Guarin e Hernanes rispondono al doppio Callejon: pareggio inutile, ma confortante tra Inter e Napoli

di Luigi Laguaragnella
Il posticipo della settima giornata di serie A si conclude con un pareggio che accontenta a metà Inter e Napoli. I partenopei stavano gustando la vittoria quando nei minuti di recupero Hernanes ristabilisce la parità. I nerazzurri hanno avuto il merito di reagire al doppio vantaggio di Callejon. Alla prima rete dello spagnolo, Guarin firma l' 1-1 e poi il brasiliano dell'Inter risveglia San Siro ammutolito per la rete dell'attaccante azzurro poco prima del novantesimo.
La partita è decisiva per le sorti di Mazzarri e Benitez. Il pareggio sembra rinviare altre decisioni societarie anche per non sconvolgere gli spogliatoi nella settimana dell'Europa League.
Ci si aspettava una reazione dell'Inter e così è stato. Supportati dai tifosi di casa, gli uomini di Mazzarri sono più reattivi e carichi rispetto alle ultime apparizioni. Gli schemi di gioco non sono fluidi, ma le occasioni davanti alla porta di Rafael fioccano. Mazzarri schiera Obi sulla fascia destra e lascia Guarin in panchina. Le accelerate di Kovacic danno dinamicità alla manovra, ma il croato potrebbe tirare di più in porta. Tiri che arrivano da Obi e Hernanes che dei centrocampisti nerazzurri è quello che si rende più pericoloso. La gente nerazzurra si aspetta di più dall'ottantotto. Dopo dei tiri fuori porta, colpisce in pieno un palo. Da una sua palla, poi Icardi in area davanti a Rafael spara alto. Nel primo tempo, quindi, è l'Inter padrona del campo. Ranocchia in difesa tiene a bada Insigne e Higuain. Il capitano nerazzurro riesce ad andare al tiro, ma senza preoccupare. 
L'Inter potrebbe capitalizzare, ma nella ripresa è si avverte un calo fisico e il Napoli, soprattutto dopo l'ingresso in campo di Jorginho al posto di Hamsik crea più grattacapi ad Handanovic. Insigne davanti al portiere nerazzurro colpisce un palo, mentre l'Inter con Vidic sfiora un gol di testa. Il Napoli ha gambe ed energie per ribattere: Callejon fa le prove generali con la sua doppietta, ma è fermato da Handanovic. L'Inter si schiaccia e Medel combatte a centrocampo contro David Lopez e Inler e occorre che a turno Icardi e Palacio arretrino. Poi da uno svarione di Ranocchia, un errore di posizione di Vidic il Napoli va in vantaggio con Callejon che con un tiro rasoterra gonfia la rete. Subito dopo da un calcio d'angolo Icardi fa la sponda per Guarin che sotto porta non può far altro che mettere in porta. Il colombiano era appena entrato per Medel. Intanto Mazzarri viene espulso. La gara si fa più avvincente e proprio quando ci si aspetta il colpo dell'Inter sono gli ospiti ad affondare. La rete di Callejon è da campioni. Il cross di David Lopez scavalca la retroguardia nerazzurra (imbambolata) e a volo lo spagnolo spara un diagonale imprendibile. Almeno la carica dell'Inter è premiata. Al novantunesimo, il primo cross indovinato di Dodò, porta Hernanes a volare di testa e firmare il pareggio finale. La sconfitta sarebbe stata immeritata, il pareggio serve a poco, la classifica non si muove molto. L'Inter è salva per il coraggio mostrato, il Napoli per il colpaccio sfiorato.

0 commenti:

Posta un commento