Visualizzazione post con etichetta Serie D. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Serie D. Mostra tutti i post

Bisceglie, il derby di Fasano crocevia essenziale in ottica salvezza


BISCEGLIE (BT) – Centrare il terzo risultato utile sotto la gestione tecnica di Ivan Tisci per alimentare l’inseguimento alla zona playout. E’ il chiaro proposito del Bisceglie nella cruciale trasferta di domani sotto i riflettori del “Vito Curlo” di Fasano, nel posticipo della quartultima giornata del girone H di serie D (calcio d’inizio alle ore 20.00). Penultimi in graduatoria, a -3 dal San Giorgio (terzultimo) e a -7 dall’attuale quota che varrebbe la salvezza diretta, i nerazzurri sono pronti a giocarsi le chance di salvezza con grande determinazione, la stessa evidenziata nelle ultime due gare contro Sorrento e San Giorgio. L’amarezza per il mancato colpaccio di domenica scorsa sul sintetico del “Paudice” dovrà dunque essere trasformata in ulteriore carica agonistica al cospetto di una delle migliori formazioni del girone, che non a caso occupa la quarta piazza e forse avrebbe potuto ambire a qualcosa di ancor più importante se il tecnico Ciro Danucci (subentrato a metà novembre) avesse assunto le redini dei biancazzurri fin dalla scorsa estate.

Il mister stellato Ivan Tisci non potrà disporre del trequartista Coria, alle prese con i postumi della distorsione alla caviglia rimediata a San Giorgio, mentre rientrano fra i convocati i centrocampisti Mauro Bottari e Davide Liso. E’ probabile che il 48enne allenatore originario di Genova possa variare alcuni interpreti in difesa e in mediana, anche per via dei numerosi impegni ravvicinati. Tra le file fasanesi sarà invece assente il difensore Mariano Del Col, squalificato. Particolare attenzione andrà riservata all’attaccante Corvino, miglior realizzatore con 12 gol, e al mediano argentino Galo Capomaggio, autore di ben 8 segnature nel corso della stagione. All’andata il Fasano espugnò di misura il “Ventura” con un pirotecnico 3-4 (rete decisiva di Sosa al 93’). Saranno tre gli ex della gara: Facundo Urquiza, Alessio Tuttisanti e Angelo Rubino, quest’ultimo fasanese doc, cresciuto nelle giovanili biancazzurre.

Arbitro dell’incontro sarà l’esperto Domenico Castellone di Napoli, al quinto anno nella Can D, assistito da Antonio Aletta di Avellino ed Ernesto Dell’Isola di Sapri.

La Virtus Bisceglie riceve il Real San Giovanni


BISCEGLIE - Terzultima giornata di campionato, penultimo impegno interno per la Virtus Bisceglie, che domenica (con inizio eccezionalmente fissato per le ore 16) se la vedrà con il Real San Giovanni Rotondo sul terreno del “Francesco Di Liddo”.

I biancazzurri di mister Piccarreta, già salvi, sono chiamati ad onorare fino in fondo il campionato di Prima categoria e a provare a chiudere con il sorriso (e il bottino di punti più sostanzioso possibile) una stagione condizionata da un’incredibile serie di infortuni ed episodi sfavorevoli. Sicuri assenti nel confronto con i garganici Cipri, Pedico e De Cillis.

Rientreranno invece Di Franco e Trawaly. Aldo Piccarreta, tecnico della Virtus Bisceglie, concederà spazio ancora una volta ad alcuni componenti del team Juniores. La gara sarà diretta da Gialluisi della sezione di Foggia.

Bisceglie, la società promuove la “Primavera Nerazzurra”


BISCEGLIE (BT) – Il momento è delicato in casa Bisceglie sia per i risultati non all’altezza della piazza sia per le prestazioni altalenanti. Ora più che mai, tuttavia, bisogna far quadrato e remare compatti nella stessa direzione per centrare ad ogni costo l’obiettivo salvezza. Restano cinque partite al “Ventura” (e tre in trasferta) dalle quali ottenere il massimo per risalire la corrente.

A tal riguardo, in occasione di tutti gli appuntamenti casalinghi fino al termine del campionato, la dirigenza promuove l’iniziativa “Primavera Nerazzurra” riservata al settore gradinata (solo per i residenti a Bisceglie). Il biglietto ridotto nel predetto settore scende a 5 euro e sarà a beneficio di tutte le donne, degli over 65 (nati fino al 31/12/1956) e degli under 20 (nati dal 01/01/2002 in poi).

Inoltre, l’ingresso in gradinata al “Ventura” sarà completamente gratuito per le donne e per gli over 65 che accompagneranno bambini/e e ragazzi/e frequentanti le scuole materne, elementari e medie inferiori (anche questi ultimi, ovviamente, entreranno in maniera gratuita).

