Colpo Jo-jo: Jovetic fa esplodere il Meazza alla prima dell'Inter

di Luigi Laguaragnella
Esordio al Meazza per la nuova Inter di Roberto Mancini da consueto batticuore nerazzurro. Dopo il negativo precampionato, alla prima giornata di campionato i primi tre punti in classifica giungono nei minuti di recupero con una perla dell'acquisto più atteso dai tifosi: Jovetic con una delle sue doti balistiche decide la gara contro l'Atalanta, facendo esplodere San Siro e il suo allenatore Mancini che sembra essersi riappropriato del suo visibile carisma (vedi esultanza dopo il gol).
Alla prima di campionato, contro l'Atalanta che di sgambetti ne ha fatti ai nerazzurri di Milano, non era semplice.
La partita non è stata mai noiosa e sin dai primi minuti è ricca di elementi importanti: Icardi, per la prima volta sul rettangolo di gioco con la fascia di capitano, è richiamato in panchina per precauzione, dato che nel riscaldamento ha avuto qualche problema fisico. Al suo posto Jovetic.
Nella prima frazione c'è molta corsa e molto agonismo a centrocampo. 
L'Atalanta di Reja cerca di preoccupare la difesa dell'Inter con Maxi Moralez e Gomez, ma i padroni di casa sembrano aver trovato la coppia padrona della difesa: Murillo e Miranda sono stati tempestivi, aggressivi e rocciosi.
Dopo l'addio di Kovacic destava curiosità l'assetto del centrocampo. Kondogbia si è rivelato tra i migliori dei nerazzurri: corsa, tecnica, sacrificio. L'acquisto più costoso dell'Inter potrebbe non essere un flop. Il giovane Gnoukuri è stato deludente, anche se nel secondo tempo Hernanes non è stato migliore.
I bergamaschi si sono avvicinati per primi alla porta, poi con l'infortunio di Denis, Pinilla non ha garantito fiducia nel reparto offensivo. L'Atalanta non è riuscita a capitalizzare le due azioni del primo tempo. Poco alla volta l'Inter si è impadronita del campo: Brozovic per ben due volte stava andando a segno, poi Kondogbia si è visto respingere una palla da Sportiello. Nella ripresa, poi il portiere atalantino ha parato un gran tiro del nuovo centrocampisti. Intanto l'assalto interista è diventato più incalzante. Evidente la mancanza di Icardi per concludere a rete. 
Poi Carmona, lasciando in dieci i suoi compagni, ha facilitato il forcing nerazzurro. Jovetic sfiora la traversa, Palacio colpisce il palo, Hernanes non indovina il tiro decisivo. Al 93' da un fallo laterale, con la difesa ospite rintanata in area, Jovetic colpisce con un tiro ad effetto: la vittoria dell'Inter alla prima giornata ha un sapore particolare dopo le sconfitte di Milan e Juve. 

0 commenti:

Posta un commento