Serie A: un Cagliari corsaro batte l'Inter 2-1

(credits: Cagliari Calcio)
di LUIGI LAGUARAGNELLA - Un Cagliari arrembante vince contro l’Inter. I rossoblu la spuntano sui nerazzurri risultando sempre reattivi e aggressivi. L’anticipo di Serie A della ventiseiesima giornata finisce 2-1 per la squadra di Maran. 

Gli uomini di Spalletti tornano a Milano fortemente ridimensionati con il rischio di perdere la quarta posizione in classifica. I padroni di casa applicano un pressing asfissiante e giocano abilmente sulle fasce dove Perisic e Politano risultano essere poco incisivi. Il Cagliari passa in vantaggio nel primo tempo con un colpo di testa di Ceppitelli dopo un calcio d’angolo; i padroni di casa a lunghi tratti hanno messo alle corde gli ospiti e avrebbero potuto raddoppiare con Joao Pedro e Faragò, ma ci ha pensato Handanovic. L’Inter è imprecisa e lenta, a centrocampo perde molti duelli. Poi da un’azione di Naingollan nasce il pareggio. E’ suo il cross su cui Lautaro Martinez è lesto a deviare in porta. Il Cagliari però non si arrende e allo scadere del primo tempo, dall'ennesimo preciso cross, Pavoletti con un tiro a volo riporta in vantaggio la sua squadra.

Nel secondo tempo si attende la risposta dell’Inter, ma il Cagliari soprattutto con Barella riesce a tamponare le occasioni, anche se i nerazzurri continuano ad essere lenti e imprecisi. Perisic non punge, Lautaro lotta come può sfiorando il pareggio più volte. Spalletti inserisce troppo tardi i  cambi. Cragno è abile su Politano, poi Borja Valero spara alto. In realtà anche Pavoletti spara alto il calcio di rigore allo scadere.

Il risultato è meritato per il Cagliari, l’Inter non ha mai effettuato giocate da squadra. Ora deve guardarsi alle spalle.

0 commenti:

Posta un commento