Resta invariato il costo dei tagliandi negli altri settori dello stadio, da acquistare presso la rivendita ufficiale Bar San Giuseppe in Via G. Bovio, 189.

Bisceglie, scatta a Francavilla in Sinni l'intenso tour de force pre-pasquale


BISCEGLIE (BT) – Tre settimane di stop prima di un intenso pacchetto di partite raccolto in meno di 20 giorni. La compagine capitanata da Tommaso Coletti è pronta ad inaugurare il rush finale, accompagnata da un numero sostenuto di tifosi. Dopo poco più di 20 giorni i nerazzurri tornano in campo, domani infatti sfideranno il Francavilla in Sinni al “Fittipaldi”, fischio d’inizio del match in programma per le 15. Una lunga pausa che anticipa quello che sarà un vero e proprio tour de force con il Bisceglie che si ritroverà a disputare 6 partite in 18 giorni. 

L’obiettivo per la formazione guidata da Danilo Rufini è quello di dar seguito al risultato positivo ottenuto ormai tre settimane fa sul neutro di Pomigliano contro la Mariglianese, per riprendere un rapido percorso di risalita. I diversi giorni di lavoro a disposizione dello staff tecnico, hanno permesso di lavorare intensamente sul gruppo squadra e di sperimentare diverse soluzioni tattiche. 

I sinnici occupano la seconda piazza del raggruppamento in coabitazione con il Bitonto, merito sicuramente dell’ottimo lavoro svolto dal tecnico Nicola Ragno, il cui nome rievocherà i più dolci ricordi alla tifoseria biscegliese. Oltre all’allenatore rossoblù, un altro elemento chiave della compagine lucana condivide un passato in nerazzurro: l’attaccante Antonio Croce, già autore di 10 reti e 3 assist in questo campionato. 

Nel Bisceglie, invece, l’unico ex della gara sarà il terzino Roberto Farinola. Il match, che all’andata si concluse con il risultato di 4-2 in favore della compagine capitanata dall’esperto trequartista Angelo Nolè, sarà diretto dal signor Costantino Cardella di Torre del Greco, coadiuvato da Simone Conte di Napoli e Pierpaolo Vitale di Salerno.

Bisceglie, rinviata a data da destinarsi la partita con il Matino


BISCEGLIE (BT) - A seguito della richiesta inoltrata dalla Virtus Matino, preso atto della documentazione allegata in cui si attesta la presenza di diversi casi Covid nel gruppo squadra salentino, il Dipartimento Interregionale ha disposto per cause di forza maggiore il rinvio a data da destinarsi del match Bisceglie – Matino in programma domenica 13 marzo, valevole per la nona giornata di ritorno.

Bisceglie, arriva lo scontro diretto col Nardò: è l’ora di tornare a vincere


BISCEGLIE (BT) – Dar seguito all’incoraggiante gara di Caserta con l’avallo, questa volta, del successo pieno che manca ormai da tre mesi e mezzo. È l’obiettivo categorico del Bisceglie nella sfida di domani sul prato del “Ventura” (calcio d’inizio alle 15.00) con il Nardo, valevole per la quinta di ritorno. Si tratta di un autentico scontro diretto nella lunga volata salvezza: i nerazzurri, quartultimi a braccetto del Casarano con 21 punti in 22 gare, ricevono infatti i granata salentini, avanti di una lunghezza ma con due incontri giocati in meno rispetto a Coletti e compagni.

Mister Cazzarò ha chiesto ai suoi ragazzi di interpretare il match con la massima attenzione e carica agonistica per poter centrare la prima vittoria sotto la sua gestione. Oltre a Marino, che sconta l’ultimo turno di squalifica, sarà assente anche Cozza (appiedato per due turni dopo il “rosso” rimediato domenica scorsa) e di conseguenza il tecnico tarantino dovrà variare qualcosa in mediana, mentre nel reparto avanzato sono poche le possibilità di vedere in campo l’acciaccato Urquijo. 

Convocato l’altro centravanti, il 28enne rumeno Catalin Tira, giunto a Bisceglie nelle ultime ore. Reduce dallo stop interno per mano del Gravina, il Nardò allenato dal molfettese Pasquale De Candia dovrà a sua volta rinunciare per squalifica a due pedine di spessore come capitan De Giorgi ed il centrocampista Cancelli. All’andata il Bisceglie sfiorò di un’inezia il colpaccio: in vantaggio con Leonetti al 27’, l’undici stellato fu agguantato sull’1-1 al 94’ a seguito di una sfortunata autorete di Lorusso.

Il match di domani sarà diretto da Stefano Moretti di Como, assistito da Francesco Rinaldi di Policoro e Vito Marchese di Matera.

