Europa League, Salisburgo-Napoli 3-1: gli azzurri di Ancelotti cadono, ma staccano il biglietto per i quarti

di STELLA DIBENEDETTO - Sconfitta indolore per il Napoli di Carlo Ancelotti che, forte del vantaggio maturato nella gara d'andata degli ottavi di finale di Europa League, nonostante la sconfitta maturata in casa del Salisburgo che si è imposto per 3-1, stacca il biglietto per i quarti di finale. Gli azzurri conosceranno così il nome del nuovo avversario nei sorteggi in programma domani, venerdì 15 marzo, presso la Casa del calcio europeo di Nyon alle ore 13.

Grazie al 3-0 maturato nei primi novanta minuti della doppia sfida contro il Salisburgo, Ancelotti schiera il miglior Napoli possibile concedendo, però, un turno di riposto ai calciatori più utilizzati. Il tecnico di Reggiolo, però, non rinuncia alla potenza e al talento di Milik che sblocca il match portando i suoi in vantaggio. Una rete che rende ancora più tranquilla la situazione dei partenopei che lasciano così spazio agli avversari capaci prima di acciuffare il pareggio con Dabbur e poi di portare a casa la vittoria per 3-1 grazie ai gol di Gulbrandsen e Leitgeb. Un risultato che, però, non basta per condannare il Napoli all'eliminazione che, nonostante la sconfitta, può festeggiare e aspettare fiducioso i sorteggi per i quarti di finale.

Il Napoli conferma così di essere una delle squadre favorite per vincere l'Europa League. Ancelotti, però, resta con i piedi per terra. «Sono molto contento, considerata l’emergenza in difesa e che abbiamo finito la gara senza quattro centrale. Ci eravamo preparati bene e l’abbiamo chiusa nel primo tempo. La chiave è stata la partita d’andata, poi Milik ci ha chiuso anche questa partita», ha dichiarato a Sky al termine del match. «Sorteggio? Tutte ottime squadre, l’importante è che nell’urna di Nyon ci sia anche il Napoli. Prima volta per me ai quarti di EL? Vista la poca esperienza in questa coppa è un’ottimo risultato», ride Carletto.

0 commenti:

Posta un commento