Il Coronavirus ferma la Serie D: non si gioca l'8 e il 15 marzo

di FRANCESCO LOIACONO - La Serie D si ferma per due domeniche. Non si giocherà in tutti i gironi l’8 marzo e il 15 marzo. A differenza degli altri campionati, in cui le partite si giocheranno a porte chiuse per il Coronavirus, in Serie D questo non avverrà, anche se il governo ha deciso che le partite di tutti i campionati devono essere disputate senza spettatori fino al 3 Aprile. La Serie D ha deciso di non scendere in campo probabilmente perché in alcune città e paesi d’Italia, le cui squadre giocano in questo campionato, non ci sarebbero le strutture e la sicurezza dal punto di vista sanitario, fondamentali per disputare gli incontri a porte chiuse.

Nelle ultime due domeniche, non si è giocato solo nei gironi A, B C e D. Si sono invece disputate regolarmente le gare degli altri gironi E F G H e I. Questa volta non sarà così. La Serie D il 15 marzo riposa, come previsto dal calendario, per il Torneo giovanile di Viareggio a cui partecipa la rappresentativa di Serie D. Il Torneo di Viareggio potrebbe essere annullato per il Coronavirus. Se il Torneo di Viareggio si giocherà, le partite delle squadre che avranno i loro calciatori convocati nella rappresentativa di Serie D potrebbero essere rinviate. In Serie D si tornerà a giocare domenica 22 marzo a porte chiuse.

0 commenti:

Posta un commento