Bisceglie acciuffato sul pari dal Casarano nello scontro diretto sul neutro di Terlizzi


BISCEGLIE - Sul neutro di Terlizzi, in ragione dell’indisponibilità del “Ventura”, finisce in parità lo scontro diretto in chiave salvezza tra Bisceglie e Casarano. In vantaggio di due reti grazie ai primi acuti in nerazzurro del tandem Coria – Urquijo, la squadra di Cazzarò subisce il gol dell’ex Montinaro proprio nell’ultima azione utile prima dell’intervallo ed alla mezz’ora della ripresa viene raggiunta dal penalty di Vitofrancesco per il definitivo 2-2 che ne sancisce l’undicesimo “x” stagionale. Il Bisceglie manca così l’operazione sorpasso ai danni degli odierni avversari e resta in quartultima posizione, agganciato a quota 20 dal San Giorgio (i campani hanno disputato, però, una partita in più).

Nell’undici di partenza nerazzurro le tre novità rispetto a domenica scorsa sono rappresentate dal rientro di Ligorio in difesa, dall’impiego di Fucci in mediana e dall’esordio dal 1’ dell’argentino Urquijo in prima linea al fianco del connazionale Facundo Coria. Il primo quarto di gara non registra particolari emozioni, con il timido tentativo del rossazzurro Logoluso (4’) bloccato da Martorel a cui il Bisceglie replica con una conclusione dal limite fuori misura di Izco (17’). Il match si ravviva al 26’, allorché Urquijo impatta di testa da buona posizione costringendo Marchionna alla deviazione in corner. Un minuto più tardi capitan Marino è steso in area avversaria e Bracaccini indica senza esitazione il dischetto, dal quale lo specialista Coria spiazza Marchionna con una soluzione angolata che prima bacia il palo sinistro e poi finisce nel sacco. Il Bisceglie, galvanizzato dal vantaggio, colpisce daccapo al minuto 34 a seguito di un’insistita manovra offensiva in area finalizzata da Urquijo con un poderoso destro sotto la traversa. A pochi secondi dalla pausa, tuttavia, Montinaro corregge sottomisura con un pregevole colpo di tacco il cross basso da sinistra siglando la rete che riporta in scia il Casarano.

Tale episodio ravviva le chance di rimonta dell’undici di Monticciolo, pericoloso al rientro con uno shoot di Santarcangelo (9’) neutralizzato da Martorel. Al 12’ l’inzuccata di Marino sugli sviluppi di azione d’angolo termina alta di poco, quindi gli ospiti falliscono due opportunità a cavallo tra il 26’ ed il 27’ con Montinaro (incornata sull’esterno della rete) e con il neo entrato Ribeiro (l’estremo stellato è reattivo). Al 29’ l’uscita avventata in area di Martorel su Dellino, su cross del solito Montinaro, induce l’arbitro ad assegnare il secondo rigore di giornata, trasformato da Vitofrancesco con un rasoterra che s’infila nell’angolo destro. Dopo l’innesto di Lorusso, nel segmento finale Cazzarò butta nella mischia anche Ferrante e La Piana. L’ultima opportunità di marca biscegliese arriva al 41’, con la traiettoria imprecisa in elevazione di Urquijo sugli sviluppi di un calcio piazzato, mentre gli ospiti si rendono pericolosi al 45’ con Rizzo (colpo di testa a lato) ed al 48’ con la rasoiata di Fontana respinta d’istinto da Martorel.

Domenica prossima il Bisceglie sarà impegnato nel secondo derby di fila, avversario il Gravina: la gara sarà disputata sul prato del “Città degli Ulivi” di Andria con calcio d’inizio alle 14,30.
Tabellino gara

BISCEGLIE - CASARANO 2-2

BISCEGLIE (3-5-2): Martorel; Urquiza, Marino, Ligorio; Barletta, Fucci (32’ st Ferrante), Cozza, Izco, Farinola; Coria (25’ st Lorusso), Urquijo (43’ st La Piana sv). A disp. Zinfollino, D’Angelo, Divittorio, Liso, Tuttisanti, Rubino. All. Cazzarò.

CASARANO (3-5-2): Marchionna; Sanchez (22’ st Dellino), Rizzo, Raimo; Vitofrancesco, Montinaro, Logoluso, Atteo (35’ st Fontana), Avantaggiato (11’ st Coronese); Dambros (22’ st Ribeiro) Santarcangelo. A disp. Dancona, Tedesco, Signorelli, Prinari, Freddo. All. Monticciolo.

ARBITRO: Bracaccini di Macerata.

GUARDALINEE: Dervishi e Donati.

RETI: 27’ pt Coria (B, rig.), 34’ pt Urquijo (B), 45’ pt Montinaro (C); 30’ st Vitofrancesco (C, rig.).

NOTE: angoli 5-5. Recupero: pt 0’, st 3’.

AMMONITI: Fucci, Monticciolo, Rizzo.

