Juventus, ecco il top player! Tevez indosserà la 10 che fu di Alex

di Piero Ladisa - Finalmente il top player! Questa è la frase che i tanti tifosi juventini avranno pronunciato, una volta appresa l’ufficialità del passaggio di Carlitos Tevez in bianconero. La Juventus verserà nelle casse del Manchester City 9 milioni pagabili in due esercizi, che diventerebbero 15 con il raggiungimento di determinati obiettivi (qualificazione alla Champions League, vittoria del campionato e/o della Champions League). L’Apache ha sottoscritto con i campioni d’Italia in carica un contratto sino al 2016.

L’argentino presenta le caratteristiche ideali del giocatore richiesto da Conte: esperienza internazionale (pedigree fondamentale per far strada in Europa), determinazione e duttilità (può giocare prima o seconda punta, segna e fa segnare).

Il blitz decisivo, per portare l’attaccante classe 1984 in Piemonte, è scattato martedì mattina. Dopo un contatto telefonico, Beppe Marotta e Fabio Paratici hanno preso il primo volo (destinazione Londra) per chiudere immediatamente la trattativa con il club dello sceicco Mansour. Dopo varie ore di colloqui la fumata bianca.

Immediatamente è stato avvertito il calciatore che da Buenos Aires, dove era in vacanza, ha preso subito l’aereo, facendo scalo a San Paolo, per raggiungere l’Italia.

Atterrato a Malpensa, mercoledì pomeriggio, l’ex City è stato travolto da una marea bianconera. I sostenitori juventini erano in molti e ciò ha paralizzato il traffico all’interno dell’aeroporto.

Successivamente il giocatore è giunto a Torino, a bordo di auto. Arrivato nella sede della Juventus è stato accolto dai massimi vertici della società. Dopo i saluti di rito si è affacciato dal balcone, per omaggiare i tifosi che inneggiavano il suo nome, sventolando la maglia bianconera. Non una maglia bianconera qualsiasi: la 10! Un eredità pesante per Tevez. Il numero che Del Piero ha portato sulle spalle per quasi un ventennio, facendo la storia del club più titolato d’Italia, adesso cambia proprietario. Una sfida importante attende l’Apache.

 “Sono molto contento di essere alla Juve, per me è una grande soddisfazione. La Juve mi ha voluto più del Milan”, queste le prime parole da juventino pronunciate da Tevez. Si proprio il Milan, la squadra che è stata molto vicina al suo acquisto nel gennaio 2012: il no di Silvio Berlusconi, alla cessione di Alexandre Pato al PSG, bloccò l’operazione. Adriano Galliani, che nel tempo ha instaurato un ottimo rapporto con l’argentino e con il suo procuratore, ci ha riprovato in questa sessione di mercato. I rossoneri dovevano per forza far cassa per comprare, cosa che non è avvenuta e che ha permesso di fatto alla Juventus di effettuare l’affondo decisivo.

L’affare Tevez è il trionfo di Marotta. L’amministratore delegato di Madama è riuscito a portare, alla corte di Antonio Conte, il tanto sognato top player. Molti sostenitori bianconeri hanno rinfacciato all’ex dirigente della Sampdoria, da quando è a Torino, di non riuscire a concludere trattative importanti acquistando giocatori mediocri a prezzi alti. Purtroppo si sa, la memoria alle volte è corta. Barzagli, Pirlo, Lichtsteiner, Vidal, Vucinic, Pogba sono giocatori arrivati sotto la gestione Marotta e determinanti per la conquista degli ultimi due scudetti.

Il mercato della Juventus non termina certo qui, anche se per finanziare altri colpi servirà vendere bene coloro che non rientrano più nei piani del tecnico salentino. Oltre agli arrivi di Llorente (bloccato a gennaio e arrivato a parametro zero) e Tevez, sicuramente verranno messi a disposizione di Conte un difensore (all’inizio della prossima settimana verrà chiusa la trattativa per Ogbonna) e un esterno sinistro (in ballottaggio ci sono Zuniga e Kolarov). La ciliegina sulla torta potrebbe essere Jovetic. Il talento montenegrino si è già espresso: vuole solo la Juve. La Fiorentina ha deciso di cedere il giocatore, ma solo per 30 milioni cash. Invece i dirigenti bianconeri valutano meno il fantasista viola e vorrebbero inserire nella trattativa delle contropartite tecniche. Di sicuro questa telenovela durerà per diverso tempo.

0 commenti:

Posta un commento