Apulia Trani – Roma 0 a 2. Il saluto al presidente Povia, simbolo di un calcio che non c’è più

TRANI - Perde 0 a 2 l’Apulia Trani contro la Roma XIV sul campo dello stadio comunale. I mister Iorio e Mannatrizio fanno scendere in campo Mariano, Spallucci, Delvecchio, Chiapperini, De Marinis, Iorio (76’ Dicillo), Laurora (85’ Mergola), Riccio, Sgaramella, Cagiano e Sibilano (60’ Volpe). A disposizione: Di Cinque, Racioppo e Caccavella.

Per la Roma, Natalucci, Boldrini S., Filippi, Vittori, Ragnoli (50’ Panichi), De Luca, Sciarretti, Maurelli, Boldrini G., Novelli E., Novelli N. A disposizione: Quartullo e Loddo.

Il match si apre con un doveroso ricordo a Vincenzo Povia, storico presidente dell’Ursus Trani scomparso qualche settimana fa, in memoria del quale le baby Apulia hanno fatto volare tanti palloncini colorati. La famiglia di Vincenzo Povia, emblema di un calcio genuino che si sta perdendo e che l’Apulia cerca di tenere in piedi con le sue ragazze, ha donato alla squadra un pallone, simbolo della sportività e dell’amicizia nello sport.

Primo tempo blando, con le giocatrici di entrambe le casacche che fanno fatica a prendere confidenza con il campo pessimo del comunale. Al 25’ Ragnoli tenta un’incursione che finisce con un nulla di fatto per la Roma in quanto Cagiano riesce a spazzare. A Ragnoli e De Luca va il merito di aver molto tenuto sulle fasce. Al 30’ Sciarretti tenta il colpaccio, ma il portiere Mariano non si fa trovare impreparata. Sgaramella si procura un fallo, Delvecchio tira una punizione non pericolosa. Al primo minuto di recupero, arriva il primo affondo: gol di Filippi.

Nel secondo tempo, è Volpe, appena entrata, a tentare il tiro dalla distanza ma Natalucci para. La Roma si procura un rigore lanciato da Sciarretti ma Mariano è lesta e il risultato rimane fermo sull’1 a 0. L’Apulia tenta il pareggio con Iorio, ma è Sciarretti al 68’ a mettere a segno il secondo gol.

Foto di Sergio Porcelli

0 commenti:

Posta un commento