Bisceglie, Michele Cazzarò è il nuovo allenatore


BISCEGLIE (BT) – Il Bisceglie Calcio comunica ufficialmente di aver affidato la guida della prima squadra a mister Michele Cazzarò. Tarantino, classe 1973 (compirà 49 anni il 15 gennaio prossimo), Cazzarò può vantare circa 400 presenze da calciatore e 15 stagioni tra i professionisti in serie C1 e C2 con le maglie, fra le altre, di Forlì, Taranto, Pisa, Benevento, Monopoli e Andria.

Il suo percorso da allenatore comincia al timone della formazione Juniores del Taranto, preludio al passaggio in prima squadra, con cui ha ottenuto per due volte (stagioni 2015/16 e 2017/18) il secondo posto nel campionato di serie D, con relativo accesso ai playoff promozione. A seguire il neo tecnico nerazzurro ha maturato una breve parentesi sempre in serie D sulla panchina dell’Acr Messina, mentre nel segmento finale dello scorso campionato ha allenato il Brindisi.

Assieme a Cazzarò, approda nello staff tecnico nerazzurro il suo vice Vincenzo Murianni. Il nuovo tecnico dirigerà stamattina il primo allenamento sul sintetico del “Di Liddo”, quindi la squadra effettuerà doppia seduta quotidiana fino a giovedì 30 dicembre.

Bisceglie, match inedito a Sorrento: nel mirino il quinto risultato utile di fila

(credits: Mastrodonato)
BISCEGLIE (BT) – A distanza di nemmeno quarantotto ore dal fischio finale del match contro il San Giorgio, la compagine nerazzurro stellata si ritrova in viaggio verso Sorrento, dove domani, alle 14:30, affronterà i rossoneri guidati da mister Cioffi nel match della quindicesima giornata. Campani reduci dallo stop esterno sul sintetico del “Vicino” di Gravina per 2-0, ma tutto sommato in regola con le aspettative iniziali alla luce dell’undicesimo posto occupato. 

Solo due punti separano le formazioni, pronte a darsi battaglia nell’infrasettimanale dell’Immacolata, a dimostrazione di quanto la classifica sia ristretta e quindi di quanto possano essere importanti le vittorie durante questo periodo della stagione. I ragazzi di mister Rufini, nonostante l'esiguo tempo a disposizione per preparare la partita, proveranno in tutti i modi a portare a casa l’intera posta. Sarà importante restare concentrati e determinati per tutti i 90' per riuscire a strappare un'affermazione preziosa allo stadio “Italia”. 

Il Bisceglie ritroverà da avversario un protagonista della stagione 2016/17 di serie D, culminata con la promozione in C: stiamo parlando di Ousmane Diop, centrocampista senegalese che quell’anno collezionò 28 presenze in campionato. L’unico ex in casa nerazzurra sarà invece Michele Di Prisco che nella prima parte dell’annata '18/'19 scese in campo per 13 partite con i rossoneri. Il match sarà diretto dal signor Antonio Monesi di Crotone, coadiuvato da Davide Fabrizi di Frosinone e Massimiliano Cirillo di Roma 1.

Serie D: Virtus Bisceglie ancora sfortunata, ko a San Giovanni Rotondo


SAN GIOVANNI ROTONDO (FG) - È davvero una stagione stregata, quella della Virtus Bisceglie. La sesta sconfitta in undici gare di campionato per la squadra di mister Piccarreta (privo di ben 11 elementi tra infortunati e indisponibili) è la cartina tornasole di un’annata costellata da episodi sfortunati. La grande generosità dei biancazzurri non è stata sufficiente a raddrizzare una situazione divenuta subito critica e le troppe chances sprecate sono state pagate ancora una volta a caro prezzo.

Pronti, via e garganici in vantaggio: non erano trascorsi neppure tre minuti quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il colpo di testa di si è rivelato vincente. La Virtus ha sprecato una ghiotta opportunità per pareggiare all’8’ con Matera, impreciso sotto porta. Monologo biancazzurro per tutto il primo tempo: i tentativi di Binetti e Compierchio (in due circostanze, una delle quali con tanto di salvataggio sulla linea del San Giovanni) non sono andati a buon fine mentre è toccato a Preziosa, al 40’, evitare guai peggiori e una punizione davvero troppo severa alla sua squadra. Un destro di Mattia Di Franco e un’altra chance sprecata da Germinario hanno chiuso il tempo.

Virtus sciupona in apertura di ripresa: fallo da ultimo uomo del portiere su Binetti lanciato a rete, inspiegabile giallo (anziché rosso) e rigore sacrosanto che però Compierchio ha calciato oltre la traversa. Lo stesso Compierchio, con un tiro a giro, ha mandato la palla a lato di un soffio. Biscegliesi ancora vicini all’1-1 con un’inzuccata di Lovino, subentrato a partita in corso. Beffardo, a metà frazione, il raddoppio del collettivo di casa, giunto a seguito di un’azione piuttosto rocambolesca. Sconfortati ma mai domi, i virtussini hanno continuato ad attaccare, senza alcun risultato.

