare nel sestetto iniziale.

La POG Volley Grassobbio – nel ringraziare Simone per il contributo e l'impegno profuso dal primo all'ultimo giorno, in linea con la filosofia della società – gli augura tutto il meglio per il suo futuro sportivo, professionale e personale.