Serie A, Roma-Napoli 1-4: crollano i giallorossi, gli azzurri blindano il secondo posto

(credits: Ssc Napoli)
di STELLA DIBENEDETTO - Non c'è partita allo stadio Olimpico di Roma dove la squadra di Claudio Ranieri crolla sotto i colpi di un Napoli padrone assoluto del match sin dai primi minuti di gioco. Dopo il pareggio di Perotti che, su calcio di rigore risponde a Milik, gli uomini di Ancelotti dominano portando a casa un netto 4-1 grazie alle successive reti di Mertens, Verdi e Younes. I partenopei blindano così il secondo posto mentre per la Roma, la zona Champions è sempre più lontana. 

Per il Napoli, in vista della doppia sfida contro l'Arsenal, quella contro la Roma è una semplice passeggiata. Gli uomini di Ancelotti passano in vantaggio dopo appena due minuti con Milik che, di sinistro, lascia partire una sassata che si insacca sotto la traversa non lasciando scampo al portiere giallorosso. La Roma subisce il colpo ed è incapace di reagire lasciando le redini della partita totalmente nelle mani del Napoli che gioca, si diverte e costruisce numerose occasioni da rete senza, tuttavia, trovare il raddoppio. La Roma, così, ha la possibilità di riaprire il match allo scadere del primo tempo quando Schick anticipa Meret e viene atterrato da quest’ultimo. L'arbitro assegna il cacio di rigore: sul dischetto va Perotti che non sbaglia portando i suoi sull'1-1.

La ripresa, però, ricomincia con il Napoli che non lascia scampo ai giallorossi che crollano sotto i colpi degli avversari che trovano prima il raddoppio con Mertens che sfrutta il buco lasciato da Olsen e poi dilagano con Verdi e con Younes. Nonostante il cambio tecnico, dunque, la Roma non riesce a trovare la soluzione giusta ai problemi che ha sin dall'inizio della stagione. Quella odierna è una sconfitta pesantissima non solo per la classifica, ma anche per il morale. 

0 commenti:

Posta un commento