REAL SAN GIOVANNI ROTONDO-VIRTUS BISCEGLIE 2-0

Virtus Bisceglie: Napoletano, Pedico, Preziosa, Quercia, Di Pinto, Germinario, Di Franco, Tommasi, Binetti, Compierchio, Matera. A disp.: Piarulli, Pappagallo, Rigante, Bernocco, De Venuto, Lovino, Rotunno, Tupputi, Gesmundo. All.: Piccarreta.

Arbitro: Cafagna di Barletta.

Bisceglie Calcio, il centrocampista Carbone passa in prestito al Formia

(credits: Mastrodonato)
BISCEGLIE (BT) – L’A.S. Bisceglie Calcio 1913 comunica la cessione con la formula del prestito del centrocampista Fortunato Carbone alla società Insieme Formia, militante nel girone G di serie D. Nel primo spicchio di campionato il calciatore napoletano, classe 2002, ha disputato 7 partite in maglia nerazzurra. La dirigenza stellata rivolge a Fortunato gli auspici per un proficuo proseguimento di stagione.

Il Bisceglie cresce nella ripresa, ma il Rotonda regge fino al 95’ e la gara non si sblocca

(credits: E.Mastrodonato)

BISCEGLIE – Secondo pari consecutivo senza reti per il Bisceglie. Al termine di una prova determinata, specie nella ripresa, i nerazzurri impattano al “Ventura” di fronte ad un solido Rotonda che dimostra con i fatti di possedere la miglior difesa del girone. Al triplice fischio del sardo Galiffi (direzione impeccabile), tra i migliori in campo spicca l’esperto portiere lucano Polizzi, determinante in più circostanze nella seconda metà della sfida.

In avvio Rufini conferma il 4-3-2-1 schierato a Bitonto pur variando alcuni interpreti, con il tandem La Piana – Leonetti a rimorchio del terminale Lorusso. Il primo sussulto è di marca ospite: al 2’ Leone confeziona un preciso cross in area per Ferreira, il cui tentativo a botta sicura da ottima posizione è salvato sulla linea da Farinola. La replica del Bisceglie è affidata al destro fuori misura da oltre 20’ di Michele Di Prisco. Al quarto d’ora Ferreira (capocannoniere del girone) abbandona la contesa per infortunio. A seguire il confronto registra una lunga fase senza spunti significativa, interrotta al 37’ dal break di Di Prisco, abile a sottrarre palla a Leone, meno nel suggerimento in area che si perde sul fondo. La frazione si chiude con una sortita del Rotonda in area pugliese non finalizzata da Dardan.

Al rientro il Bisceglie mostra maggiore intraprendenza. Al 6’ il velenoso shoot in corsa di La Piana costringe Polizzi a rifugiarsi in calcio d’angolo e, sugli sviluppi dello stesso, tocca a Leonetti saggiare - di testa - i riflessi del numero uno avversario che vola sulla sua destra per evitare la capitolazione. A metà frazione Marino si incunea in area ospite beneficiando di un piazzato di Cozza, ma la retroguardia biancoverde sbroglia con un pizzico di affanno. La pressione dei nerazzurri è costante, benché a tratti poco lucida, tuttavia nel finale arrivano altre due nitide opportunità con Lorusso (43’, destro al volo nel cuore dell’area) e Morra (45, zampata da distanza ravvicinata su imbucata di Farinola), entrambe disinnescate da Polizzi.

Il punto ottenuto permette al Bisceglie di attestarsi in undicesima posizione a braccetto di Nardò, Casarano e Nola, con margine invariato (+1) sulla zona playout. Domenica prossima è in programma la trasferta sul campo del Brindisi, ultimo della classe.
Tabellino gara

BISCEGLIE 0

ROTONDA 0


BISCEGLIE (4-3-2-1): Martorel; Barletta, Marino, Urquiza, Farinola; Di Prisco (24’ st Izco), Cozza, Fucci; La Piana (45’ st Rubino), Leonetti (37’ st Morra), Lorusso. A disp. Zinfollino, D’Angelo, Liso, Ferrante, Tuttisanti, Coletti. All. Rufini.

ROTONDA (3-5-2): Polizzi; Ruano, Giordano, Sanzone; Valenti, Ceesaj (39’ st Camilleri), Bottalico, Saverino (49’ st Adeyemo), Leone; Ferreira (15’ pt Coulibaly, 46’ st Di Giorgio), Dardan (22’ st Boscaglia). A disp. Kapustins, My, Rodriguez, Anastasio. All. Napoli.

