Il Diavolo rinasce al Marassi: rimontato il Genoa 1-2

(credits: Ac Milan)
di PIERO CHIMENTI - Il Milan si porta a casa 3 punti, dopo aver vinto in rimonta contro il Genoa una partita nervosa fatta da 6 ammonizioni, 4 espulsioni condite da due calci di rigore, ma andiamo per ordine. Il Genoa passa in vantaggio su calcio di punizione di Shone, complice una papera di Reina che sostituisce l'infortunato Donnarumma, che manca la presa e fa scivolare la palla in rete.

Bisogna attendere il secondo tempo con la rivoluzione comandata da Giampaolo: fuori Piatek e Chalanouglu per Leao e Paquetà, per vedere la reazione rossonera che arriva al 51' con Theo Hernandez che si incunea in area e beffa Radu sul proprio palo. Al 57' l'occasione che cambia la partita, calcio di rigore per il Milan per il fallo di mano di Biraghi, entrato al posto di Criscito infortunato, ed espulsione per il terzino genoano. Al dischetto si presenta Kessié che non sbaglia per il 1-2.

La parità numerica viene ristabilita al 79' con l'espulsione di Calabria che ingenuamente abbatte Kouamé. Al 88' è ancora l'ivoriano a dare grattacapi per la difesa ospite, procurandosi il calcio di rigore su intervento di Reina che non prende il pallone e tocca il piede dell'avversario. Dal dischetto si presenta Schone che ipnotizzano dal portiere spagnolo si fa parare il penalty. Finisce 1-2 per una vittoria che dà ossigeno all'ambiente rossonero e fa muovere la classifica a 9 punti.

0 commenti:

Posta un commento