ARBITRO: Galiffi di Alghero.

GUARDALINEE: Cataldo e Dell’Isola.

NOTE: angoli 4-4. Recupero: pt 2’, st 4’.

AMMONITI: Valenti, Barletta, Giordano, Ruano, Marino.

Virtus Bisceglie, è il momento di ripartire


BISCEGLIE (BT) - Un punto di ripartenza. La Virtus Bisceglie si presenterà sul rettangolo del “Benedetto Petrone” per il match di domenica contro la Virtus Molfetta, inserito nel programma della sesta giornata, con tutte le intenzioni di riprendere la corsa lasciandosi alle spalle una fase balbettante e piuttosto sfortunata di stagione. I ragazzi di mister Aldo Piccarreta sono arrabbiati e vogliono cancellare in modo eloquente lo strascico della pesante battuta d’arresto interna (2-6) maturata nel confronto casalingo contro la Nuova Daunia Foggia.

Gli avversari di turno sono in fiducia: due vittorie consecutive ne hanno rilanciato le quotazioni in una classifica del girone A di Prima categoria che pare non essere ancora rappresentativa dei reali valori delle protagoniste.

Quanto ai biancazzurri, oltre al debutto dell’attaccante Antonio Compierchio, che si è unito al gruppo in questi ultimi giorni, dovrebbe trovare spazio anche il centrocampista Gianmarco Tortosa, classe 1991 ed ex Città di Trani. Il suo innesto incrementerà il ventaglio di soluzioni tecniche che purtroppo nelle ultime settimane è stato limitato da infortuni e squalifiche. Il trainer della Virtus, a prescindere dai moduli e da chi sarà chiamato a dare il suo apporto in campo, chiede alla sua squadra uno scatto d’orgoglio. Diventerà fondamentale l’approccio alla partita fin dai minuti iniziali e l’interpretazione delle situazioni che si verificheranno sul terreno di gioco. Il match avrà inizio alle ore 14:30 e sarà diretto da Giuseppe Penza di Barletta.

Bisceglie Calcio: a Cerignola per rimettersi in carreggiata

(credits: Emmanuele Mastrodonato)
BISCEGLIE (BT) – Nemmeno il tempo di assorbire l’amarezza per il primo stop interno in stagione che il Bisceglie si ritrova già alla vigilia di una delle trasferte con il più elevato coefficiente di difficoltà dell’intero campionato. Domani, con calcio d’inizio alle ore 15.00, i nerazzurri incroceranno infatti l’ambiziosa Audace Cerignola sul prato del “Monterisi” nel turno infrasettimanale valido per la settima d’andata. 

I nerazzurri hanno totalizzato finora 6 punti in altrettante gare, viceversa la compagine ofantina allenata da Michele Pazienza è risalita in ottava posizione (a quota 10) in virtù del colpaccio di domenica scorsa a Gravina griffato dal gioiellino Ismail Achik. Costruito con il chiaro obiettivo di competere per la vittoria finale del girone H, il Cerignola ha evidenziato finora un rendimento altalenante con un bilancio di tre vittorie, un pari e due sconfitte. Tra le file gialloblu sarà assente il micidiale terminale offensivo Giancarlo Malcore che sconta il secondo ed ultimo turno di squalifica dopo l’espulsione rimediata contro l’Altamura: al suo posto, con ogni probabilità, ci sarà Loris Palazzo, con un passato tra le file nerazzurre alla stessa stregua dell’esperto centrale difensivo Jimmy Allegrini. 

Il tecnico biscegliese Rufini, a sua volta, non potrà disporre di due pedine importanti in difesa come Marino (infortunato) e Coletti (appiedato per una giornata): quest’ultimo fa parte della nutrita schiera di “ex” assieme a Leonetti (a Cerignola proprio nella prima parte della scorsa stagione), al direttore generale Angiolino ed al preparatore dei portieri Marinacci. Gara dal sapore particolare anche per l’attaccante Nino Morra, cerignolano doc che, però, non ha mai indossato in carriera la maglia gialloblu. 

Per dirigere il match del “Monterisi” è stata designata una terna lombarda, composta dall’arbitro Federico Olmi Zippilli di Mantova, assistito da Adriano Gervasoni e Manuel Cavalli, entrambi della sezione di Bergamo.

Serie D, Bisceglie - Casertana sul neutro di Bitonto: tutte le info sui biglietti


BISCEGLIE – Parte stamani la prevendita dei biglietti per la gara in programma mercoledì 6 ottobre al “Città degli Ulivi” di Bitonto tra Bisceglie e Casertana, valevole per la quarta giornata del campionato di serie D (girone H), con calcio d’inizio alle ore 15.00. Lo rende noto in un comunicato l'A.S. Bisceglie Calcio.

Per i sostenitori del Bisceglie i tagliandi possono essere acquistati esclusivamente presso Bar San Giuseppe, in via G. Bovio 189, oggi e domani dalle ore 8 alle 13 e dalle 15 alle 20. Mercoledì dalle ore 8 alle 13.

Costi dei tagliandi: tribuna coperta 16 euro (più prevendita).

Si ricorda che, per effetto dei provvedimenti anti-covid, la capienza è ridotta al 50% e l’accesso agli stadi è consentito solo se in possesso di green pass o di tampone effettuato entro 48 ore prima l’orario d’inizio della gara.

Calcio. Sibilia: "Ripartire dopo il lockdown è l’obiettivo di tutti, anche del calcio dilettantistico"

(Ansa)
"Ripartire dopo il lockdown è l’obiettivo di tutti. Anche del calcio dilettantistico. Ma ad oggi, nonostante il nostro impegno con contributi, agevolazioni, date e scadenze fissate, non vi è alcuna certezza sulla partenza delle attività" ha dichiarato il presidente della Lnd, Cosimo Sibilia. 

"Dopo il protocollo Figc per la ripresa e per gli allenamenti del 5 giugno scorso, nonostante i nostri solleciti nelle sedi opportune, non c’è al momento alcuna indicazione ufficiale per lo svolgimento di gare e campionati. Ci sono 12mila società e oltre 1 milione di calciatori e calciatrici che attendono con impazienza di sapere se alla fine dell’estate si riprenderà a giocare e in che modo. Noi siamo il calcio genuino, quello del campanile e delle piccole imprese locali, quello che contempla il gioco a 11, il calcio femminile, il futsal e il beach soccer, quello dei camp estivi e delle sagre: insomma, quello messo già abbastanza a dura prova dall’emergenza sanitaria e che vuole, con tutte le sue forze, provare a ricominciare. Qui rischiamo di vanificare tutti gli sforzi compiuti per contenere l’emorragia di società e per mettere in sicurezza la stagione 2020-2021 mentre assistiamo al paradosso per cui lo sport amatoriale è ripreso, con la responsabilità demandata alle regioni, e il calcio dilettantistico non sa come e quando ripartire. Serve un protocollo sanitario adeguato e che si arrivi rapidamente ad una soluzione. Ripeto: proseguire con questa incertezza produrrà danni incalcolabili al nostro movimento che non merita di vedere mortificati i sacrifici fatti per assicurare la ripresa delle attività. Lo trovo profondamente ingiusto" ha dichiarato ancora, in una nota, Cosimo Sibilia.

Serie D: il presidente Sibilia vuole nove promozioni ed è contrario al blocco dei ripescaggi

(Ansa)
di FRANCESCO LOIACONO. Dopo le richieste dell’Assemblea di Lega Pro al Consiglio Federale, il presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia, si è dimostrato molto determinato nel chiedere che siano riconosciute le nove promozioni in Serie C, e che  vengano effettuati i ripescaggi. 

Ha dichiarato a Sport Channel: "Il blocco del Campionato di C? Una decisione di cui  si è discusso molto, e che è stata approvata con una  larga maggioranza delle società presenti all’Assemblea della Lega Pro, ma non all’unanimità. Non c’è stata nessuna sorpresa. Si è parlato anche del nuovo format della Lega Pro. Ma sono anni che si parla di una riforma, perché  il sistema non regge con quasi 100 società professionistiche. Per fare le riforme però, c’è bisogno di un grande consenso. Dobbiamo avere le 9 promozioni in Serie C. Non sono d’accordo sul blocco dei ripescaggi, ma tutto dovrà essere valutato nel prossimo Consiglio Federale, che spero sia convocato presto, e che dovrà fare chiarezza. Senza di noi non c’è una maggioranza qualificata. Tutti si devono chiedere se si possono prendere le decisioni senza il consenso di tutti, compresa la Lega Nazionale Dilettanti". La questione si presenta abbastanza intricata. Sibilia farà valere le sue posizioni in Consiglio Federale, ed inoltre chiederà dei notevoli sostegni economici al Governo, per evitare in caso di molto probabile annullamento del Campionato di Serie D per il Coronavirus, che numerose società falliscano, o che non siano in grado di iscriversi a questo torneo nella prossima stagione.

Il Coronavirus ferma la Serie D: non si gioca l'8 e il 15 marzo

di FRANCESCO LOIACONO - La Serie D si ferma per due domeniche. Non si giocherà in tutti i gironi l’8 marzo e il 15 marzo. A differenza degli altri campionati, in cui le partite si giocheranno a porte chiuse per il Coronavirus, in Serie D questo non avverrà, anche se il governo ha deciso che le partite di tutti i campionati devono essere disputate senza spettatori fino al 3 Aprile. La Serie D ha deciso di non scendere in campo probabilmente perché in alcune città e paesi d’Italia, le cui squadre giocano in questo campionato, non ci sarebbero le strutture e la sicurezza dal punto di vista sanitario, fondamentali per disputare gli incontri a porte chiuse.

Nelle ultime due domeniche, non si è giocato solo nei gironi A, B C e D. Si sono invece disputate regolarmente le gare degli altri gironi E F G H e I. Questa volta non sarà così. La Serie D il 15 marzo riposa, come previsto dal calendario, per il Torneo giovanile di Viareggio a cui partecipa la rappresentativa di Serie D. Il Torneo di Viareggio potrebbe essere annullato per il Coronavirus. Se il Torneo di Viareggio si giocherà, le partite delle squadre che avranno i loro calciatori convocati nella rappresentativa di Serie D potrebbero essere rinviate. In Serie D si tornerà a giocare domenica 22 marzo a porte chiuse.

Serie D: ok Palermo e Matelica, pareggia l'Fc Messina, ko Turris e San Nicolò Notaresco

di FRANCESCO LOIACONO - Nella nona giornata di ritorno del girone I di Serie D il Palermo ha vinto 4-0 in casa col Nola ed è primo in classifica con 63 punti. Il Savoia ha superato 3-1 in Campania il Corigliano ed è secondo a 56 punti. L’Fc Messina ha pareggiato 0-0 ad Acireale ed è quinto a 46 punti. L’Acr Messina ha vinto 3-2 in casa col Licata ed è nono a 36 punti.

Nel girone G la Turris ha perso 2-1 in casa col Latte Dolce Sassari ed è prima a 61 punti. L’Ostiamare ha vinto 2-0 in trasferta col Budoni ed è seconda a 57 punti. Il Latina ha perso 1-0 a Sassari contro la Torres ed è sesto con 39 punti.

Nel girone F c’è una nuova solitaria capolista. E’ il Matelica che ha vinto 1-0 a Vastogirardi ed è prima a 55 punti. Il San Nicolò Notaresco che dopo l’ottava giornata di ritorno era primo insieme al Matelica, ha perso 1-0 in casa con la Vastese ed è secondo con 52 punti. Il Campobasso ha vinto 4-0 in casa con l’Agnone nel derby molisano ed è secondo a 52 punti insieme al San Nicolò Notaresco.

Nel girone E il Grosseto ha vinto 2-0 in casa con lo Scandicci ed è primo con 52 punti. Il Monterosi ha vinto 1-0 in trasferta con lo Sporting Trestina ed è secondo a 50 punti. Le partite del girone D, del girone C del girone B e del girone A, sono state rinviate a data da destinarsi per il Coronavirus.

Serie D: ok la Turris e il Matelica, pareggia il Grosseto, ko il Palermo e il San Nicolò Notaresco

di FRANCESCO LOIACONO - Nell’ottava giornata di ritorno del girone I di Serie D il Palermo ha perso 2-0 a Licata ed è primo con 60 punti. Il Savoia è stato sconfitto 1-0 in trasferta dall’Fc Messina ed è secondo a 53 punti. L’Fc Messina è terzo a quota 45. L’Acr Messina ha perso 3-1 a Roccella Jonica ed è decimo a 33 punti. Nel girone G la Turris ha vinto 3-0 in trasferta col Muravera ed è prima a 61 punti. L’Ostiamare ha superato 2-0 in casa la Vis Artena ed è seconda a quota 54. Nel girone F il San Nicolò Notaresco ha perso 2-1 a Porto Sant’Elpidio ed è stato raggiunto al primo posto a 52 dal Matelica che ha vinto 3-0 in casa contro la Jesina. Il Campobasso ha vinto 1-0 a Montegiorgio ed è terzo a quota 49. Nel girone E il Grosseto ha pareggiato 0-0 a San Giovanni Valdarno ed è primo con 49 punti.Il Monterosi ha perso 1-0 in casa col Montevarchi ed è  secondo a 47 punti. Nel girone D il Mantova non ha giocato in casa col Fanfulla per il Coronavirus ed è primo con 51 punti. Il Fiorenzuola non ha disputato per il Coronavirus la partita in casa col Lentigione ed è secondo a 44 punti. Nel girone C il Campodarsego non ha giocato in trasferta con la Luparense per il Coronavirus ed è primo con 54 punti. Il Legnago ha perso 1-0 fuori casa col Cjarlins Muzane ed è secondo a 49 punti. Nel girone B la Pro Sesto non ha giocato a Levico Terme per il Coronavirus ed è prima con 54 punti. Il Legnano non ha disputato la gara in casa con il Villa Valle ed è secondo a quota 50. Nel girone A la Lucchese ha vinto 1-0 in casa col Ligorna ed è prima con 48 punti. Il Prato ha vinto 3-0 a Vado ed è secondo a 47 punti.